il Canavese http://ilcanavese.it Sat, 21 Apr 2018 23:52:40 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.5 Ladro finge di essere stato derubato per riuscire a scappare http://ilcanavese.it/cronaca/ladro-finge-di-essere-stato-derubato-per-riuscire-a-scappare/ http://ilcanavese.it/cronaca/ladro-finge-di-essere-stato-derubato-per-riuscire-a-scappare/#respond Sat, 21 Apr 2018 23:52:40 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26970 Ladro finge di essere stato derubato per riuscire a scappare dalla Polizia. Ladro finge di essere la vittima Un ladro finge di essere la vittima del furto per riuscire a scappare dalla Polizia di Torino. Il cittadino marocchino di 24 anni si è avvicinato ad alcuni giovani che attendevano l’autobus. Con la scusa di effettuare una […]

Continua la lettura di Ladro finge di essere stato derubato per riuscire a scappare su il Canavese.

]]>
Ladro finge di essere stato derubato per riuscire a scappare dalla Polizia.

Ladro finge di essere la vittima

Un ladro finge di essere la vittima del furto per riuscire a scappare dalla Polizia di Torino. Il cittadino marocchino di 24 anni si è avvicinato ad alcuni giovani che attendevano l’autobus. Con la scusa di effettuare una chiamata, ha strappato loro dalle mani il telefono cellulare.

La reazione dei ragazzi

I ragazzi però si sono rifiutati, avendo intuito che si trattava di una scusa. Il 24enne  dalla richiesta è passato agli ordini. Così uno dei due ragazzi, impaurito, gli ha consegnato il proprio telefono. L’altro, invece, si è rifiutato fino a quando   non glielo ha strappato dalle mani. Il ragazzo ha rincorso il ladro riuscendo a recuperare il suo telefono cellulare e a chiamare i soccorsi.

L’arrivo della Polizia

Gli agenti della Squadra Volante, giunti sul posto, hanno attentamente perlustrano la zona. Ad un certo punto, un ragazzo marocchino si è
avvicinato ai poliziotti riferendo di essere stato vittima di rapina ad opera di due soggetti marocchini. Lo straniero aveva anche fornito agli agenti le descrizioni dei soggetti. La sua azione era esclusivamente volta a depistare gli accertamenti e le ricerche degli operatori. Il ladro era proprio lui. L’uomo corrispondeva esattamente alle descrizioni fornite dai ragazzi. Pertanto i poliziotti lo hanno fermato per il reato di tentata estorsione, rapina e denunciato per il reato di simulazione e inottemperanza a provvedimento di espulsione.

Continua la lettura di Ladro finge di essere stato derubato per riuscire a scappare su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/ladro-finge-di-essere-stato-derubato-per-riuscire-a-scappare/feed/ 0
Contributo famiglie per chi decide di vivere a Locana http://ilcanavese.it/altro/contributo-famiglie-per-chi-decide-di-vivere-a-locana/ http://ilcanavese.it/altro/contributo-famiglie-per-chi-decide-di-vivere-a-locana/#respond Sat, 21 Apr 2018 23:38:36 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26964 Contributo famiglie per chi decide di vivere a Locana. Contributo famiglie C’è un contributo famiglie con figli in età scolare per quelle che scelgono di vivere a Locana.  E’ un provvedimento allo studio da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Bruno Mattiet. E’ pensato per porre rimedio al drammatico fenomeno dello spopolamento. Se ne […]

Continua la lettura di Contributo famiglie per chi decide di vivere a Locana su il Canavese.

]]>
Contributo famiglie per chi decide di vivere a Locana.

Contributo famiglie

C’è un contributo famiglie con figli in età scolare per quelle che scelgono di vivere a Locana.  E’ un provvedimento allo studio da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Bruno Mattiet. E’ pensato per porre rimedio al drammatico fenomeno dello spopolamento. Se ne è discusso nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, convocata per l’approvazione del bilancio di previsione 2018-20.

Il commento del sindaco

«In dieci anni  Locana ha perso 250 abitanti. Il lavoro in valle manca e molte persone scelgono di emigrare in pianura. Per arginare il calo demografico e cercare di mantenere aperte le nostre scuole. Stiamo pensando di istituire un una sorta di «bonus» da assegnare a tutte le famiglie con un figlio in età scolare. Che acquistino un immobile o stipulino un contratto d’affitto a Locana. Che s’impegnino a mantenere la residenza in paese per almeno 5 anni».

Come funziona il contributo

Il contributo ipotizzato sarebbe di 3.000 euro per ogni anno che il figlio frequenterà la scuola a Locana, per un periodo massimo di 3 anni. La cifra stanziata per ora a bilancio è infatti di 30 mila euro, da suddividere tra 10 nuclei familiari e da erogare su richiesta una volta ultimata la pratica per l’ottenimento della residenza. Le famiglie non dovranno avere un reddito  ISEE superiore alla cifra che verrà stabilita dal Comune e avere eventuali altri requisiti, da definire.

L’obiettivo non chiudere le scuole

«Questa iniziativa ci metterebbe al sicuro dal rischio di dover chiudere le scuole. Ci costerebbe comunque sempre meno che portare i nostri ragazzi a scuola sino a Pont». Così il sindaco ha spiegato l’idea dell’esecutivo. Frenare lo spopolamento, portare turismo e lavoro a Locana sono anche gli obiettivi di uno degli investimenti più importanti previsti dal bilancio.

