Nuova area cani di via Venaria è  stata recintata a Caselle Torinese. Adesso l’Amministrazione comunale cerca un gestore per le due nuove zone destinate ai cani di grande e piccola taglia.

Nuova area cani: aprire a fine novembre

La porzione  di terreno di via Venaria è già recitata  con due zone  destinate ai cani  di grande  e piccola taglia. Spiega l’assessore casellese  Giovanni Isabella. “L’area è quasi terminata e intendiamo aprirla  a fine novembre. Sono necessari l’allacciamento al quadro elettrico e a quello idrico. Al momento non possiamo stabilire una data certa. Entro metà novembre la dittà dovrà terminare i lavori. Sono stati necessari interventi  sulla condotta Smat che, inevitabilmente, hanno causato il prolungamento dei lavori”.

Serve un gestore

Nuova area cani: una volta tagliato il nastro l’Amministrazione comunale vuole dare l’area in gestione. Continua l’assessore Isabella: “Nel corso delle commissioni, svoltatesi nello scorso mandato, è stato steso un regolamento nel quale è prevista anche la gestione da parte dei privati o associazioni animaliste. Gli emendamenti  del Movimento  Cinque Stelle sono stati tutti accolti. L’iniziativa della maggioranza  è lodata dal capogruppo pentastellato Enrica Ivaldi: “Sono andata  a vedere l’area. Strutture del genere ne ho viste parecchie e devo affermare  con soddisfazione che l’impianto è realizzato davvero a regola d’arte”.

Leggi anche:  Contrasto a mafia e corruzione, adesso a Rivarolo Rosy Bindi e Gian Carlo Caselli

Piu’ sicurezza

Il gruppo consiliare di centrodestra ritiene fondamentale il controllo elettronico dei beni pubblici. Interviene il capogruppo di opposizione Alessandro Favero: “Rischiamo di creare gli stessi problemi che si stanno verificando  nei parchi-gioco cittadini. C’è il rischio che lo spazio venga utilizzato per tutt’altro. Occorre istituire un servizio di vigilanza anche con la presenza di una telecamera. Questo per tutelare il patrimonio pubblico da possibili atti vandalici”.  Prosegue nella sua disamina Favero: “Sicuramente è apprezzabile  che si realizzi  un’area di sgambamento cani.  Ma sarebbe opportuno  affrontare problematiche  più urgenti come il cantiere  infinito di via Torino”.