Chiamate indesiderate, approvata la legge contro il telemarketing aggressivo.

Chiamate indesiderate stop

Il Senato ha approvato nei giorni scorsi una nuova norma per mettere un freno alle chiamate indesiderate. La legge adottata in Parlamento prevede, infatti, la possibilità di iscrizione al registro delle opposizioni anche per i numeri di telefonia mobile. Sono inoltre ammessi tutti i numeri, anche quelli assenti dagli elenchi pubblici. Estensione, quindi, a tutti gli abbonati del diritto di difendersi dal telemarketing selvaggio.

Registro opposizioni

La legge contro le chiamate indesiderate prevede, inoltre, altre importanti novità. Una volta iscritti al registro delle opposizioni infatti tutti i consensi dati in precedenza (sia online che offline) vengano cancellati. La società che ordina la campagna promozionale risponde in solido delle violazioni commesse anche dal call center al quale ha affidato il compito di effettuare le chiamate. Chi usa numeri per il telemarketing ha l’obbligo di aggiornare le proprie liste e controllare gli iscritti al Registro delle Opposizioni: una volta al mese, sempre prima dell’inizio di una campagna.

Leggi anche:  Alpette 25 aprile, domani le celebrazioni

#Nondisturbarmi

“Finalmente un freno alle telefonate moleste ealle chiamate indesiderate. Anche se il testo non è l’ideale, si tratta di un indubbio passo avanti contro il telemarketing aggressivo” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Era importante mettere un punto fermo e non vanificare il lavoro svolto fino ad ora dalle Commissioni. Anche se la lobby dei call center è riuscita a far peggiorare il testo” conclude Dona.