Municipio Agliè. Sono terminati a inizio febbraio i lavori di restauro parziale del Municipio di Agliè, partiti a inizio novembre.

Municipio Agliè

Le due facciate principali del palazzo ottocentesco, opera dell’ingegnere novarese Melchioni, sono state ritinteggiate dopo un’accurata ricerca dei colori originari. Insieme a questo intervento, sono stati rinnovati i pavimenti in parquet di legno degli uffici al primo e secondo piano, e cambiate tutte le vecchie e logore finestre dell’archivio storico.

L’investimento

I lavori sono costati 94 mila euro, finanziati in parte con fondi propri (42 mila euro) e per la restante, e maggiore, parte con un contributo regionale di 52 mila euro ottenuto solo negli ultimi mesi del 2017. Il progetto e la direzione lavori sono stati affidati all’ingegnere Sara Bono e al geometra Gianni Roscio. I lavori sono stati eseguiti dall’impresa Erre Costruzioni di San Giorgio Canavese, per la facciata, e dalla ditta Linea Parquet di Scalise Vincenzo, per le opere di falegnameria.

Nel dettaglio

I lavori e le opere fatte sono state molte, a cominciare dall’intero restyling delle facciate di via Principe Tommaso e via Roma, oltre alla ristrutturazione dell’interno, con la sostituzione dei serramenti dell’archivio storico e il totale rifacimento dei pavimenti lignei dell’ufficio tecnico (in listoni di larice posati sulla struttura originaria in “magatelli”, mantenuta) e il restauro dei palchetti in legno di abete degli uffici amministrativi del primo piano.

Il commento del Sindaco Marco Succio

“La targa apposta a fianco dell’ingresso del Municipio, ricorda l’ultima opera di totale restauro, risalente al 1968. Oggi, a distanza di 50 anni, abbiamo deciso di intervenire con un restauro che servisse a ridare una dignità architettonica e funzionale all’edificio comunale.
La facciata, oltre ad essere scrostata ed in pessime condizioni estetiche, stava diventando pericolosa a causa del distacco di calcinacci dalla parete e dal cornicione. Stessa cosa per i pavimenti interni: in molti ambienti è presente infatti una pavimentazione in palchetto ligneo, che negli anni si è fortemente deteriorata, diventando molto rumorosa. Pertanto si è deciso per una totale sostituzione al secondo piano e una levigatura e manutenzione negli uffici del primo piano, dove le condizioni erano migliori. Infine, anche in questo lotto di lavori, un occhio al risparmio energetico unito alla salubrità degli ambienti. Come noto, già pochi anni fa abbiamo sostituito molti serramenti esterni, limitatamente alla possibilità economica concessaci dal bilancio. Con questa tornata abbiamo sostituito tutti i serramenti dell’archivio storico, che si trovavano in pessime condizioni di conservazione.
Esprimo pertanto grande soddisfazione per questa opera pubblica, che va ad aggiungere un tassello importante al progetto generale di miglioramento del nostro patrimonio comunale verso il quale ho sempre cercato di indirizzare l’azione amministrativa. Un particolare ringraziamento va al responsabile dell’Ufficio tecnico, geom. Fabrizio Truffa Giachet per la dedizione e la professionalità con cui ha seguito tutti i lavori.”