Gran ballo delle debuttanti in un’atmosfera da sogno per per 30 giovanissime coppie in un’esperienza indimenticabile.

Gran ballo delle debuttanti

Trenta Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno e trenta ragazze di età compresa fra i 17 e i 24 anni per vivere una serata da sogno. Per queste giovani coppie è stata dunque l’occasione di una serata romantica nella cornice unica della Reggia di Venaria. Fra valzer, mazurche e polke, è andata infatti in scena la 23esima edizione del «Gran Ballo della Venaria Reale».
Un nobile fine che è servito infatti a raccogliere fondi a favore del Ciosm, il corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta.

Riconoscimenti importanti

Nato nel 1995, il «Gran Ballo della Venaria Reale» ha ottenuto patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, delle Ambasciate d’Austria presso il Quirinale e presso la Santa Sede e della Città di Vienna.
Un evento unico, che nel corso degli anni ha unito formazione, cultura e solidarietà e, proprio grazie ai suoi obiettivi e ai progetti sociali realizzati ha infatti ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti da parte della Presidenza della Repubblica italiana e della Presidenza della Repubblica austriaca.

Leggi anche:  Unitre Castellamonte laboratori e conferenze di successo

Ospiti illustri

A fare gli onori di casa gli attori Alex Belli e Corinna Grandi (ex debuttante 2004). Ospiti della serata numerosi personaggi del mondo della cultura, delle istituzioni e dello spettacolo: Cristina Chiabotto e la cantante Mietta.
Madrina del Gran ballo delle debuttanti è stata la giovane campionessa paralimpica Nicole Orlando detentrice record del mondo nel triathlon, vincitrice di quattro ori e un argento ai Campionati del Mondo.

Gli abiti di Carlo Pignatelli

Dunque una serata da sogno per trenta ragazze che hanno avuto la fortuna di indossare gli eleganti abiti disegnati da Carlo Pignatelli. Lo stilista italiano si è ispirato per queste sue creazioni all’indimenticata Lady Diana per commemorarne il ventennale dalla scomparsa.