Il giovane, un 25enne di origini rumene, era diventato con le sue razzie lettaralmente l’incubo della valle

I carabinieri alla fine hanno fermato l’allevatore degli alpeggi che si era “trasformato” nell’incubo dei proprietari delle baite in montagna. Durante i pascoli, approfittando delle case vuote, l’uomo rubava oggetti  ed effetti personali vari. A mettere fine alle razzie di un romeno di 25 anni ci hanno pensato i carabinieri della stazione di Susa che lo hanno identificato e denunciato per diversi furti avvenuti durante il periodo estivo. A carico dell’uomo è stato anche eseguito un decreto di perquisizione domiciliare emesso dalla Procura di Torino. Complessivamente i furti accertati sono riferibili a sei episodi, anche se il sospetto sia responsabile di altri furti avvenuti anche in altri periodi dell’anno. L’uomo è stato smascherato grazie alle telecamere di videosorveglianza installate in una baita.