Roberto Giampietro abbandona il consiglio comunale. E’ successo giovedì a Caselle.

Roberto Giampietro abbandona il consiglio comunale

Colpo di scena giovedì scorso a Caselle. Roberto Giampietro abbandona il consiglio comunale, per protestare contro l’orario di convocazione. L’esponente del Movimento Cinque Stelle ha, così, deciso di lasciare l’assemblea pubblica. La riunione era stata convocata lo scorso 21 dicembre, precisamente per le ore 18.

La nostra rischiesta non è stata presa in considerazione

Il componente della minoranza casellese ha motiviato il suo abbandono. Tutto nasce dopo che le forze di opposizione, unite, avevano chiesto di effettuare i consigli in orari più consoni. “A quattro mesi di distanza il sindaco non ha preso neanche lontanamente in considerazione la nostra richiesta creando una situazione ingestibile e anti-democratica. Perciò non parteciperemo a questa seduta protestando pacificamente”.

Presa di posizione anche degli altri consiglieri

Anche altri consiglieri, quali Luigi Chiappero, il capogruppo del centro-destra Alessandro Favero (che ha cercato una mediazione) e Andrea Fontana hanno detto la loro. Per tutti un cambio di orario sarebbe utile. Così la risposta del sindaco Luca Baracco: “Parlatene nella commissione capigruppo. Credo che la democrazia sia rendere fruibile il consiglio ai cittadini. Quando lo convocavamo alle 21 c’era meno pubblico in sala”.