Calci e pugni ricoverato uno studente di Lanzo.

Calci e pugni ricoverato uno studente di diciannove anni

Pugni in faccia e calci in testa. Non si conoscono i motivi che hanno spinto un gruppo di ragazzini ad accanirsi su un diciannovenne di Lanzo. E’ finito al pronto soccorso lo studente che l’altra sera era sull’ultima carrozza del convoglio. Sul treno partito dalla stazione Torino Dora. Lo studente universitario era tranquillamente seduto. Ad un tratto viene avvicinato da due ragazzi ed una ragazza. Lo studente lanzese, vista l'”esuberanza” dei tre, ha deciso di cambiare posto. E di lì sono iniziati gli insulti finiti in botte. Questione di pochi minuti. Il giovane, infatti, si è accasciato subito tra i sedili del treno.

Atti di paura per il giovane

Ai carabinieri di Mathi, che sono intervenuti sull’accaduto, il giovane ha raccontato ciò che era successo. E cioè che non conosceva gli aggressori. E che non c’è stato alcun motivo per aver scatenato in loro così tanta ira. Ora è caccia agli aggressori. Infatti, i carabinieri della Compagnia di Venaria, coordinati dal capitano Giacomo Moschella, stanno effettuando tutte le indagini.

Leggi anche:  Valli Lanzo forte vento e nuovi disagi

I filmati delle telecamere potrebbero aver ripreso gli autori del vile gesto

I militari stanno esaminando i filmati delle telecamere sistemati nelle stazioni Torino Dora e Ciriè. Da dove sarebbero saliti e scesi gli aggressori. Secondo le informazioni date dal giovane aggredito, i tre dovrebbero avere tra i 18 e i 20 anni. La speranza è quindi che queste telecamere possano offrire aiuto valido per le indagini. Infatti, nella carrozza del treno dove è avvenuta l’aggressione non ci sono telecamere. Una brutta avventura per il ragazzo. Che stava tornando a casa dopo una giornata trascorsa a Torino. Per frequentare i corsi all’Università.

AGGIORNAMENTO: individuato uno dei tre aggressori

Grazie alle telecamere è stato individuato uno dei tre autori del pestaggio allo studente diciannovenne di Lanzo. I carabinieri di Mathi, dopo aver esaminato i filmati, hanno infatti identificato il giovane. Risiede a Corio e ha 18 anni. Per lui è scattata la denuncia per lesioni personali.