Venerdì 13 con Organalia. Questa sera a Fiano.

Venerdì 13 con Organalia

Il concerto è atteso per questa sera, venerdì 13 aprile. Infatti dalle 21 nella chiesa di San Desiderio in piazza Borla. L’organo fianese  è stato restaurato di recente.  Nel 2017 si è tenuta la prima rassegna di Organalia a Fiano. Iniziativa promossa dalla Città Metropolitana. Sostenuta dalla Fondazione Crt e dalla Regione Piemonte.  Alla consolle dello splendido organo costruito da Giovanni Battista e Francesco Maria Concone nel 1766, restaurato nel 2013-14  dai Fratelli Marzi di Pogno, siederà l’organista brindisino Cosimo Prontera.

Ingresso libero

Si tratta del quarto concerto di Organalia nelle Valli Ceronda e Casternone. Infatti il concerto di Fiano si svolge in collaborazione  con  il Comune e con l’Unione Montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone. Ingresso con libera offerta. Alla consolle siederà Cosimo Prontera. Che è anche il fondatore e il direttore artistico dell’Orchestra barocca La Confraternita dei Musici .

Danza tema della serata

L’appuntamento si aprirà con  il brano di Antonio Valente. Compositore napoletano  vissuto nel’500, cieco fin dalla prima infanzia, con il Ballo dell’Intorcia a cui farà seguito il più noto Ballo del Gran Duca del fiammingo Jan Pieterzoon Sweelinck. Non poteva mancare un compositore come Girolamo Frescobaldi del quale verranno eseguito l’Aria detto Balletto e il Capriccio sopra la Girolmeta. Due i brani di Bernardo Storace: una Ciaccona e il Ballo della Battaglia. Altri due autori napoletani, entrambi musicisti presso la Pietà dei Turchini, caratterizzeranno la conclusione del concerto: Gaetano Greco con il Ballo di Mantova e Giovanni Salvatore con la Canzone francese seconda detta la Bergamasca. Gran finale con un cult dell’epoca: le Variazioni sulla Folia di Spagna del sommo Alessandro Scarlatti, siciliano di nascita, napoletano d’adozione.