Picchia compagna poi si avvelena. E’ accaduto a San Francesco al Campo.

Picchia moglie poi si avvelena

Ennesimo litigio nella serata di mercoledì 16 maggio è culminato con l’arresto di un trentaseienne. Il giovane dopo aver picchiato la compagna ha ingerito dei farmaci. E ha trascorso la nottata al pronto soccorso di Ciriè. Per poi essere arrestato dai carabinieri della Tenenza di Ciriè.

Lite in casa

La donna, una commessa, ha spiegato ai militari che   era vittima di violenza domestica da parte del partner  troppo violento  da  otto anni. Infatti la scorsa sera il litigio è  culminato con  nuove botte alla compagna. La donna è stata medicata al pronto soccorso di Ciriè per contusioni multiple giudicate guaribili  dai  medici in una settimana.

Ingerisce farmaci

Dopo i calci e pugni l’uomo è stato colto da una crisi. E avrebbe deciso di farla finita ingerendo psicofarmaci. Il tutto alla presenza dei due figli minorenni della coppia. La donna ha dato l’allarme con l’interventro delle ambulanze e dei carabinieri. Poi l’epilogo con la corsa, per entrambi, al pronto soccorso di Ciriè è l’arresto dell’uomo. Che adesso si trova ai domiciliari. Naturalmente non in compagnia della ex…

Leggi anche:  Valle Soana smottamento anche sulla Sp 47