Continua la lettura di Contributo famiglie per chi decide di vivere a Locana su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/altro/contributo-famiglie-per-chi-decide-di-vivere-a-locana/feed/ 0
Fermato clandestino per possesso di droga http://ilcanavese.it/altro/fermato-clandestino-per-possesso-di-droga/ http://ilcanavese.it/altro/fermato-clandestino-per-possesso-di-droga/#respond Sat, 21 Apr 2018 22:59:13 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26972 Fermato clandestino dalla Polizia di Torino per possesso di droga. Fermato clandestino E’ stato fermato clandestino dalla Polizia di Torino per possesso di droga. Durante l’attività di prevenzione e controllo del territorio, gli agenti del Commissariato “Barriera Milano” lo hanno notato   in via Scarlatti. Alla vista dei poliziotti, ha buttato a terra, cercando di occultarlo, un contenitore di […]

Continua la lettura di Fermato clandestino per possesso di droga su il Canavese.

]]>
Fermato clandestino dalla Polizia di Torino per possesso di droga.

Fermato clandestino

E’ stato fermato clandestino dalla Polizia di Torino per possesso di droga. Durante l’attività di prevenzione e controllo del territorio, gli agenti del Commissariato “Barriera Milano” lo hanno notato   in via Scarlatti. Alla vista dei poliziotti, ha buttato a terra, cercando di occultarlo, un contenitore di plastica.

Gli accertamenti

Dagli accertamenti è emerso che si trattava di un involucro contenente sostanza stupefacente. Nello specifico conteneva 20 frammenti di crack e 3 ovuli di cocaina. L’uomo è un cittadino senegalese di 39 anni. Era già stato sottoposto ad obbligo di presentazione alla Polizia giudiziara.

I precedenti penali

Già contestati reati in materia di stupefacenti, è stato trovato nuovamente in possesso di droga. Ma non solo l’uomo aveva anche  3 telefoni cellulari e denaro contante. Il trentanovenne, irregolare sul territorio dello Stato, è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente.

Continua la lettura di Fermato clandestino per possesso di droga su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/altro/fermato-clandestino-per-possesso-di-droga/feed/ 0
Sfida Molise l’onorevole canavesano in prima linea http://ilcanavese.it/politica/sfida-molise-lonorevole-canavesano-in-prima-linea/ http://ilcanavese.it/politica/sfida-molise-lonorevole-canavesano-in-prima-linea/#respond Sat, 21 Apr 2018 22:50:36 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26952 Sfida Molise l’onorevole canavesano Alessandro Giglio Vigna della Lega in prima linea. Sfida Molise Per la sfida Molise   l’onorevole canavesano Alessandro Giglio Vigna è stato quindi  impegnato in questi giorni nella campagna elettorale per le Regionali. “Un onore essere stato scelto insieme al segretario nazionale Riccardo Molinari ed altri parlamentari per il rush finale. Abbiamo messo […]

Continua la lettura di Sfida Molise l’onorevole canavesano in prima linea su il Canavese.

]]>
Sfida Molise l’onorevole canavesano Alessandro Giglio Vigna della Lega in prima linea.

Sfida Molise

Per la sfida Molise   l’onorevole canavesano Alessandro Giglio Vigna è stato quindi  impegnato in questi giorni nella campagna elettorale per le Regionali. “Un onore essere stato scelto insieme al segretario nazionale Riccardo Molinari ed altri parlamentari per il rush finale. Abbiamo messo a disposizione la nostra esperienza per aiutare i candidati della Lega”.

Il commento del deputato

“Siamo stati a Isernia, a Termoli, ma anche nei comuni più piccoli, come a Bojano. Poi a Campobasso dove Matteo Salvini ha dunque ovviamente riempito un’enorme sala. Una bella realtà quindi  in crescita quella della Lega in Molise. Nella mia veste di Deputato ho partecipato a dibattiti, interviste, incontri con cittadini, Amministratori Comunali e associazioni”.

Il giorno del voto

“È stato quindi decisamente interessante vivere per tre giorni una realtà politica diversa.  Ringrazio dunque gli amici molisani per l’ospitalità e faccio il mio in “Bocca al Lupo” per il voto di domenica!”. Oggi domenica 22 aprile è infatti il giorno del voto e si sceglie fra Centrodestra, Centrosinistra, Movimento 5 Stelle e CasaPound.

Continua la lettura di Sfida Molise l’onorevole canavesano in prima linea su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/politica/sfida-molise-lonorevole-canavesano-in-prima-linea/feed/ 0
Carnevale Leini meglio tardi che mai http://ilcanavese.it/attualita/carnevale-leini-meglio-tardi-che-mai/ http://ilcanavese.it/attualita/carnevale-leini-meglio-tardi-che-mai/#respond Sat, 21 Apr 2018 22:46:39 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26967 Carnevale Leini meglio tardi che mai dopo i rinvii per maltempo. Carnevale Leini Si è svolto il Carnevale di Leini dopo la neve di febbraio anche la pioggia ha tentato di far saltare, definitivamente, la sfilata dei carri allegorici. Un evento per i bambini ma che piace a tutti e che, finalmente è riuscito a tenersi […]

Continua la lettura di Carnevale Leini meglio tardi che mai su il Canavese.

]]>
Carnevale Leini meglio tardi che mai dopo i rinvii per maltempo.

Carnevale Leini

Si è svolto il Carnevale di Leini dopo la neve di febbraio anche la pioggia ha tentato di far saltare, definitivamente, la sfilata dei carri allegorici. Un evento per i bambini ma che piace a tutti e che, finalmente è riuscito a tenersi domenica scorsa, 15 aprile. Una decina di carri, provenienti un po’ da tutta la provincia di Torino ha rallegrato il pomeriggio aperto dai gruppi a piedi.

Carri e maschere alla parata

I corri sono arrivati da  Rondissone, Rivara, Ciconio, Brandizzo, Crescentino, come da Moncrivello, Cascina Isola, Mastri di Rivarolo e Salassa. Tra i gruppi a piedi i Conti Provana, dell’omonima associazione intitolata all’Ammiraglio Andrea e i  giullari del Fornacino Club. Ma anche le maschere storiche di Salassa e  le Majorette di Nichelino.

