Ladro devastato dalla droga. Si taglia la mano durante il furto e non si presenta in caserma per l’obbligo di firma, rintracciato e denunciato.

Ladro devastato dalla droga

Mercoledì scorso un uomo si è introdotto in un esercizio commerciale rubato diversi pneumatici, cerchi, sensori a valvola e 250 euro in contanti, per un danno di circa 8.000 euro. Il ladro nel tentativo di entrare nei locali si era ferito ad una mano rompendo il vetro di una finestra, proprio per introdursi nel negozio.

Subito individuato il responsabile

Sul luogo del furto, i carabinieri hanno trovato diverse tracce di sangue e dopo aver individuato il sospetto, un uomo con obbligo di firma che non si era presentato in caserma, lo hanno fermato e interrogato. G.I., 23 anni, abitante a Poirino, presentava una vistosa ferita alla mano sinistra e ha ammesso le sue responsabilità e ha confessato di aver fatto, nei giorni precedenti, altri quattro furti a Poirino: uffici servizi sociali comunali, Bar Liberty, mobilificio Santi, e palestra Gym studio.

Leggi anche:  Carrozze Malgrà è giallo a Palazzo Lomellini

La confessione

L’uomo ha precisato che il bottino dei furto era stato già speso per acquistare cocaina a Torino. L’uomo ha ammesso: “Rovinato dalla cocaina. Rubo per comprare la droga”.