Donna soffoca fratello le reazioni in Canavese. La notizia ha sconvolto nel profondo Castellamonte e Cuorgnè, ma non solo.

Donna soffoca fratello le reazioni in Canavese

La notizia, rimbalzata ieri mattina, del tragico episodio accaduto a Spineto è stato argomento di discussione. Il gesto di Cristina Mattioda, che nel corso della notte ha soffocato il fratello, ha scosso nel profondo l’intero Canavese e in particolare le comunità di Castellamonte e di Cuorgnè.

Due persone particolarmente riservate

I protagonisti della tragedia, che si è consumata in frazione Spineto ieri, sabato 11 novembre, erano due persone particolarmente riservate. Al di là di questo, erano molto conosciute. Mauro Mattioda, infatti, era un geometra noto in zona, che era andato in pensione. La sorella, invece, nella vita aveva fatto l’insegnante.

Carabinieri e Procura al lavoro

A raccontante come si sono svolti i fatti è stata la stessa Cristina Mattioda. La ricostruzione da parte della donna è avvenuta ieri pomeriggio di fronte alla pm d’Ivrea, Lea Lamonaca, ma carabinieri e procura stanno lavorando per verificare il tutto. Appena la notizia di quanto accaduto si è diffusa, molti sono rimasti increduli, proprio perché conoscevano entrambi i protagonisti del tragico fatto.