Mathi, biblioteca: sì ai libri, no agli E-Book.

Mathi, biblioteca: sì ai libri, no agli E-Book

La biblioteca mathiese a quota diecimila. Per la precisione, 10.250, pari al numero dei prestiti di libri effettuati nel 2017 dal centro culturale mathiese. Ne parla con soddisfazione l’ex bibliotecario, oggi iscritto al volontariato civico, Maurizio Fariello che la biblioteca l’ha vista nascere e crescere presso la prima sede in via Martiri Libertà, per seguirla nel trasloco in piazza Cln. “Superare i 10mila prestiti è un ottimo risultato. – commenta Fariello – Nel 2015 l’anno fu critico per la nostra biblioteca. Il pensionamento delle due colleghe presso l’ufficio anagrafe del Comune mi ha costretto ad occuparmi di meno della biblioteca, per sopperire alle necessità in Municipio. I prestiti, quell’anno, furono solo 8568, nel 2016 sono saliti a 9600 fino ad arrivare a 10.250 a fine dicembre 2017.

Grazie al Volontariato Civico per la collaborazione

“Un incremento positivo raggiunto anche grazie alla collaborazione con il Volontariato Civico che mi hanno coadiuvato in quei mesi in cui ero per lo più in Municipio”. Aggiunge Fariello. Il genere che è andato per la maggiore è stata la narrativa e i libri per i bambini. Il numero dei lettori a fine 2016 erano 3814, nel 2017 sono stati superati i 4mila. Nel 2015, invece, furono solo 3204. Tra i progetti di maggior successo? “Il progetto Nati per Leggere è uno di questi. – prosegue Fariello – E’ il dodicesimo anno che lo riproponiamo per le scuole, e ha sempre avuto successo. Bene anche le prenotazioni on line, avvalendosi di una password che viene rilasciata dalla biblioteca. Questa modalità di prenotazione è partita nel 2016 e proseguita con successo nell’anno da poco concluso”.

Leggi anche:  Mathi, lista 2 - Nuove Idee in Comune con Maurizio Fariello

Pochi prestiti degli E-Book

Quello che invece piace poco è il prestito degli E-Book. In dotazione, presso la biblioteca ce ne sono due. Si tratta di testi multimediali per leggere i libri. “Non sono molti i prestiti effettuati per gli E-Book. – prosegue Fariello – I nostri lettori preferiscono il prestito cartaceo”. E mentre il progetto “Nati per Leggere” sta prendendo il via, Maurizio Fariello organizza incontri di lettura presso le scuole. Sono a disposizione testi in lingua araba e rumena per i bambini. Il 2018, per la biblioteca, sarà il 40° anno di fondazione. “Speriamo di poter organizzare una serie di eventi con la collaborazione della nuova Amministrazione comunale” confida Fariello.