Tecnico bloccato in montagna salvato dal Soccorso Alpino all’alba dell’Eifania.

Tecnico bloccato in montagna

Un tecnico bloccato in  montagna è stato salvato all’alba dell’Epifania dal Soccorso Alpino. L’addetto della telefonia mobile non era riuscito a rientrare nel pomeriggio di ieri, venerdì 5, alla Colmine   (1702 m), nel Comune di Crevoladossola (VCO). Aveva effettuato un lavoro di manutenzione sui ripetitori telefonici della zona.

La paura venerdì

L’uomo era stato infatti condotto in quota con un elicottero privato, che a causa del peggioramento delle condizioni meteorologiche non lo ha potuto prelevare al termine delle sue mansioni. Intorno alle ore 17 la società  ha quindi contattato la Centrale Operativa del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte) comunicando che non erano in grado di raggiungere l’uomo.

La chiamata di aiuto

Immediatamente dunque sono state mobilitate le squadre a terra della Delegazione Ossolana partite con gli sci e le pelli di foca a causa dell’abbondante innevamento che caratterizza il percorso. I tecnici del CNSAS Piemonte insieme ai tecnici del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) hanno raggiunto il disperso intorno alle ore 24. Dopo oltre 1000 metri di dislivello in condizioni climatiche proibitive tra nebbia, pioviggine e nevischio.

Leggi anche:  Socialisti castellamontesi sul piede di guerra contro l'Amministrazione

Le operazioni di soccorso

L’uomo risultava illeso, benché infreddolito; per l’intera durata dell’operazione era rimasto in contatto telefonico con la Centrale Operativa. Ne aveva monitorato le condizioni di salute e lo aveva aggiornato sulle tempistiche dell’intervento. Indossate un paio di racchette da neve l’uomo è sceso a valle sulle proprie gambe. Dopo una pausa ristoratrice al bivacco che sorge lungo il percorso, l’intero gruppo è tornato a Crevoladossola intorno alle ore 5 di questa mattina.