Ciriè, scatta l’operazione “Mani Pulite”.

Ciriè, scatta l’operazione “Mani Pulite”

Presso l’ospedale di via Battitore è scattata «L’operazione mani pulite». Sabato 5 maggio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha proclamato la Giornata Mondiale dell’Igiene delle Mani. Un gesto semplice che si è rivelato efficace. Nel ridurre la trasmissione dei microrganismi. L’iniziativa ha voluto essere una occasione significativa per richiamare l’attenzione degli utenti. Ma anche di pazienti ed operatori sanitari, in merito alle procedure legate ad una corretta igiene delle mani.

L’importanza della corretta igiene delle mani

Il 5 maggio è un giorno non scelto a caso. Infatti è il quinto giorno del quinto mese dell’anno. Per ricordare i cinque momenti fondamentali per l’igiene delle mani nelle attività sanitarie e assistenziali. E’ ben documentato, infatti, che quando nelle strutture sanitarie l’adesione alla corretta igiene delle mani è elevata, si riduce il rischio di infezioni correlate all’assistenza. In modo particolare si riducono le infezioni da batteri. Resistenti agli antibiotici che rappresentano un grave rischio per la salute.

Leggi anche:  Ciriè, giovani del Carroccio al lavoro per nuove iniziative

Flash Mob di personale e direttore sanitario

Le iniziative previste per il 5 maggio hanno visto la diffusione di tovagliette per il pranzo e la diffusione di poster. Il reparto di Neurologia, con la collaborazione del Servizio di Prevenzione e controllo delle Infezioni correlate all’assistenza, venerdì 4 maggio, ha organizzato un Flash Mob. Tutti in fila a lavarsi le mani a partire dal direttore sanitario. Poi i direttori, medici, infermieri, OSS e gli amministrativi di tutto il nosocomio. Una catena umana, quindi, passandosi di mano in mano il gel idroalcolico. Utilizzato per la frizione alcolica delle mani in ospedale. Tutti insieme eseguendo la procedura corretta.