Lunathica vuole crescere e per farlo ha bisogno di nuovi finanziatori.

Lunathica

Il Festival diretto da Cristiano Falcomer, forte dei suoi oltre 17000 spettatori all’anno si configura come una delle manifestazioni di maggior impatto sul territorio. Oggi si cercano finanziatori privati per crescere ulteriormente e rafforzare il progetto, creando occupazione e offrendo visibilità e promozione turistica.

Investire su Lunathica è un’importante opportunità per ottenere visibilità, sostenendo l’occupazione giovanile e favorendo il turismo e la valorizzazione del territorio locale.
Lo staff di Lunathica, è già al lavoro sulla prossima edizione del Festival di Teatro di Strada e Circo Contemporaneo che avrà luogo dal 1° al 30 giugno 2018. In queste settimane il gruppo è coinvolto nella programmazione del nuovo Le Musichall di Arturo Brachetti a Torino

Festival internazioanle

Mentre si procede dunque con il reclutamento delle compagnie internazionali, è partita anche una ricerca di sponsor che possano contribuire alla sostenibilità economica della manifestazione. “Da oltre 15 anni Lunathica è riconosciuto come uno dei più importanti festival nazionali e gode di fama internazionale. Questo infatti grazie alla collaborazione con numerosi artisti provenienti da tutto il mondo, richiama un pubblico eterogeneo e numeroso (nel 2017 abbiamo avuto oltre 17000 spettatori). Crea occasioni di socializzazione e partecipazione alla vita culturale locale” spiega Cristiano Falcomer, direttore artistico del Festival.

Un festival gratuito

“Grazie al suo progetto organico e alla continua espansione, il festival ha attratto a sé risorse economiche e partner duraturi, sia pubblici che privati. Trattandosi di eventi gratuiti per il pubblico, non beneficiamo di un introito proporzionale al numero di spettatori; bensì di contributi pubblici e delle fondazioni bancarie molto preziosi, ma ancora insufficienti per consolidare la struttura organizzativa durante tutto l’anno ” conclude Falcomer.

Leggi anche:  Campo invernale le feste all'oratorio

Cercasi sponsor

“Oggi il Festival è un vero e proprio miracolo che si concretizza ogni anno grazie al lavoro instancabile di un centinaio di volontari. Sono loro, che hanno sposato la nostra causa e che attendono con entusiasmo la manifestazione, il vero e proprio cuore pulsante, l’anima e la più genuina espressione”.
Poi Falcomer prosegue: “Vogliamo continuare a mantenere questa componente che rappresenta al meglio lo spirito di Lunathica. Ad ogni modo per venire incontro alle crescenti richieste dei Comuni che ci chiedono appuntamenti nei loro territori dobbiamo crescere ulteriormente. Dobbiamo dotarci di uno staff permanente che curi la vita del progetto, il rapporto con le compagnie e le relazioni con i partner durante tutto l’anno”.