In tanti ad assistere alla sfilata

Ad accogliere gli sfilanti, lungo viale Europa, via Lombardore e via Volpiano, c’erano diverse centinaia di leinicesi festanti. Pronti dar battaglia a suon di trombette e armati di coriandoli e stelle filanti. «Ringrazio tutti i partecipanti, il folto pubblico, coloro che si sono dedicati alla sicurezza, il gruppo giovani dei Tedeschi  per l’aiuto e lo sponsor Parisenergia». Così Mauro Perino, presidente dell’associazione Canavese Free Time, che con l’amministrazione comunale ha organizzato l’evento.

Continua la lettura di Carnevale Leini meglio tardi che mai su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/carnevale-leini-meglio-tardi-che-mai/feed/ 0
Sci club Forno una stagione ricca di successi http://ilcanavese.it/altro/sci-club-forno-una-stagione-ricca-di-successi/ http://ilcanavese.it/altro/sci-club-forno-una-stagione-ricca-di-successi/#respond Sat, 21 Apr 2018 22:31:41 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26961 Sci club Forno la stagione 2018 è stata ricca di successi. Sci club Forno Per lo sci club Forno il 2018 è stato un anno ricco di successi. Si dice che la fortuna aiuta gli audaci. Nella crescita esponenziale di quel sodalizio  non si può certo parlare di un aiuto della «dea bendata». Il risultato colto […]

Continua la lettura di Sci club Forno una stagione ricca di successi su il Canavese.

]]>
Sci club Forno la stagione 2018 è stata ricca di successi.

Sci club Forno

Per lo sci club Forno il 2018 è stato un anno ricco di successi. Si dice che la fortuna aiuta gli audaci. Nella crescita esponenziale di quel sodalizio  non si può certo parlare di un aiuto della «dea bendata». Il risultato colto nel 2018 dal club diretto da Giuseppe Milano, infatti, è figlio di un lavoro di programmazione, crescita ed impegno. Unito alla grande passione di tutti, che ha portato l’associazione altocanavesano a toccare punte davvero notevoli.

Il commento del presidente

«Circa 250 tesserati, oltre 50 giovani che hanno preso parte ai corsi. La bellezza di 150 persone alla cena sociale e risultati, sulle piste. Ci hanno regalato una vetrina importante. Insomma, è stata davvero una grande annata» commentano da Forno. Con il presidente del sodalizio che ci tiene ad aggiungere: «Il segreto? Semplicemente una squadra coesa, di qualità. Composta da persone che hanno voglia di darsi una mano, tutti insieme. Quando parti da una base del genere, poi i risultati arrivano».

Il secondo posto nella Coppa Canavese 2018

L’aver portato il giovane Brunetto alle finali del «Pinocchio», oltre alla presenza di altri giovani atleti ad alcune gare Fisi di tutto rispetto  sono un incentivo pure per il futuro. «Il direttivo ha lavorato bene, i maestri sono stati davvero eccezionali, dei professionisti che hanno seguito i ragazzi. Che dire poi dei giovani e delle loro famiglie, che hanno capito pienamente lo spirito del nostro club».

Continua la lettura di Sci club Forno una stagione ricca di successi su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/altro/sci-club-forno-una-stagione-ricca-di-successi/feed/ 0
Progettazione partecipata con i Contratti di fiume della Dora Baltea http://ilcanavese.it/attualita/progettazione-partecipata-con-i-contratti-di-fiume-della-dora-baltea/ http://ilcanavese.it/attualita/progettazione-partecipata-con-i-contratti-di-fiume-della-dora-baltea/#respond Sat, 21 Apr 2018 22:05:55 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26957 Progettazione partecipata con i Contratti di fiume della Dora Baltea a Ivrea. Progettazione partecipata E’ stata una progettazione partecipata dunque la giornata Interreg Alcotra EauConcert2 giovedì 19 aprile ad Ivrea. In Sala Santa Marta si è svolto il terzo workshop “Verso il contratto di fiume della Dora Baltea”. Dopo l’introduzione ai lavori a cura di Angelo Canale Clapetto, […]

Continua la lettura di Progettazione partecipata con i Contratti di fiume della Dora Baltea su il Canavese.

]]>
Progettazione partecipata con i Contratti di fiume della Dora Baltea a Ivrea.

Progettazione partecipata

E’ stata una progettazione partecipata dunque la giornata Interreg Alcotra EauConcert2 giovedì 19 aprile ad Ivrea. In Sala Santa Marta si è svolto il terzo workshop “Verso il contratto di fiume della Dora Baltea”. Dopo l’introduzione ai lavori a cura di Angelo Canale Clapetto, Presidente del Bim Dora Baltea Canavesana e di Paolo Mancin, Regione Piemonte, sono quindi iniziati gli interventi tecnici.

Una corretta gestione

Gestire la vegetazione delle rive dei fiumi consente dunque vantaggi dal punto di vista ambientale e della prevenzione del dissesto idrogeologico. Numerose le misure attive sul PSR per il finanziamento di interventi specifici nel settore. La Regione Piemonte ha predisposto con IPLA e reso disponibili a tutti manuali specifici per la realizzazione.

Sviluppo turistico

Ci sono quindi  prospettive di sviluppo turistico per il territorio, mettendo in luce anche i recenti dati lusinghieri su arrivi e presenze in Canavese. Dal 2016 al 2017 nell’Eporediese e Canavese c’è stato dunque un aumento medio di arrivi e presenze del 7%. Le caratteristiche e i patrimoni del Canavese ben si sposano alle priorità individuate dal Piano Strategico del Ministero. Tra queste natura e ambiente, cammini e itinerari religiosi, sostenibilità e siti Unesco.

