Nole allarme piccioni, un’ordinanza per combatterne la presenza.

Nole allarme piccioni

Il Comune di Nole ha emesso un’ordinanza relativa alle norme di contenimento della popolazione di colombi. E’ vietato dare loro da mangiare e sono per di più state date direttive circa la prevenzione della nidificazione.

Troppi piccioni, queste le conseguenza

L’eccessiva presenza di colombi non solo pregiudica il decoro urbano e danneggia gli edifici pubblici e privati ma aumenta anche il rischio di trasmissione di malattie infettive e parassitarie

La situazione igienico sanitaria legata alle deiezioni dei colombi è critica soprattutto nel centro storico del paese e numerose sono state le segnalazioni da parte dei residenti .La trasmissione di malattie all’uomo avviene di fatto molto raramente e si tratta di patologie di lieve entità più frequentemente i colombi sono esclusivamente portatori di zecche e parassitosi trasmissibili all’uomo e agli animali domestici.

Il Comune corre ai ripari

Per ottenere risultati effettivi occorre la collaborazione di tutti i cittadini che sono invitati a provvedere a proprie spese alla pulizia dei locali dove i colombi nidificano e alla chiusura con reti idonee dei sottotetti fori cornicioni o altre cavità entro il mese di marzo per evitare le nidificazioni.Nel caso siano presenti nidiacei è vietata per legge la soppressione.

Leggi anche:  Genitori leinicesi imparano a gestire le tecnologie

Un volontario distribuirà copia dell’ordinanza nelle buche delle lettere del centro storico per darne massima visibilità. Si ricorda che copia dell’ordinanza è presente nelle bacheche comunali e sul sito del Comune.

Sanzioni per i trasgressori

La polizia municipale inizierà i controlli in tutte le aree del centro storico dal mese di aprile.I proprietari che non si adegueranno a1ll’ordinanza saranno sanzionati.