Escursionista precipita in Val Pellice. Il cellulare non ha campo: l’allarme 30 minuti dopo.

Escursionista precipita

Domenica intorno alle 17, un escursionista è precipitato lungo il sentiero che conduce da Villanova al rifugio Jervis in Val Pellice (TO).
L’uomo si trovava sul sentiero che percorre la destra della valle quando è scivolato, precipitando per circa una ventina di metri. La caduta si è arrestata a una quota di 1500 metri circa.

L’allarme

Per poter dare l’allarme i suoi compagni di avventura hanno dovuto allertare altri escursionisti sull’altro versante del vallone. Questi ultimi sono poi scesi fino al centro abitato di Villanova dove, finalmente, è partita la chiamata al 112. Circa 30 minuti dopo la caduta dell’uomo.

I soccorsi

A raggiungere per primi l’escursionista sono stati gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte). L’uomo è stato trovato in condizioni critiche, con diversi traumi al volto, agli arti e alla schiena e un principio di ipotermia.
L’uomo è stato elitrasportato all’ospedale CTO di Torino.