I risultati  di Sferalab

Ad oggi il progetto ha coinvolto 33 comuni, 9 unioni, 14 enti sovraordinati, 20 associazioni, consorzi e imprese. E anche 23 classi scolastiche, 120 stakeholder, 419 studenti, compiendo un vasto lavoro di concertazione e coinvolgimento di tutti gli attori locali.
E’ stata annunciata la Festa del Fiume che si svolgerà il 25 maggio ad Alice Superiore.

Il protocollo d’intesa

Alla festa del Fiume ci sarà la sottoscrizione del protocollo di intesa, la mostra fotografica dei lavori delle scuole e la premiazione del concorso fotografico “I luoghi della biodiversità”. Si terranno anche degustazioni enogastronomiche, interventi musicali del Quintet di Alice.

Continua la lettura di Progettazione partecipata con i Contratti di fiume della Dora Baltea su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/progettazione-partecipata-con-i-contratti-di-fiume-della-dora-baltea/feed/ 0
Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo http://ilcanavese.it/cronaca/corio-taglia-lalbero-muore-schiacciato-sotto-un-ramo/ http://ilcanavese.it/cronaca/corio-taglia-lalbero-muore-schiacciato-sotto-un-ramo/#respond Sat, 21 Apr 2018 17:12:33 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26949 Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo. Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo Incidente mortale oggi pomeriggio, sabato 21 aprile, in frazione Ritornato. Erano circa le 16 quando G. MP è rimasto schiacciato da un grosso ramo dell’albero che stava potando. Su un terreno di sua proprietà. Classe 1972, la vittima era […]

Continua la lettura di Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo su il Canavese.

]]>
Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo.

Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo

Incidente mortale oggi pomeriggio, sabato 21 aprile, in frazione Ritornato. Erano circa le 16 quando G. MP è rimasto schiacciato da un grosso ramo dell’albero che stava potando. Su un terreno di sua proprietà. Classe 1972, la vittima era residente a San Maurizio. Pare fosse solo al momento della tragedia.

Immediato l’allarme e i soccorsi, ma nulla da fare

A dare l’allarme sono state altre persone presenti in altro terreno boschivo vicino a quello dove stava lavorando la vittima. Sul posto è intervenuta la Croce Rossa ma era ormai troppo tardi. Inutili i tentativi di rianimarlo. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Venaria. Saranno loro a condurre le indagini per fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente.

Continua la lettura di Corio: taglia l’albero, muore schiacciato sotto un ramo su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/corio-taglia-lalbero-muore-schiacciato-sotto-un-ramo/feed/ 0
San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini http://ilcanavese.it/cronaca/san-maurizio-unita-per-laddio-a-sergio-tabladini/ http://ilcanavese.it/cronaca/san-maurizio-unita-per-laddio-a-sergio-tabladini/#respond Sat, 21 Apr 2018 15:33:03 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26942 San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini. San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini Una grande folla quella che nella mattinata di sabato 21 aprile ha dato l’addio a Sergio Tabladini. Se ne è andato nella mattinata di mercoledì 18 aprile vittima di un male incurabile. San Maurizio, addio a Sergio Tabladini, ex assessore […]

Continua la lettura di San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini su il Canavese.

]]>
San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini.

San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini

Una grande folla quella che nella mattinata di sabato 21 aprile ha dato l’addio a Sergio Tabladini. Se ne è andato nella mattinata di mercoledì 18 aprile vittima di un male incurabile. San Maurizio, addio a Sergio Tabladini, ex assessore e consigliere comunale. Fu consigliere della Giunta dell’ex sindaco Daniele Balma, dal 1998 al 2002.  Occupandosi di ecologia e di ambiente anche se non aveva deleghe specifiche.

Dal 2002 la sua carriera di assessore

Dal 2002 al 2007 e dal 2007 al 2012 fu assessore nei due mandati dell’ex sindaco Roberto Canova. Che gli affidò ambiente, ecologia e anche la Protezione Civile. Nel primo mandato della Giunta Biavati fu consigliere di opposizione. E nelle ultime elezioni amministrative si candidò con il gruppo San Maurizio Domani al fianco di Roberto Canova. Nonostante fosse già debilitato dalla malattia non mancò di dare il suo contributo, mettendosi al servizio del paese.

Continua la lettura di San Maurizio unita per l’addio a Sergio Tabladini su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/san-maurizio-unita-per-laddio-a-sergio-tabladini/feed/ 0
Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito http://ilcanavese.it/attualita/nole-regioni-italiane-protagoniste-del-meeting-dei-paesi-di-san-vito/ http://ilcanavese.it/attualita/nole-regioni-italiane-protagoniste-del-meeting-dei-paesi-di-san-vito/#respond Sat, 21 Apr 2018 14:46:40 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26944 Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito. Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito Il 19° Meeting Nazionale dei paesi di San Vito si sta svolgendo a Nole. Le delegazioni sono arrivate venerdì 20 e ripartiranno domenica 22 aprile. Per la prima volta il paese avrà l’onore […]

Continua la lettura di Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito su il Canavese.

]]>
Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito.

Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito

Il 19° Meeting Nazionale dei paesi di San Vito si sta svolgendo a Nole. Le delegazioni sono arrivate venerdì 20 e ripartiranno domenica 22 aprile. Per la prima volta il paese avrà l’onore di ospitare il grande evento che da diciannove anni. Riunisce annualmente, in località dell’Italia, i paesi e città che sono accomunati dalla devozione a San Vito, come patrono del loro territorio. Una bellissima iniziativa per riunire le genti, accomunare i paesi. Far scoprire gli uni agli altri le differenti tradizioni, usi e costumi. Dalla Sicilia al Veneto, passando per la Puglia, la Basilicata, le Marche e tante altre regioni dello Stivale.

