Un 40enne leinicese è stato “pizzicato” con in auto una forma di parmigiano reggiano, “proveniente” da un camion che l’uomo aveva guidato

Un autista infedele, ghiotto di formaggio d’alta qualità, è stato denunciato per furto. A finire nei guai è un leinicese, R.S. di 40 anni. Anche se l’indagine è stata conclusa la settimana scorsa, la vicenda risale a un paio di mesi fa quando una ditta di autotrasporti della Reisina si è accorta che alcune forme di Parmigiano Reggiano non arrivavano a destinazione. Avvisati i carabinieri, questi hanno impiegato poco a risalire al “topo” che asportava, dai camion affidatigli per il trasporto, le massicce forme del pregiato cacio dal peso variabile tra i 30 e i 40 chili, il cui costo può oscillare tra i 650 e gli 800 euro. Il trasportatore leinicese pizzicato dai militi nascondeva, proprio al momento del controllo, nel bagagliaio dell’auto, una forma del noto formaggio reggiano.