Pedofili arrestati grazie alle indagini della Polizia postale.

Pedofili arrestati

Sono 55 i pedofili arrestati dalla Polizia postale nell’arco del 2017. Sono  595 le denunce a livello nazionale. Tra le operazioni più significative tra  Piemonte e Valle d’Aosta una ha portato a smascherare 4 persone. Operanti a vario titolo nel mondo delle squadre giovanili sfruttavano il loro ruolo. Adescavano numerosi minori allo scopo di ottenere materiale pedopornografico auto prodotto.

Il modus operandi

Uno di questi in particolare utilizzava un modus operandi che si ripeteva  con alcuni stratagemmi. Infatti  riusciva a fingersi donna sui social come Facebook, Whatsapp, Kik e Telegram con adolescenti di sesso maschile per avere contatti “privilegiati” con gli stessi. Successivamente si  impossessava dei selfie erotici che di volta in volta venivano dagli stessi prodotti su richiesta del giovane adescatore. Una pratica detta sexting.

I dati del 2017 vedono una crescita di reati on line

Un sensibile aumento, rispetto al 2016, è legati ai reati informatici come diffamazione, cyberstalking, trattamento illecito di dati personali, sostituzione di persona. Sono state denunciate su tutto il territorio nazionale 917 persone e arrestate 8. Le sempre più evolute tecniche di hackeraggio, attraverso l’ phishing, ampliano a dismisura gli  attaccati, soprattutto nei rapporti commerciali. Infatti lo scopo delle organizzazioni criminali è quello di intromettersi.