Tomba profanata a Quassolo per rubare gioielli.

Tomba profanata al cimitero di Quassolo

Una tomba profanata al cimitero di Quassolo per rubare i gioielli. I malviventi hanno distrutto il loculo dove nel 1967 era sepolta una donna. La defunta era morta all’età a seguito di un incidente stradale. I famigliari avevano lasciato all’interno una borsetta.

Mistero sul contenuto della borsetta

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, dentro la borsa potevano esserci dei preziosi. Ma sul contenuto stanno ancora proseguendo gli accertamenti dei militari dell’Arma. Quel che è certo è che è stata tolta dalla bara e poi abbandonata. Dopo essere stata svuotata.

La denuncia ai carabinieri

Del furto sacrilego se n’è accorta una persona andata al Cimitero qualche mattina fa. Ha visto il loculo smurato e ha subito avvisato in Comune. Sono così arrivati gli agenti della Polizia municipale e i carabinieri. Quanto accaduto a Quassolo si aggiunge a un episodio simile avvenuto a Leini.