Il Coordinamento nasce nel 1999

La “famiglia” dei Paesi di San Vito nasce nel 1999 per volontà del sindaco e del parroco di San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani. A loro si sono uniti con entusiasmo altri soci ed insieme si è creata una rete di comunicazione che prosegue con successo da quasi vent’anni. In rete vengono messi i paesi che venerano come patrono il Santo Martire custodendo un luogo di culto a lui dedicato. Nole è uno di questi. Con il bellissimo santuario di San Vito.

Sabato 21 assemblea e visita a Nole

Sono iniziati questa mattina i lavori del Meeting. Nuove idee e proposte. E’ iniziata alle 12 si è svolta l’assemblea dei soci dell’associazione. Alle 13 lunch per riprendere i lavori dell’assemblea alle 14. Nel pomeriggio in visita al paese di Nole. Offerta del cero a San Vito alle 19 presso il Santuario. Infine, alle 20,30 cena e serata insieme.

Domenica 22 aperitivo dei Paesi di San Vito

Alle 9,30 ritrovo presso il Parco della Rimembranza. Poi alle 10 sfilata con i gonfaloni dal cimitero in direzione della chiesa. L’orario delle 10,30  sarà quello della celebrazione della Messa. Alle 12 aperitivo con la possibilità di degustare i prodotti tipici delle varie comunità intervenute al Meeting. Infine, alle 13,30 conclusione del Meeting e pranzo insieme.

Continua la lettura di Nole, regioni italiane protagoniste del Meeting dei Paesi di San Vito su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/nole-regioni-italiane-protagoniste-del-meeting-dei-paesi-di-san-vito/feed/ 0
Priacco, ruote sicure per i giovani studenti http://ilcanavese.it/scuola/priacco-ruote-sicure-per-i-giovani-studenti/ http://ilcanavese.it/scuola/priacco-ruote-sicure-per-i-giovani-studenti/#respond Sat, 21 Apr 2018 14:09:52 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26939 Priacco, ruote sicure per i giovani studenti. CUORGNE’. Priacco, ruote sicure per i giovani studenti Ruote sicure per i giovani studenti della scuola di Priacco, piccola ma popolosa frazione di Cuorgnè. Nei giorni scorsi i bimbi della scuola locale, appartenente alla direzione didattica di Cuorgne’, hanno ospitato infatti, nelle loro aule, e poi nel cortile […]

Continua la lettura di Priacco, ruote sicure per i giovani studenti su il Canavese.

]]>
Priacco, ruote sicure per i giovani studenti. CUORGNE’.

Priacco, ruote sicure per i giovani studenti

Ruote sicure per i giovani studenti della scuola di Priacco, piccola ma popolosa frazione di Cuorgnè. Nei giorni scorsi i bimbi della scuola locale, appartenente alla direzione didattica di Cuorgne’, hanno ospitato infatti, nelle loro aule, e poi nel cortile della scuola, i funzionari dell’ACI di Ivrea e i vigili urbani per un’iniziativa. Che mira a sensibilizzare i bambini sull’uso responsabile della bicicletta sulla strada.

Una lezione teorica e una pratica

I bimbi hanno svolto una lezione teorica e poi una pratica. In più hanno lavorato sul codice della strada e sulle regole per il corretto utilizzo della bicicletta. Obiettivo, quindi, centrato per l’importante ed originale progetto, che ha trasmesso agli alunni cuorgnatesi, attraverso una preliminare conoscenza tecnica del mezzo. Le norme di comportamento da utilizzare sulla strada per la propria sicurezza e per quella degli altri.

Ecco chi è intervenuto

Sono intervenuti” il Dottor Fabio Costanzo, direttore Aci Ivrea, Dott Elena Forte funzionaria Aci, il Dott Danilo Caretto Ispettore Polizia Municipale Ivrea, Alessandro Gotta Agente Scelto polizia municipale di Cuorgnè. “A tutti va il nostro più caloroso ringraziamento. -hanno commentato dalla scuola di Priacco – Ad ogni bimbo sono stati dati gadget e un attestato di partecipazione. Educare i bimbi sin da piccoli alle regole è il miglior e più efficace modo per farne adulti consapevoli e rispettosi”.

Continua la lettura di Priacco, ruote sicure per i giovani studenti su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/scuola/priacco-ruote-sicure-per-i-giovani-studenti/feed/ 0
Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra http://ilcanavese.it/attualita/giochiamo-con-larte-per-conoscere-volpiano-inaugurata-mostra-dei-piccoli-studenti/ http://ilcanavese.it/attualita/giochiamo-con-larte-per-conoscere-volpiano-inaugurata-mostra-dei-piccoli-studenti/#respond Sat, 21 Apr 2018 14:00:30 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26934 Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra. Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra E’ stata inaugurata oggi, sabato 21 aprile alle ore 10, nell’ingresso del Municipio di Volpiano la mostra con le opere dei bambini. Sono quelli dell’ultimo anno delle scuole dell’infanzia “Arcobaleno” e “Acquerello”. Le creazioni nate dalla fantasia dei piccoli […]

Continua la lettura di Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra su il Canavese.

]]>
Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra.

Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra

E’ stata inaugurata oggi, sabato 21 aprile alle ore 10, nell’ingresso del Municipio di Volpiano la mostra con le opere dei bambini. Sono quelli dell’ultimo anno delle scuole dell’infanzia “Arcobaleno” e “Acquerello”. Le creazioni nate dalla fantasia dei piccoli artisti rimarranno esposte fino a fine giugno. L’iniziativa viene realizzata nell’ambito dei Fondi strutturali europei, del Pon (programma operativo nazionale, modulo Arteinsieme).

