Il nuovo servizio ha sede presso il Centro per i Disturbi Cognitivi e Demenze, a Ivrea, nell’edificio occupato dalla Residenza Sanitaria Assistenziale “Saudino”.

E’ operativo il nuovo Punto di Ascolto per coloro che si prendono cura (i cosiddetti caregiver) di persone con problemi cognitivi, istituito in forma sperimentale nell’ambito del Distretto di Ivrea. Il nuovo Servizio ha sede presso il Centro per i Disturbi Cognitivi e Demenze, a Ivrea, nell’edificio occupato dalla Residenza Sanitaria Assistenziale “Saudino”. Il Punto di Ascolto nasce come servizio di supporto per i familiari di persone affette da disturbi della memoria/demenze; questa nuova attività si colloca nella rete dei servizi per le persone anziane e ha come obiettivo quello di accogliere, di informare e di indirizzare i parenti a un accesso facilitato ai servizi. “Questo servizio – spiega il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone – non sostituisce i percorsi clinici diagnostici e terapeutici già esistenti, ma vuole essere un supporto alle famiglie che si trovano ad affrontare il complesso problema della gestione quotidiana della persona affetta da disturbi cognitivi e del comportamento, affiancandole nell’approccio ai servizi di rete esistenti”. Rivolgendosi al proprio medico di famiglia è possibile ricevere tutte le informazioni sul Punto di Ascolto e sull’offerta dei servizi per le persone con problemi cognitivi. E’ possibile contattare il Punto di Ascolto al numero telefonico 0125 253849, il lunedì dalle ore 14 alle 15 e il mercoledì dalle ore 10 alle ore 12. “Il Punto di Ascolto del Distretto di Ivrea – conclude il dottor Ardissone – è un modello che intendiamo estendere a tutto il nostro territorio”.