Riqualificazione centro storico: il Comune dà una mano. CIRIE’.

Riqualificazione centro storico: il Comune dà una mano

La riqualificazione del centro storico prosegue nel 2018. Nell’ultimo consiglio comunale, svoltosi a palazzo D’Oria, si è approvata, infatti, una delibera sull’argomento. Annuncia l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Pugliesi: “I privati che desiderano mettere a posto una casa nel centro cittadino potranno farlo. Avvalendosi delle agevolazioni comunali. Si è deciso, infatti, di prorogare un provvedimento approvato a febbraio 2017 dalla precedente Amministrazione. Nell’anno appena passato qualcuno ha utilizzato questa possibilità. E vogliamo dare il tempo ad altre persone di iniziare i cantieri durante il 2018”.

In via Vittorio Emanuele fabbricati poco decorosi…

Parecchi fabbricati delle strade laterali a via Vittorio Emanuele versano in condizioni critiche e poco decorose. Perciò l’iniziativa è meritevole d’attenzione. Il Comune vuole andare dunque nella direzione di migliorare l’aspetto del centro applicando due “maxi-sconti”. Spiega Pugliesi: “I proprietari delle abitazioni del centro potranno iniziare i lavori con lo sconto del 95% sugli oneri di ristrutturazione. Di fatto pagheranno solo il 5% dell’importo dovuto al Comune.

Leggi anche:  Slow food day in Valchiusella

Esenzione del suolo pubblico per il montaggio dei ponteggi

Inoltre, otterranno l’esenzione sull’occupazione del suolo pubblico. Quest’ultimo è un dato importante perché il montaggio dei ponteggi costituisce la spesa maggiore. Rinunciamo a delle risorse per rendere più fruibile il centro cittadino”. Nell’anno nuovo, inoltre, la città di Ciriè potrebbe incassare un centinaio di euro a seguito della vendita di un terreno in via Enrici. Approfondisce Pugliesi: “All’interno della concessionaria Rinaldi c’è un posteggio pubblico inutilizzabile. Il proprietario dell’attività è interessato ad acquisirla da palazzo civico. Si è stimata un’entrata di circa centomila euro. L’argomento è stato discusso in una recente commissione con soddisfazione di tutti i consiglieri”. La vendita del terreno sarà ratificata nel corso del 2018.