Blitz ristorante cinese in via Fornacino a Leinì.

Il blitz al ristorante dei carabinieri

Blitz ristorante cinese venerdì  in via Fornacino a Leini. L’operazione è stata infatti eseguita dai Carabinieri di Leini in collaborazione con gli ispettori dell’Asl To dipartimento di prevenzione sull’igiene degli alimenti e della nutrizione. La situazione registrata nella cucina del ristorante cinese non è quella prevista dalla legge.

Nei guai un trentenne di origini cinesi

Mancanze sia igienico-sanitarie nella conservazione che nella preparazione dei cibi. Negli impianti frigoriferi e nei forni è stata anche rilevata la presenza di ruggine. All’uomo di 30 anni di nazionalità cinese residente a Leini è stato notificato un provvedimento di sospensione dell’attività e una sanzione amministrativa di 1350 euro.

Uomini dell’arma in azione il 26 gennaio

L’operazione è avvenuta venerdì 26 gennaio. Purtroppo non è la prima volta che le cucine dei ristoranti non vengono considerate a norma. Quindi, le forze dell’ordine, devono intervenire con sanzioni  piuttosto che provvedere alla chiusura dell’attività oppure sequestro della merce mal conservata. Infatti, il mese scorso in un ristorante, sono stati sequestrati 60 chili di carne e pesce mal conservati.