Lega italiana per la lotta ai tumori, inaugurata con successo la nuova delegazione di Volpiano guidata dalla dottoressa Giulia Guglielminotti.

Lega italiana per la lotta ai tumori

C’è un fiore all’occhiello in più nel campo dell’associazionismo canavesano. E’ stata infatti inaugurata con successo la nuova delegazione di Volpiano della Lega Italiana per la Lotta ai tumori. Grande partecipazione per l’atteso taglio del nastro. L’inizio è quindi buono. In tanti credono nel progetto, forse proprio perché credono nelle persone che l’hanno messo in piedi. Ad aprire la serata è stata Giulia Guglielminotti, fondatrice e presidentessa del sodalizio volpianese.

Delegazione di Volpiano

“Siete più di quanto mi aspettassi – ha esordito Guglieminotti un po’ commossa – Mi sono avvicinata alla Lega Italiana per la Lotta ai Tumori per motivazioni personali. Quelle stesse che oggi mi spronano a fare questo. Con l’idea che se una sola persona non passerà quello che ho passato io, quello che ha passato mio padre, quello che ha passato la mia famiglia, avremo raggiunto un grande successo. Anche se naturalmente non sarebbe giusto accontentasi di una sola persona”.

Leggi anche:  Ciriè contro il bullismo: se ne parla a Villa Remmert

Volontari dal cuore d’oro

L’unione fa la forza per il neonato gruppo volpianese della Lega italiana per la lotta ai tumori. Alla serata inaugurale hanno quindi partecipato il consigliere comunale, Monica Camoletto, che ha supportato la bella iniziativa. E la dottoressa Donatella Tubino, presidente della sezione provinciale. Mentre si è anche parlato di prevenzione, primaria, che elimina i fattori di rischio; secondaria, per la diagnosi precoce e tempestiva; terziaria, il percorso riabilitativo fisico e psichico di chi è coinvolto.