Barista rapinata incasso da bandito solitario. E’ accaduto l’altra mattina a Ciriè in via Paolo Braccini.

Barista rapinata incasso

Rapinata dell’incasso  delle ultime settimane, da un bandito solitario  e minacciata  con un coltello. E’ accaduto  mercoledì mattina, 8 novembre, nel bar  Biker’s, di via Paolo Braccini al civico 28 poco dopo l’apertura del locale. La titolare Cesarina Santoiemma alle 6,45  era in cucina a preparare le  colazioni per i clienti. Infatti racconta la donna: “A un tratto ho sentito un rumore sospetto. Mi affaccio dalla cucina e vedo un uomo con il volto coperto dal cappuccio”.   Lo sconosciuto afferra il borsello  che si trova in un cassetto dietro al bancone. Poi  scappa via.

Minacciata con  coltello

Tutto in pochi istanti. Il bandito esce in strada. La barista  lo insegue  ma l’uomo si volta, estrae un taglierino e la minaccia: “Se non mi lasci andare via ti ammazzo”. Poi sale su un’auto color grigio e si allontana. “Non sono riuscita a distinguere il tipo di vettura – racconta la barista –  perchè pioveva e la strada  è poco illuminata”.  E data l’ora non ci sono passanti che possano intervenire.

Leggi anche:  Aggredisce moglie davanti ai carabinieri

Bottino 2500 euro

Il bandito solitario fugge con un bottino considerevole, circa 2500 euro, frutto dell’incasso delle ultime settimane.  “Proprio quel giorno avrei dovuto recarmi dal commercialista” racconta sconsolata  la donna che abita a Volpiano e ha rilevato la gestione del bar dallo scorso giugno.  Cesarina Santoiemma allerta subito  i carabinieri della Tenenza di Ciriè che hanno anche rilevato eventuali impronte vicino al bancone.  “Era un uomo di altezza media e parlava italiano. Evidentemente  teneva d’occhio il locale” conclude il suo racconto, ancora sotto choc, la barista.