Un interessante progetto

Si tratta del progetto “Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano”. Gli obiettivi del progetto sono parecchi. Favorire la conoscenza e l’amicizia tra bambini e adulti partecipanti. Guardare con gli occhi curiosi del turista la propria città attraverso l’esplorazione “en plein air”. Rielaborare le esperienze nell’atelier creativo. Utilizzando le suggestioni dei grandi maestri dell’arte moderna e contemporanea, stimolare e potenziare l’affetto. Il rispetto e la cura per la propria città. Inoltre, con questa iniziativa s’intende consolidare la collaborazione tra l’Istituto comprensivo e il Comune. Questo per rendere quindi visibile il progetto alla popolazione. Utilizzando e trasformando un luogo istituzionale, quale l’ingresso dell’edificio comunale, in una mini galleria d’arte, arricchendolo di colori e di emozioni.

Continua la lettura di Giochiamo con l’arte per conoscere Volpiano, inaugurata mostra su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/giochiamo-con-larte-per-conoscere-volpiano-inaugurata-mostra-dei-piccoli-studenti/feed/ 0
In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni | FOTO E VIDEO http://ilcanavese.it/cronaca/in-centinaia-per-laddio-a-mattia-moro-aveva-solo-15-anni/ http://ilcanavese.it/cronaca/in-centinaia-per-laddio-a-mattia-moro-aveva-solo-15-anni/#respond Sat, 21 Apr 2018 13:48:03 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26928 In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni. SAN COLOMBANO. In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni Una folla commossa quella che oggi, sabato 21 aprile, ha accompagnato Mattia Moro nel suo ultimo viaggio. Calciatori canavesani ricordano l’amico Mattia. Il giovane, di soli 15 anni, è tragicamente scomparso in […]

Continua la lettura di In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni | FOTO E VIDEO su il Canavese.

]]>
In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni. SAN COLOMBANO.

In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni

Una folla commossa quella che oggi, sabato 21 aprile, ha accompagnato Mattia Moro nel suo ultimo viaggio. Calciatori canavesani ricordano l’amico Mattia. Il giovane, di soli 15 anni, è tragicamente scomparso in un incidente di moto. La chiesa di San Colombano era gremita. Ad accompagnare il giovane nel suo ultimo viaggio anche i compagni di squadra della Strambinese. E gli amici del Vallorco.

Continua la lettura di In centinaia per l’addio a Mattia Moro, aveva solo 15 anni | FOTO E VIDEO su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/in-centinaia-per-laddio-a-mattia-moro-aveva-solo-15-anni/feed/ 0
Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/teatro-dautore-a-leini-omaggia-paolo-hendel/ http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/teatro-dautore-a-leini-omaggia-paolo-hendel/#respond Sat, 21 Apr 2018 13:25:17 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26925 Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel. Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel E’ stato il celebre attore di origine toscana, Paolo Hendel, con la rappresentazione «Fuga da via Pigafetta».  A chiudere la quarta stagione del teatro d’autore a Leini. Da quest’anno la rassegna, organizzata in collaborazione con la fondazione Piemonte dal vivo è […]

Continua la lettura di Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel su il Canavese.

]]>
Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel.

Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel

E’ stato il celebre attore di origine toscana, Paolo Hendel, con la rappresentazione «Fuga da via Pigafetta».  A chiudere la quarta stagione del teatro d’autore a Leini. Da quest’anno la rassegna, organizzata in collaborazione con la fondazione Piemonte dal vivo è andata in scena nel nuovissimi teatro «Luciano Pavarotti». «La stagione teatrale appena terminata. – dice il sindaco Gabriella Leone – Si chiude con un bilancio decisamente positivo, sia per quanto riguarda la qualità degli spettacoli proposti sia per la risposta del pubblico, dal momento che ogni serata ha praticamente fatto registrare il tutto esaurito.

Purtroppo solo cinque spettacoli

«Purtroppo il cartellone è stato composto solo da cinque spettacoli. – prosegue la Leone – Una scelta dovuta al fatto che l’inaugurazione del teatro. Avvenuta a dicembre, non ci ha permesso di dare vita ad una stagione più lunga. La risposta strepitosa avuta da Leini, e non solo. Per questa rassegna ci ha anche fatto capire che la scelta di recuperare il vecchio porticato trasformandolo in un teatro. E quindi d’investire sulla cultura, è stata corretta».

Il grazie del sindaco Gabriella Leone

«Un ringraziamento deve essere rivolto a tutti coloro hanno permesso, con il loro lavoro, di portare a casa questo risultato e alla «Fondazione Piemonte dal vivo», con cui è stata messo a punto il calendario degli spettacoli, e i dipendenti del comune. Ciascuno per il suo settore ha fatto sì che tutto potesse funzionare al meglio. E poi, ovviamente, un grazie al pubblico che non è mai mancato e che ha dimostrato di apprezzare quanto è stato proposto. Ora approfitteremo. – conclude il primo cittadino – della pausa per migliorare alcuni aspetti, come la visibilità del palco dalle ultime file, o il servizio biglietteria, che faremo in modo di rendere più funzionale e scorrevole».

Continua la lettura di Teatro d’autore a Leini omaggia Paolo Hendel su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/teatro-dautore-a-leini-omaggia-paolo-hendel/feed/ 0
Giovani campioni di mountain bike http://ilcanavese.it/altro/26921/ http://ilcanavese.it/altro/26921/#respond Sat, 21 Apr 2018 13:12:08 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26921 Giovani campioni di mountain bike. Giovani campioni di mountain bike E’ iniziata nella sempre bellissima cornice di Grinzane Cavour la nuova edizione dello «Young Challenge», il circuito giovanile dedicato alla mountain bike. L’evento di apertura, denominato anche «Trofeo Pastificio Langhe», è stato un bel momento di sport. Al pari della competizione che ha «rotto il […]

Continua la lettura di Giovani campioni di mountain bike su il Canavese.

