Lions Club restaura l’altare della chiesa di Nole.

Lions Club restaura l’altare della chiesa di Nole

Il progetto è pronto e i lavori affidati al laboratorio Rocca di Balangero. Il service, così viene infatti definito nel gergo lionistico è stato presentato nei giorni scorsi. In occasione della cena organizzata dal Lions Club Valli di Lanzo. Presieduto da Carlo Borgarello. L’altare in questione è quello amato da Padre Giuseppe Picco. Quello dove il venerabile celebrava le Messe. A seguire il progetto sarà la Sovrintendenza Belle Arti e Paesaggio. Si tratta di una struttura lignea con i fregi e le statue dorate. La somma che si andrà a spendere è di non poco conto. Servono, infatti, circa 13mila euro.

Un pò di storia

L’altare è collocato presso la chiesa di San Vincenzo. Vittima, nel  novembre 2006, del crollo del campanile. Che distrusse, purtroppo, anche buona parte della chiesa. Per fortuna, in quel momento nessuno era presente nella chiesa. L’altare è stato costruito nel 1698 dalla Compagnia del Suffragio. Nell’Ottocento questo luogo era prescelto tutti i lunedì dell’anno. Dai fratelli della Compagnia del Suffragio. Per la celebrazione dell’eucarestia.

Leggi anche:  Nole, Consiglio comunale alle 17.30, è polemica

Il Lions Club Valli di Lanzo sempre attivo

Il Lions Club Valli di Lanzo sempre attivo. Infatti sono molte le iniziative e progetti di solidarietà. Avviati in questi anni. Il Lions Club, dunque, restaura l’altare della chiesa di Nole. Un progetto non indifferente. Sia per la delicatezza dell’intervento. Che per il costo. Di circa 13mila euro. I lavori sono stati affidati al laboratorio Rocca. Che, infatti, si era già occupato della tela dentro il retablo. Un lavoro decisamente impegnativo. Che aveva però permesso il recupero di una bellissima tela. Dunque, una testimonianza storica e religiosa di grande rilievo.