Festival della canzone in francoprovenzale, si è svolto lo scorso fine settimana.

Festival della canzone in francoprovenzale

Sono state applaudite da un attento pubblico le nuove canzoni in francoprovenzale presentate al 16° Festival dla tchanson en patouà, Festival della canzone in francoprovenzale, promosso dall’Effepi e svoltosi lo scorso fine settimana a Coassolo. Dopo i saluti di Ornella De Paoli, presidente dell’associazione Effepi, sono state introdotte le nuove canzoni eseguite dalla cantautrice valdostana Lidia, dal gruppo Cantén Tourna di Monastero di Lanzo, dal francoprovenzale di Puglia Vincenzo Minichelli e dalla locale Corale Coassolese.

Una musica coinvolgente

Nella accogliente sala polivalente, gentilmente concessa dall’amministrazione del comune della Valle del Tesso, un pubblico numeroso e partecipe ha ascoltato con attenzione le canzoni nuove e si è fatto coinvolgere dai canti corali che, dopo la consegna dei premi di partecipazione, hanno concluso la manifestazione. Particolarmente gradita è risultata la canzone “La masca e lou sounadour” presentata dalla Corale Coassolese, che nelle sue fila annoverava anche don Vittorio Perotti, composta per l’occasione dalle sorelle Cristiana e Alessia Francone e musicata dal Maestro Paolo Coletti Moglia.

Leggi anche:  Spettacolo banda musicale per gli studenti delle scuole

Ottima organizzazione

Alla premiazione hanno portato il loro saluto il sindaco di Monastero di Lanzo, Nicola Ferroglia, e il consigliere del comune di Coassolo, Andrea Berta. La sedicesima edizione del Festival è stata organizzata dall’associazione di studi francoprovenzali Effepi in collaborazione con la Corale Coassolese, il Comune e le altre associazioni locali.