Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti ospite a Castellamonte, dove una delegazione dell’Apri Onlus ha incontrato il sindaco del paese.

Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti

Mercoledì 7 febbraio il sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza, ha incontrato in Comune una delegazione  dell’Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti. Il sindaco ha ricevuto il presidente dell’Apri Onlus Marco Bongi. Mentre all’incontro erano presenti la coordinatrice del Centro di Riabilitazione Visiva dell’Asl Sonia Allegro. E Debora Bocchiardo, direttrice del giornale “Occhi Aperti”.

Incontro a palazzo Antonelli

Nel corso del lungo e cordiale colloquio si sono infatti affrontati diversi problemi. Si tratta di abbattimento delle barriere architettoniche. Di riabilitazione visiva. Di trasporti ai servizi sociali. L’associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti ha quindi fatto al primo cittadino una richiesta formale. L’intitolazione di una via o giardino. Alla memoria del grande educatore Louis Braille. L’educatore francese, infatti, inventò l’alfabeto tattile. Eì utilizzato in tutto il mondo dai non vedenti.

In ricordo di Louis Braille

Su questo punto il sindaco Mazza si è detto ottimista. Infatti l’amministrazione comunale dovrà modificare alcuni  nomi delle strade. Specie nelle frazioni.  “Abbiamo trovato una persona molto attenta e sensibile”. E’ stato il commento del presidente dell’associazione Pro retinopatici e ipovedenti, Marco Bongi . “Speriamo quindi di collaborare in modo proficuo in futuro. Infatti per noi è importante contattare i disabili visivi che vivono in provincia. Spesso sono isolati. E poco informati. Specie sulle opportunità del territorio” hanno quindi aggiunto da Apri.