]]>
Giovani campioni di mountain bike.

Giovani campioni di mountain bike

E’ iniziata nella sempre bellissima cornice di Grinzane Cavour la nuova edizione dello «Young Challenge», il circuito giovanile dedicato alla mountain bike. L’evento di apertura, denominato anche «Trofeo Pastificio Langhe», è stato un bel momento di sport. Al pari della competizione che ha «rotto il ghiaccio» pure della «Xc Piemonte Cup», la quale invece ha fatto tappa a Valmanera. Tra i sodalizi protagonisti come non citare, ancora una volta, quello della Cicloteca, che nelle file delle categorie giovanili si è difeso egregiamente, portando a casa una serie di risultati davvero interessanti.

Ottimi i risultati

In terra albese da segnalare la bella affermazione di Andrea Novero, che si è aggiudicato la classe Allievi Primo anno. Sempre nella stessa competizione Andrea Castagno è giunto 20°, Alessandro Fassero invece 29° e John Estiven Peinetti 30°. Un po’ attardati gli Esordienti Secondo Anno Lorenzo Cerato (28°) e Piermichele Esposito (31°), mentre tra gli Allievi Secondo anno decima piazza di Daniele Rosa e 13esimo posto di Diego Pierbattisti. Nella competizione di Valmanera tra gli Junior hanno gareggiato Dario Maero (15°) e Michele Sgoifo (23°). Grande prova, in campo femminile, per Giorgia Novero e Jessica Gnemmi, che nella loro categoria hanno terminato seconda e terza. Infine, tra i master, Giovanni Pinna ha chiuso 6°.

Continua la lettura di Giovani campioni di mountain bike su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/altro/26921/feed/ 0
Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa http://ilcanavese.it/attualita/tutto-esaurito-per-la-fiera-del-gusto-di-salassa/ http://ilcanavese.it/attualita/tutto-esaurito-per-la-fiera-del-gusto-di-salassa/#respond Sat, 21 Apr 2018 13:05:42 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26918 Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa. Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa Un risultato che ha superato quello (già positivo) dell’anno scorso, confermando che col passare del tempo la kermesse sta crescendo, ottenendo sempre maggiori apprezzamenti. La «Fiera del Gusto» di Salassa ha colto nel segno, con una quinta […]

Continua la lettura di Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa su il Canavese.

]]>
Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa.

Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa

Un risultato che ha superato quello (già positivo) dell’anno scorso, confermando che col passare del tempo la kermesse sta crescendo, ottenendo sempre maggiori apprezzamenti. La «Fiera del Gusto» di Salassa ha colto nel segno, con una quinta edizione che ha fatto registrare numeri record. Sarà stata la proposta vincente scelta dall’organizzazione (diversificare il più possibile la proposta, dando risalto ai gusti ed ai prodotti del Piemonte), oppure le attrattive allestite nel 2018 (dalla presenza del «Generale Lee», l’auto del telefilm «Hazzard», all’infiorata nella chiesa della Confraternita, dallo spazio riservato agli amici a quattro zampe, sino ad arrivare all’esibizione del chitarrista Sergio Arturo Calonego) ma di fatto la manifestazione si chiude con un successo.

Organizzatori soddisfatti

«Dalle parole degli espositori – dicono gli ideatori dell’evento salassese Gianpiero Macrì e Marco Guidetti – abbiamo avuto la conferma che la gente ha risposto, e alla grande. Il 90% delle realtà presenti hanno fatto registrare numeri di tutto rispetto. Siamo davvero contenti di questo. Possiamo solo ringraziare gli sponsor, chi ci ha sostenuto ed aiutato, chi ci ha premiato con la propria presenza. Non ci resta che dare a tutti appuntamento al 2019: sin da adesso stiamo lavorando per delle novità sostanziali sul programma».

Continua la lettura di Tutto esaurito per la «Fiera del Gusto» di Salassa su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/tutto-esaurito-per-la-fiera-del-gusto-di-salassa/feed/ 0
Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run” http://ilcanavese.it/sport/tutti-ai-nastri-di-partenza-per-la-fiano-run/ http://ilcanavese.it/sport/tutti-ai-nastri-di-partenza-per-la-fiano-run/#respond Sat, 21 Apr 2018 13:00:06 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26915 Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run”. Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run” Fiano Run” pronta a partire. Domenica 22 aprile si terrà infatti la corsa non competitiva. Dalle 10 in piazza Ottavio Borla. Un appuntamento sportivo e di divertimento al quale non bisogna assolutamente mancare. Dedicato a grandi e […]

Continua la lettura di Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run” su il Canavese.

]]>

Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run”.

Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run”

Fiano Run” pronta a partire. Domenica 22 aprile si terrà infatti la corsa non competitiva. Dalle 10 in piazza Ottavio Borla. Un appuntamento sportivo e di divertimento al quale non bisogna assolutamente mancare. Dedicato a grandi e piccini, con il solo scopo di stare insieme e di fare solidarietà.

Terza edizione dell’iniziativa

Si è giunti alla terza edizione dell’iniziativa podistica. L’organizzazione è a cura della Pro Loco di Fiano e dell’Unione Sportiva Cafasse. L’evento è patrocinato dal Comune di Fiano e dalla Uisp. Le iscrizioni sono aperte dalle 8 alle 9.30. Riservate a chi non a prenotato in tempo. La partenza è fissata per le 10 da piazza Borla. Il percorso si snoda per 7 chilometri sul territorio. La manifestazione è una passeggiata a passo libero ed è aperta quindi alle famiglie. La giornata si concluderà con il pranzo al centro sportivo di via Arcour.

Memorial Federighi

Si svolgerà anche il secondo memorial “Luca Federighi”. L’uomo è mancato nel 2016. Rappresentava un amico per i componenti dell’associazione turistica. Per tale motivo se ne vuole tenere vivo il ricordo. Intitolandoli la manifestazione.

