All’interno della rassegna Antiqua, dal 26 luglio al 2 agosto, a Romano Canavese, avrà luogo anche il 19esimo Corso Internazionale di Musica Antica. 

Il 10 giugno, a Settimo Torinese, alle 21.15, presso la Chiesa di Santa Croce di Piazza S. Pietro in Vincoli, prenderà il via l’edizione 2017 di Antiqua, la rassegna di musica antica proposta dall’Accademia del Ricercare. All’interno della rassegna Antiqua, dal 26 luglio al 2 agosto, a Romano Canavese, avrà luogo anche il 19esimo Corso Internazionale di Musica Antica (Per informazioni scrivere a info@accademiadelricercare.com o consultare il sito http://accademiadelricercare.com). Dice il direttore artistico dell’Accademia del Ricercare Pietro Busca: “L’edizione di Antiqua del 2017 segue nelle linee generali delle rassegne degli anni precedenti, introducendo però alcune novità di notevole portata. Come gli anni scorsi, si terrà una serie di 16 concerti che vedranno protagonisti solisti, ensemble e direttori di livello internazionale e che si concluderà con la diciannovesima edizione del Corso Internazionale di Musica Antica, appuntamento ormai abituale per giovani musicisti provenienti da tutta l’Europa. Anche in questo caso, Antiqua non si è posta un tema particolare, allo scopo di offrire un cartellone quanto mai vario, in grado di soddisfare il pubblico più ampio possibile. Tra gli artisti coinvolti si segnala la presenza di quattro formazioni provenienti da altrettanti Paesi europei, frutto della collaborazione con i migliori Conservatori Europei. L’obiettivo della manifestazione è fare conoscere le opere note e meno note del repertorio rinascimentale e barocco a un pubblico composto non solo da specialisti, ma anche da giovani e persone di ogni estrazione, favorendo lo sviluppo turistico e culturale del territorio e stabilendo rapporti con enti e associazioni professionisti esterni, sia volontari”. L’aspetto più prettamente organizzativo spetta al direttore della rassegna Pietro Busca, al direttore artistico del Corso Manuel Staropoli e al presidente dell’Accademia del Ricercare Claudia Ferrero, che si avvalgono della collaborazione di uno staff che si prende in carico gli aspetti amministrativi, burocratici, divulgativi, didattici, logistici e di rapporto con enti e associazioni.