Giorno del Ricordo a  Borgaro. Si commemorano  sabato  10 febbraio le vittime delle Foibe.

Giorno del Ricordo a Borgaro

La cerimonia si terrà  domani sabato 10 febbraio. Il ritrovo è al cimitero alle 10,30. Infatti verrà deposta una corona d’alloro. La targa è stata inaugurata nel 2017 (nella foto) alla presenza  del sindaco Claudio Gambino. Con il capogruppo  di maggioranza Giuseppe Ponchione e quello di opposizione Marco Latella.

Conservare la memoria

Commenta l’assessore  Fabrizio Chiancone: “Vogliamo conservare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime  delle Foibe. Ma non solo. Ricordiamo anche gli esuli istriani, fiumani e dalmati”. Interviene il consigliere di opposizione Cristiana Sciandra: “Riteniamo che l’orrore delle Foibe abbia un’importanza storica  rilevante. Pari all’Olocausto”. Le associazioni locali e i borgaresi sono invitati ad aderire.

Gettati negli “Inghiottitoi carsici”

Ma cosa si commemora esattamente? Infatti nelle ultime settimane e nei mesi successivi  la fine della Seconda Guerra Mondiale centinaia di italiani  furono assassinati.  Furono eliminati dalle squadre slave di Tito per poi  farli sparire  negli “inghiottitoi carsici”. Infatti i tragici eventi si sono svolti  nelle regioni  della Venezia-Giulia  e della Dalmazia. Una vera e propria epurazione etnica.