Piccoli cittadini crescono a scuola.

Quaderno operativo di educazione civica

Perché il domani sia migliore, occorre impegnarsi da oggi. Piccoli cittadini crescono a scuola. Con questo spirito e con impegno, competenza, passione e pazienza, è stato, quindi, realizzato l’originale ed interessante quaderno operativo “Io, piccolo cittadino”. L’elaborato è, infatti, frutto del lavoro della dottoressa Laura D’Alessandro, delle insegnanti Carla Cortese, Carmela Ciuro, Germana Regis. Con loro hanno collaborato Ornella Aimone, Orietta Ceccantini, Carla Di Giulio, Grazia Galloro e Maria Guglielmo.

Gli obiettivi del progetto

Il quaderno è stato stampato in 500 copie dalla VolTo. E’ stato presentato alla sede della Direzione Didattica di Cuorgnè alla scuola primaria Aldo Peno. E’ patrocinato dai comuni di Canischio, Cuorgnè, Pertusio, Prascorsano, San Colombano Belmonte, Valperga. Il libro, infatti, sarà distribuito gratuitamente a tutte le classi terze e quarte del circolo didattico locale. “Piccoli cittadini crescono. Lo scopo del quaderno operativo – ha spiegato Carmela Ciuro, presidente di  Enzo D’Alessandro onlus – è aiutare i giovani a riflettere sul rispetto delle regole, sapere quali sono i diritti e i doveri di un buon cittadino. Apprezzare l’importanza della propria famiglia, vivere la scuola come palestra di vita e conoscere il luogo in cui abitano, oltre che la Costituzione Italiana e gli organi di stato che ci governano”.

Leggi anche:  Val Grande banda in festa

Piccoli cittadini crescono

Letture, disegni, piccoli test. Si tratta, quindi, di un progetto da 10 in pagella, apprezzato dalle insegnanti e dal consigliere comunale di Cuorgnè, Giovanna Cresto, e dal sindaco di Canischio, Riccardo Rosa Cardinal, intervenuti all’Aldo Peno alla presentazione insieme alla Dirigente scolastica, Stefania Prazzoli, alla presidente del Consiglio di Circolo Elena Peradotto e alla vice preside Manuela Blessent. “Il quaderno è frutto di un’attività encomiabile dell’associazione Enzo D’Alessandro – ha commentato Stefania Prazzoli – Non è solo teorico, ma è un quaderno operativo, in grado di istruire e aiutare a formare i piccoli studenti. L’obiettivo della scuola è proprio questo: contribuire alla crescita e alla formazione di cittadini attivi e consapevoli dei propri diritti e doveri”.