Giornata mondiale della gentilezza, i “giochi gentili” di Luca Nardi per riscoprire valori nobili.

Giornata mondiale della gentilezza

13 novembre, Giornata mondiale della gentilezza. L’idea di celebrare la Giornata mondiale della gentilezza è stata del Japan Small Kindness Movement, fondato a Tokyo nel 1988. Ed è proprio nella capitale giapponese che, nel 1996, un primo gruppo di organizzazioni si costituisce nel World Kindness Movement (Movimento mondiale per la Gentilezza). A farne parte anche una rappresentanza italiana con Gentletude.
Il senso di questa giornata è dunque la diffusione di valori gentili. Ovvero, secondo Gentletude “comportarsi in modo da mettere al centro la cura e l’attenzione per gli altri, il buon senso e la competitività equilibrata”.

I giochi della gentilezza

Luca Nardi, eporediese di Lessolo, dottore in Scienze Motorie, da qualche anno gira il Piemonte (e non solo) diffondendo parole gentili, ma soprattutto un insegnamento per i più piccoli con i “Giochi della gentilezza”. Luca, infatti, con l’associazione Cor et Amor, vuole trasmettere agli adulti di domani il rispetto per il prossimo. Vuole insegnare loro ad essere gentili con una serie di giochi che li faccia familiarizzare con uno stile di vita che troppo spesso, purtroppo, non fa parte delle loro quotidianità. «Seminare oggi per avere adulti gentili domani» ci dice quando gli chiediamo di spiegarci in una frase l’obiettivo del suo lavoro.

Leggi anche:  Maestre protagoniste al Caffè culturale

Post-it con L’Unitalsi

Sabato scorso, in continuità con una serie di progetti svolti con l’Unitalsi di Ivrea, per festeggiare (in anticipo) la Giornata Mondiale della Gentilezza, Luca e i ragazzi pluriabili dell’associazioni hanno giocato al gioco dei post-it. Dopo aver scritto sui bigliettini parole e frasi gentili i ragazzi si sono quindi ritrovati nella centralissima via Palestro a Ivrea per distribuirli ai passanti e attaccarli su pali e cartelli. Un bel modo, questo, per strappare un sorriso, regalare gentilezza e sensibilizzare ad uno stile di vita che ci può rendere persone migliori.