L’appuntamento da non perdere è fissato per sabato 3 giugno alle ore 14, quando telecomando alla mano ci si dovrà sintonizzare su Rai 3 durante il TG Regione per vedere il servizio su Buongiorno Ceramica a Castellamonte.

La Ceramica dà il “buongiorno” a Castellamonte in televisione. La città dell’arco di Pomodoro sale alla ribalta sul piccolo schermo. L’appuntamento da non perdere è fissato per sabato 3 giugno alle ore 14, quando telecomando alla mano ci si dovrà sintonizzare su Rai 3. Durante il TG Regione, infatti, verrà trasmesso un servizio con le immagini riprese in questi giorni a Castellamonte, in occasione dell’atteso evento “Buongiorno Ceramica”, promosso dall’AiCC e dall’assessorato alla cultura locale. Si tratta di una bella iniziativa alla scoperta della ceramica artistica e artigianale canavesana e castellamontese, tra antiche tradizioni e nuove sensibilità. Tanti gli appuntamenti imperdibili in paese. Domenica 4 giugno al museo Fornace Pagliero di Spineto si terrà il “Raku day”, un laboratorio open air a cura di Livio Girivetto Mensio, dell’associazione artisti della Ceramica in Castellamonte e dell’associazione Museo Fornace Pagliero. Si potrà scegliere la propria tazza, decorarla, infornarla per fissare le cromie degli smalti e con il supporto di ceramisti esperti, una volta cotta, infine, usarla subito per una degustazione di thè di congedo. L’iniziativa avrà luogo dalle 14.30 alle 18.30. Sabato e domenica, in via Massimo D’Azeglio 174, nella suggestiva cornice della magnifica Casa Museo Allaira (dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18) sarà possibile visitare la Mostra del caminetto in ceramica Franklin creato a Castellamonte. Saranno in esposizione più di 20 esemplari perfettamente ricostruiti o restaurati nel pieno rispetto della loro originalità in un’ambientazione rispettosa della moda dell’epoca. Inoltre, si potrà valutare il lavoro di restauro in corso d’opera nel laboratorio su altri manufatti come gli ornati architettonici, le statue e la stoviglieria. Porte aperte anche a “La Castellamonte”: apertura della fabbrica e visita guidata alla produzione delle stufe in ceramica. Al Cantiere delle arti, infine, spazio alla Mostra “Alta temperatura”, mostra d’arte ceramica con Sandra Baruzzi, Guglielmo Marthyn, Mara Tonso. Il comune denominatore di questa mostra è l’alta temperatura. Opere d’arte ceramica cotte a 1200/1300°C. Ogni artista, a modo suo, si appropria di porcellane e gres, terre modellate e smaltate che si presentano con opere uniche  in percorsi estremamente personali.