Frutti solidarietà Cuorgnè. I cachi profumano anche di solidarietà. Bella iniziativa nata su input del primo cittadino  Giuseppe Pezzetto.

Frutti solidarietà Cuorgnè

Dolci, zuccherosi, morbidi: i cachi sono uno dei frutti autunnali più buoni e più particolari. Adesso a Cuorgnè profumano anche di solidarietà. I frutti della pianta di cachi del giardino della Scuola Mamma Tilde in dono. Si tratta di una bella iniziativa nata su input del primo cittadino di Cuorgnè, Giuseppe Pezzetto. Infatti era stato proprio il sindaco passando davanti alla pianta dei cachi  a chiedere di non sprecare  quei frutti ma di raccoglierli e donarli alla Casa di riposo  di Cuorgnè  e alla Mastropietro

Cantonieri-raccoglitori

Così è stato. Nella giornata di  ieri, i cantonieri del Comune sono andati a raccogliere i frutti prima della loro caduta naturale  a terra.  Un piccolo ma importante gesto. “Una piccola attenzione contro gli sprechi  e un piccolo gesto di solidarietà e di comunità – ha commentato il borgomastro Giuseppe Pezzetto – E così anche quest’anno si è ripetuta la raccolta”.

Leggi anche:  Pro Loco Cuorgnè elegge nuovo presidente

Fiera San Martino

Lunedì 13 novembre in occasione della Fiera  si organizza per le classi quinte della scuola primaria di Cuorgnè “Dal contadino produttore alla nostra tavola”. Infatti il progetto nasce in collaborazione con il comune di Cuorgnè, Coldiretti, Campagna Amica e Gruppo Storico Allodieri. Si tratta di una lezione teorico-pratica sui prodotti della terra. Coltivati, trasformati e portati in tavola. L’iniziativa si terrà  nel refettorio dell’ex istituto  salesiano. Si tratta di un importante momento di formazione alimentare dove i giovani potranno osservare i cicli di produzione dei prodotti agricoli e imparare alcune nozioni sempre utili.