Primo Carnevale  2018 in Val di Lanzo. Si è svolto a Monastero e Chiaves.

Primo Carnevale 2018

Come da tradizione è toccato a Chiaves e Monastero il compito di aprire la serie delle feste delle Valli di Lanzo. Infatti sabato 6 gennaio, tra una fitta nebbia, si è rinnovato al mattino a Chiaves l’arrivo delle maschere Barboire, che, come narra la leggenda, sono scese dai monti di Perascritta per venire a fare i loro scherzi ai malcapitati che uscivano dalla Messa, facendosi gioco di loro con lazzi e lanci di coriandoli.

Sulla piazza festa grande

Nle pomeriggio sulla piazza si sono ritrovati: i “Coscritti 2000” di Coassolo, i “Paw Patrol”, bambini di Monastero sempre in cerca di avventure in sella alle loro biciclette, e le “Barboire” che hanno accolto l’invito a travestirsi per trascorrere un sano pomeriggio in allegria tra una curenta, sulle note della Fanfara, e un buon bicchiere di corroborante vin brulè.  La Pro loco ringrazia tutti coloro che si sono prodigati per fare bella la festa.

Leggi anche:  Meluzzi ospite di Bertot lunedì sera a Rivarolo

Sabato 13 gennaio

Sabato 13 gennaio in paese si festeggia Sant’Antonio, il protettore dei coltivatori. Il programma prevede, alle 10.30, il raduno dei trattori sulla piazza di Monastero capoluogo. Alle  11, poi, sarà celebrata la messa solenne, con distribuzione della carità e a seguire, la benedizione delle macchine agricole. Alle  11.45, il rinfresco per tutti gli intervenuti e alle 12.30, il pranzo presso il ristorante “Sistina”: per prenotazioni telefonare direttamente al ristorante, allo 0123/4305 oppure a Domenico Stabio, al 3387775013. I coltivatori di Monastero invitano amici e simpatizzanti a partecipare numerosi.