Borse di studio Valfrè consegnate anche quest’anno ai ragazzi meritevoli di Lanzo.

Borse di studio Valfrè

Nel pomeriggio di lunedì 18 dicembre, presso l’accogliente struttura del LanzoIncontra, si è svolta la cerimonia di assegnazione di sei borse di studio in memoria del professor Pietro Valfrè, Preside della scuola media “Cena” di Lanzo dal 1968 al 1987 e della moglie, la professoressa Marilena Sartoretti, già docente di applicazioni tecniche e di sostegno nella stessa scuola.

I premiati

Per volontà dei quattro fratelli Valfrè, Enrica, Elena, Francesco e Filippo, presenti alla cerimonia organizzata dalla scuola media Cena diretta da Rita Veiluva, la borsa di studio in memoria dei loro genitori è stata assegnata a studenti meritevoli che hanno superato brillantemente l’esame di terza media 2016-2017 e si sono distinti per la votazione ottenuta conseguendo una votazione di 10 e di 10 e lode. I premi sono andati a Vittorio Balbo Mussetto, Kiet Mollo, Nicoleta Pavalache, Ginevra Perino Bert, Francesca Piana ed Elena Vinardi.

Uno spettacolo in ricordo dei Valfrè

Ad accogliere gli studenti meritevoli della Borsa di Studio, sono stati i compagni delle attuali classi terze, che per l’occasione hanno messo in scena uno spettacolo in memoria dei coniugi Valfrè. A prenderne parte anche il professor Sergio Papurello che ha raccontato interessanti e commoventi aneddoti su Pietro Valfrè e su Milena Sartoretti.

Pietro Valfrè

“Il professor Valfrè, professionale, competente, corretto, onesto, disponibile, generoso, trasparente, seppur schivo e riservato, sempre attento alle esigenze altrui e animato da un grande senso del dovere, si è sempre impegnato per una scuola rivolta a tutti. Questo ha fatto sì che ricevesse alla fine della sua carriera un elogio dal Provveditore agli studi dimostrando di essere al servizio della scuola.”

Marilena Sartoretti

“La moglie, la professoressa Marilena Sartoretti, docente di Applicazioni tecniche e di sostegno, ha condiviso con il marito questa passione. Sempre attenta a coinvolgere nelle sue numerose attività ed iniziative, tutti gli alunni, anche coloro che vivevano una situazione di disagio”. “Altruista, generosa, disponibile, attenta al prossimo, umile, creativa, professionale e attiva nel sociale, la Sartoretti ha guidato i suoi alunni in numerosi concorsi, con il solo obiettivo di rendere la “scuola bella”. In pensione dal 1990, ha dedicato parte del suo tempo agli alunni più bisognosi, che seguiva gratuitamente a casa sua. Fondò con il marito il Gruppo Integrazione Disabili; fu socio fondatore del Comitato Ponte del Diavolo e per moltissimi anni fece parte dell’Associazione di carità San Vincenzo. Anche il marito si è sempre distinto per l’impegno attivo nel sociale, con un’attenzione particolare verso tutti i lavoratori. Il fine ultimo del suo impegno era rivolto sempre al “bene comune”.

Leggi anche:  La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole al Salone Martinetti

Un poster per la pace: il futuro della pace

Nella serata c’è stata anche la premiazione degli alunni delle classi II e III della media “Cena“ relativa al Concorso internazionale “Un poster per la pace: il futuro della pace” edizione 2017 proposto da Lions International. A ricevere il premio sono stati Eleonora Scalè, Stefano Marietta, Miriam Casassa Vigna, Martina Latini Corazzini, Ilenia Zanini ed Elisa Airola. Il pomeriggio è cominciato con una commovente interpretazione dell’”Halleluia” di Jeff Buckley, da parte dei ragazzi di terza media. Si è concluso poi con canti di Natale in inglese e francese, diretti dalle professoresse Maurizia Bianco e Patrizia Paschero, come augurio di Buon Natale.