Velisti dispersi nell’Atlantico, nei giorni scorsi la moglie di Revello, lo skipper originario di Lanzo, aveva più volte chiesto di non smettere di cercare il marito.

Velisti dispersi nell’Atlantico

Riprendono oggi le ricerche di Aldo Revello e Antonio Voinea, i due velisti dispersi nell’Atlantico tra le isole Azzorre e la costa portoghese. da mercoledì scorso. L’appello della moglie di Revello è stato accolto dalla nostra marina militare che da oggi con la nave Alpino della Marina Militare riprende le ricerche interrotte due giorni fa dai portoghesi.

L’appello di Rosa Cilano

Rosa Cilano«Ci sono infiniti casi di persone che sono sopravvissute su una zattera anche oltre 70 giorni. Faccio appello al Governo e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché facciano pressioni sulle autorità portoghesi per continuare a cercare Aldo e Antonio. Al nostro fianco ci sono velisti esperti come Giovanni Soldini e altri: sostengono che potrebbero trovarsi su una zattera anche in una zona diversa, portati dalle correnti», così la moglie di Revello, Rosa Cilano, aveva chiesto disperatamente di non smettere di cercare.

Leggi anche:  Pioggia di banconote false: sequestrate

La speranza della zattera

La zattera del Bright, la barca a vela con la quale i due skipper stavano rientrando in Italia dai Caraibi, «ha ami per pescare e dà la possibilità di sopravvivere a 10 persone. – continua la donna – Continuate le ricerche, l’Italia ci aiuti. Ci sono una bimba di 4 anni e una ragazza di 17 (le due figlie di Aldo Revello, ndr) che stanno aspettando il papà”.

Il video

Questo l’ultimo video del Bright trasmesso lo scorso primo maggio e pubblicato sulla pagina Facebook dell’imbarcazione. Tutto andava per il meglio.