Recuperata collezione archeologica, le indagini erano partite nel 2012.

Recuperata collezione archeologica

Sembrava la solita lite tra eredi, i carabinieri intervengono per placare gli animi ma si accorgono che, in una credenza del salotto, sono custoditi alcuni vasi e ceramiche verosimilmente antichi.
I Carabinieri della Compagnia Torino San Carlo decidono così di richiedere l’intervento del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino vista la pecificità della materia.

La scoperta

I successivi accertamenti sulla natura dei beni, condotti in stretta collaborazione con la Soprintendenza del capoluogo piemontese, e gli approfondimenti volti a stabilirne la titolarità, hanno permesso di individuare anche ulteriori importanti reperti illecitamente detenuti.

238 reperti etruschi e romani recuperati

La vicenda termina così con un provvedimento di confisca emesso dell’Autorità Giudiziaria di Torino. Le indagini che hanno portato al sequestro dei beni erano partite nel settembre del 2012. In tutto sono stati recuperati 238 reperti archeologici di origine Etrusca e Romana di epoca compresa tra il VI e III sec. A.C., per un valore di oltre 300.000,00 euro.

Leggi anche:  Incidente ferroviario Caluso, si aggrava il bilancio: due morti