Le donne, di origini slave, sono domiciliate in un campo nomadi di Leini. Una quarta è stata invece denunciata

Tre donne nomadi di origine slava, domiciliate in un campo leinicese, sono state arrestate dai carabinieri di Bagnolo Piemonte (in provincia di Cuneo), in esecuzione di ordini di carcerazione e di un’ordinanza di custodia cautelare per furti aggravati. Una quarta donna è stata fermata e denuncia poiché in possesso di arnesi da scasso. L’intervento dei militi è avvenuto nei pressi di un condominio mentre le quattro erano intente a salire su un’auto. Bloccato il mezzo, i carabinieri hanno provveduto ad accertare la loro identità. Dal controllo sono emerse le loro reali identità e i reati commessi con numerose false generalità. Dalla perquisizione fisica, addosso a una delle donne è stato trovato un cacciavite e una paletta in plastica realizzata per aprire con maggiore facilità le serrature a scatto delle porte. Due delle quattro sono state arrestate e portate in una comunità. La terza ricercata e fermata è stata portata in carcere a Torino.