Aldo Moro e XXV Aprile premiati nell’ambito del concorso regionale “Prima… vera educazione ferroviaria”.

Aldo Moro e XXV Aprile premiati in ambito artistico e letterario

I ragazzi del liceo Aldo Moro di Rivarolo e dell’Istituto tecnico XXV Aprile di Cuorgnè sono stati premiati nei giorni scorsi nell’aula magna della Cavallerizza di Torino. Il concorso, dal titolo “Prima… vera educazione ferroviaria” ha visto la partecipazione di istituti e agenzie formative provenienti da tutto il Piemonte. Obiettivo era dunque la realizzazione di materiale informativo, testi e progetti tecnici intorno ai temi della sicurezza, della salute e del benessere in ambito ferroviario.

I premiati

A essere premiati un progetto dell’Istituto Aldo Moro e due progetti del XXV Aprile.
L’istituto Aldo Moro con le classi 2C e 2H ha presentato due progetti dal titolo “Sì, viaggiare” e “Sicurezza=Salvezza” (Categoria espressione artistico-creativa).
L’istituto XXV Aprile di Cuorgnè con gli alunni Lorenzo Gobbato, Cont Erik Tomasi, Edoardo Vironda, Andrea Bussacchetti, Davide Ferrero, Andrea Rolando, Andrea Truffa della 5G . Titoli dei progetti: “Sicurezza Ferroviaria” e “In viaggio per la sicurezza” (Categoria Progetti tecnici).
Il XXV Aprile è stato premiato anche  con gli alunni Linda Bertoldo, Daphne Dova, Saulat Martina Monteu, Elia Biasibetti, Kevin Poletti, Luca Vitton, Elisa Scalise, Matteo Vercellio e Alessandro Viale dell 4G. Titoli dei progetti: “Il treno Torino-Cuneo perde il controllo”, “The victims of the railway” e “Vagonata di sicurezza” (Categoria narrativa di genere).

Leggi anche:  Falcone intitolata scuola

Ad ogni scuola vincitrice è andato quindi un premio di 500 euro, mentre ad ogni progetto vincente in ogni categoria 5mila euro.

A scuola di sicurezza sui treni

Il concorso è stato promosso dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, il Compartimento della Polizia Ferroviaria del Piemonte e Valle d’Aosta, l’ufficio scolastico regionale e la Regione Piemonte. Obiettivo era la sensibilizzazione dei ragazzi al corretto utilizzo del treno e al rispetto delle regole, per prevenire comportamenti scorretti, alla base di gravi incidenti.