Associazione Parkinsoniani Canavese al lavoro, il sodalizio chiede un aiuto ai canavesani e non solo per realizzare il progetto “Torniamo a sorridere”.

Associazione Parkinsoniani Canavese al lavoro

Migliorare la qualità della vita dei malati di Parkinson con un progetto rivolto ai malati con difficoltà motorie e cognitive. E’ la mission dell’Associazione Parkinsoniani Canavese. Si tratta, infatti, di “Torniamo a sorridere”. “Nei nostri locali presso l’ospedale di Castellamonte (piano primo – ala dialisi) stiamo definendo i dettagli del progetto che prevede ginnastica assistita. Grazie a quattro macchine programmate per tonificare i muscoli del corpo, esercizi di logopedia e training cognitivo, nonché attività varia ricreativa. I malati saranno quindi accolti dai nostri volontari, potranno riposarsi dalla fatica del viaggio, bere un buon caffè. Stiamo valutando il nodo trasporto per dar modo anche ai famigliari di “poter respirare” un po’” spiegano dall’associazione.

Torniamo a sorridere

Sono stati spesi finora 34.000 euro dall’Associazione Parkinsoniani Canavese per realizzare il progetto “Torniamo a sorridere”, L’iniziativa è rivolta a malati di Parkinson, Sclerosi multipla. Ed altre patologie con difficoltà motorie e cognitive. Si tratta dunque di attività che verranno svolte al nosocomio castellamontese a partire dal prossimo mese di maggio. “Noi crediamo che questo progetto precorra le linee guida dettate dalla Sanità piemontese. Ponendo al centro il malato ed il suo percorso di cura” commenta Silvano Chiartano presidente del sodalizio.

Leggi anche:  Sportello tributi inaugurato mercoledì a Mappano

Il malato al centro

Il Parkinson spesso è una condizione che nella maggior parte dei casi porta il malato a rimanere chiuso in casa. Sia per vergogna del suo stato, apatia, depressione, carente assistenza della famiglia o non in grado di aiutarlo. E’ un malato “dimenticato” che, invece, ha bisogno di ritrovarsi in società e rappresenta una consistente porzione della nostra patologia. “Questo il nostro impegno. – aggiungono dall’Associazione Parkinsoniani Canavese – Oltre, naturalmente, alle attività  già in essere. Gginnastica  funzionale, ginnastica qi gong, auto mutuo aiuto. Ed in preparazione (attività fisica adattata,musicoterapia, cammino) presso le palestre di Ivrea, Borgofranco  e Castellamonte”. Questo infine l’appello di aiuto: “Se credi nella nostra opera, donaci il tuo 5 per mille indicando il codice 92518680019 nella dichiarazione dei redditi. Un grande aiuto per noi”.