Boscaiolo muore travolto da un albero a Ceres mentre stava facendo legna. E’ accaduto intorno alla 13.

Boscaiolo muore travolto da un albero

Tragedia nelle Valli di Lanzo. Boscaiolo muore travolto da un albero a Ceres mentre stava facendo legna in frazione Cernesio. La vittima è Marino Rodes di 61 anni, personaggio molto conosciuto non solo in zona, perché come lavoro faceva l’autista di pullman proprio nel territorio valligiano.

La tragedia vicino a casa

La tragedia si è consumata intorno alle ore 13. E’ avventa poco distante dalla sua abitazione: l’uomo era impegnato a tagliare un albero quando si è verificato l’incidente. Nonostante i soccorsi e l’arrivo sul posto anche dell’elisoccorso, per Rodes non c’era più nulla da fare.

Fine settimana tragico in Canavese

Sulla dinamica che ha portato alla morte del 61enne valligiano ora stanno indagando i carabinieri della stazione di Ceres. Un fine settimana tragico per il Canavese e le Valli di Lanzo, che si erano svegliati ieri mattina con la morte di un 60enne di Castellamonte, soffocato dalla sorella.

Aggiornamento

Marino Rodes, 61 anni, vittima della tragedia nei boschi a poche centinaia di metri dalla sua abitazione di frazione Cernesio di Ceres riceverà il saluto degli amici mercoledì mattina 15 novembre.
Non vi sarà la funzione religiosa ma alle 9,45 il sindaco di Ceres Davide Eboli e gli amici lo ricorderanno davanti alla sua abitazione con un momento di “riflessione”. Poi la salma proseguirà per il tempio crematorio (non si sa al momento quale).

Leggi anche:  Incanto tradizione amata dai valligiani

Autista dei pullman della ditta Vigo da oltre dieci anni, Rodes svolgeva il servizio giornaliero nella tratta delle valli di Lanzo. Precedentemente aveva svolto l’attività di camionista. Una vita trascorsa sui mezzi a motore dunque.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Ceres un frassino si sarebbe improvvisamente spezzato in due travolgendolo e uccidendolo sul colpo. La morte è giunta per lo schiacciamento della cassa toracica causata dal peso dell’albero.

Marino Rodes