Carnevale Colleretto Castelnuovo, in archivio una grande festa con una buona partecipazione di gente, tanta allegria e un’organizzazione impeccabile.

Carnevale Colleretto Castelnuovo

Una grande festa con una buona partecipazione di gente, tanta allegria, un’organizzazione impeccabile. E’ stato infatti uno spettacolare mix tra coriandoli, colori e maschere. Bilancio quindi più che positivo per il Carnevale Colleretto Castelnuovo. L’iniziativa infatti ormai non è più una piacevole sorpresa. Ma una solida certezza nel calendario canavesano delle manifestazioni carnascialesche più attese e ben riuscite. L’evento ha preso il via il sabato con la caratteristica ed emozionante presentazione dei personaggi.

Grande festa in Valle Sacra

Federico Nocentini ha vestito alla perfezioni i panni del Generale del Carnevale Colleretto Castelnuovo. Mentre la regina aveva il volto sorridente e radioso della simpatica e bella Giulia Benedetto. Grande suggestione quindi per il lancio di palloncini luminosi sotto le stelle. Standing ovation per il ballo in maschera con la musica di Radio Gran Paradiso la sera del sabato. Domenica da 10 in pagella con la Santa messa officiata dal Vescovo di Ivrea, monsignor Edoardo Cerrato. A seguire infatti la tradizionale distribuzione dei fagioli. Quindi spazio alla filata dei carri e alla caratteristica elezione della Grandissima Testa di Rapa.

Leggi anche:  Alto Canavese Games per tre giorni da protagonisti

Rapa abbrustolita

Il Carnavale Colleretto Castelnuovo si è quindi chiuso con la “Rapa abbrustolita”. “Un sentito ringraziamento va infatti a tutti coloro che hanno preso parte alla manifestazione. – spiegano dalla Pro loco collerettese, magistrale organizzatrice dell’evento – In particolare quindi ai mitici fagiolari di Bienca, ai coscritti del 2000 e alla Croce Rossa Italiana di Cuorgnè che ha prestato assistenza per tutta la durata dell’evento. Il ringraziamento più grande va al sindaco di Colleretto che, aiutandoci a superare le difficoltà della burocrazia, ha permesso lo svolgimento del carnevale”.