Avis comunale di Cuorgnè, la sezione Cavalier Franco Minucci lancia un appello ai giovani cuorgnatesi e canavesani per sensibilizzarli sull’importanza del “dono del sangue”.

Avis comunale di Cuorgnè

«L’esperienza della donazione resta una della più significative iniziative di volontariato attivo, giovani fatevi avanti». E’ questo il fulcro dell’appello lanciato da Giovanni Crisapulli, presidente dell’Avis comunale di Cuorgnè, intitolata alla memoria del Cavalier Franco Minucci. L’obiettivo, come spiegato sabato scorso in sede in via Garibaldi proprio durante l’appuntamento di giugno con le donazione, è promuovere la diffusione della cultura della solidarietà e del dono tra la popolazione.

Appello ai giovani

All’ombra della torre di Carlevato il sodalizio conta più di 200 donatori attivi e un buon numero di donazioni annue, ma si può dare di più citando una celebre canzone sanremese degli anni 80. Nonostante questa situazione positiva è tuttavia necessario non abbassare la guardia. E va proprio in questa direzione la scelta del presidente dell’Avis comunale di Cuorgnè Giovanni Crisapulli: “I dati dimostrano che c’è una sensibilità sul tema, ma non bisogna accontentarsi. Occorre stimolare la partecipazione, l’informazione. Oltre all’educazione sanitaria. Penso soprattutto ai giovani, il loro aiuto è fondamentale. Specialmente d’estate il fabbisogno di sangue aumenta”.

Leggi anche:  APRI Onlus, conclusi i corsi di riabilitazione visiva organizzati dall'Asl To4

Calendario delle donazioni

Donando il sangue si avrà anche il controllo del proprio stato di salute. Non si ferma l’Avis comunale di Cuorgnè. L’attivissimo gruppo dà appuntamento ai donatori per compiere un piccolo grande gesto di solidarietà mercoledì 1 agosto. Quindi le altre date in programma sono: domenica 9 settembre, mercoledì 7 novembre. E ancora sabato 8 dicembre. I prelievi verranno effettuati presso la sede in via Garibaldi 9.