Esce di strada ed è positivo all’alcoltest. Lanzese guidava con il “ruotino” ormai usurato.

Esce di strada ed è positivo all’alcoltest

È stato condannato a sei mesi di reclusione e 1500 euro di multa per un incidente stradale. Protagonista della storia è  un lanzese, classe 1979, difeso in aula dall’avvocato Daniela Rossi. L’uomo, secondo quanto emerso il 22 agosto 2014 uscì di strada lungo la provinciale per Germagnano. Infatti un incidente causato dalla velocità superiore ai 90 chilometri orari. la macchina viaggiava con un ruotino di scorta, il cui limite massimo è tra i 70 km ed 80 km orari.

La difesa dell’imputato

L’imputato, durante l’ultima udienza del 1 giugno, si è sottoposto all’esame da parte del Pubblico Ministero di Ivrea. “Erano giornate molto difficili per via del ricovero in ospedale a Lanzo di mia nonna. In quei giorni usavo la macchina di mia sorella ed il 21 agosto dovetti sostituire la ruota. Ma il giorno dopo non potevo recarmi dal gommista. Facevamo i turni in ospedale e rimasi lì fino alle 14.40 circa”. Una volta uscito dall’ospedale di Lanzo, l’uomo ne approfittò per mangiare. “Mi presi una birra piccola durante il pasto e ripartì poco dopo. Dovetti continuare ad usare il ruotino di scorta per l’intera giornata”.

Leggi anche:  Capriolo salvato dai vigili del fuoco nel biellese

Sottoposto all’alcoltest

L’imputato, una volta uscito di strada, venne sottoposto all’alcoltest. Risultandone positivo. “Non ero ubriaco e non viaggiavo oltre il limite. La macchina sbandò in prossimità di una curva e non riuscì a tenere più il veicolo per via del ruotino”. Il giudice Maria Colangelo ha così accolto la richiesta del Pubblico Ministero, condannando l’uomo anche per non aver sostituito in breve tempo la ruota.

Patente ritirata per 2 anni

La difesa, attraverso anche la testimonianza di un consulente, ha ribadito come l’incidente sia stato causato dal lungo tempo d’uso del ruotino e non esclusivamente dalla birra bevuta a pranzo. “Il mio assistito  non è stato informato adeguatamente prima di essere sottoposto all’alcoltest. Il ruotino di scorta ha una durata limitata e la macchina su cui viaggiava non era eccessivamente oltre il limite: la sua ricostruzione è dettagliata”. All’imputato è stata inoltre confiscata la patente per i prossimi due anni per essere risultato positivo all’alcoltest.