Evento per la Faro

Il ricavato sarà donato alla fondazione Faro. La sezione valli di Lanzo si occupa, infatti, dei malati terminali. Offrendo cure palliative a domicilio. Tramite l’utilizzo di volontari. Personale paramedico e psicologi. Recentemente è stato avviato il progetto “famiglie fragili”. L’obiettivo è dare un supporto ai nuclei familiari in difficoltà. 

Continua la lettura di Tutti ai nastri di partenza per la “Fiano Run” su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/sport/tutti-ai-nastri-di-partenza-per-la-fiano-run/feed/ 0
Robassomero, si rinnovano le promesse d’amore http://ilcanavese.it/attualita/robassomero-si-rinnovano-le-promesse-damore/ http://ilcanavese.it/attualita/robassomero-si-rinnovano-le-promesse-damore/#respond Sat, 21 Apr 2018 12:49:11 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26912 Robassomero, si rinnovano le promesse d’amore. R0bassomero, si rinnovano le promesse d’amore A Robassomero c’è la Festa degli Anniversari di Matrimonio. Domenica 22 aprile si terrà la cerimonia. Si parte alle 11. Nella parrocchiale Santa Caterina d’Alessandria. Anche per le coppie di Grange di Nole Per le coppie di Robassomero e Grange di Nole. Nel […]

Continua la lettura di Robassomero, si rinnovano le promesse d’amore su il Canavese.

]]>
Robassomero, si rinnovano le promesse d’amore.

R0bassomero, si rinnovano le promesse d’amore

A Robassomero c’è la Festa degli Anniversari di Matrimonio. Domenica 22 aprile si terrà la cerimonia. Si parte alle 11. Nella parrocchiale Santa Caterina d’Alessandria.

Anche per le coppie di Grange di Nole

Per le coppie di Robassomero e Grange di Nole. Nel 2018 le due comunità si uniscono nella celebrazione. A giugno del 2017 Grange è entrato a far parte della parrocchia robassomerese. Gli sposi reciteranno la formula rituale. Quindi verranno distribuite le pergamene ricordo. Seguirà il pranzo su prenotazione. Il costo è 40 euro a coppia e 10 euro peri bambini fino a 14 anni.

Cineforum

Venerdì 20 aprile riprendono le proiezioni di film. Ritrovo alle 20. Nell’edificio San Carlo. In via Martiri della Libertà. La proiezione inizia alle 20.30. Il titolo del film è “I bambini sanno”. Con la regia di Walter Veltroni. La rassegna è dedicata a Graziella Obert e Alessandra Orso. Curatrici del ciclo cinematografico. Ma scomparse prematuramente. Ingresso libero.

Arriva il Vescovo

A metà maggio nell’unità pastorale 33. Il consiglio pastorale ad accogliere monsignor Cesare Nosiglia. In visita pastorale a Robassomero e alle altre comunità parrocchiali. L’unità pastorale è composta anche da Fiano, Cafasse, Monasterolo, Varisella e Vallo. La parrocchiale vallese è al momento amministrata dal parroco di Cafasse. Ma in realtà vacante. Dopo la rinuncia di don Aldo Bertinetti.

Continua la lettura di Robassomero, si rinnovano le promesse d’amore su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/robassomero-si-rinnovano-le-promesse-damore/feed/ 0
Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri http://ilcanavese.it/cronaca/pitbull-denutriti-feriti-e-maltrattati-intervengono-i-carabinieri/ http://ilcanavese.it/cronaca/pitbull-denutriti-feriti-e-maltrattati-intervengono-i-carabinieri/#respond Sat, 21 Apr 2018 12:37:47 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26907 Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri. Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri Sono intervenuti i Carabinieri Forestali del Gruppo di Torino, Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale ad intervenire per salvare i Pitbull maltrattati da parte del privato detentore. La segnalazione risale al mese scorso e dopo una meticolosa […]

Continua la lettura di Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri su il Canavese.

]]>
Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri.

Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri

Sono intervenuti i Carabinieri Forestali del Gruppo di Torino, Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale ad intervenire per salvare i Pitbull maltrattati da parte del privato detentore. La segnalazione risale al mese scorso e dopo una meticolosa indagine e numerosi accertamenti. Che hanno permessodunque di ricostruire accuratamente gli accadimenti accertando che un giovane. Residente nella zona di Santena, acquisiva diversi molossoidi. Nell’intento di avviare un’attività amatoriale di allevamento di cani di razza Pitbull.

Il giovane non riusciva a gestire l’allevamento

A seguito di diverse vicende personali, infatti, il giovane non riusciva a gestire opportunamente la situazione. Nell’ultimo periodo era arrivato a non somministrare agli animali la necessaria alimentazione. Disinteressandosi delle loro necessità e non prestando le cure di cui avevano bisogno gli animali. Gli investigatori hanno scoperto anche un esemplare di pitbull deceduto a causa di mancanza di cibo.

Feriti e denutriti

Un altro esemplare era stato infatti gravemente ferito da un altro cane che era stato gravemente ferito da un altro. Rimasto per parecchi giorni senza cibo. E senza le necessarie cure veterinarie. Una situazione di denutrizione e condizioni igieniche inadeguate negli spazi dove venivano tenuti i cani. Attualmente i pitbull sono stati affidati ad appassionati della razza e le loro condizioni di salute sono ottimali.

Continua la lettura di Pitbull denutriti, feriti e maltrattati: intervengono i carabinieri su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/pitbull-denutriti-feriti-e-maltrattati-intervengono-i-carabinieri/feed/ 0
San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica” http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-mercato-notturno-durante-lunathica/ http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-mercato-notturno-durante-lunathica/#respond Sat, 21 Apr 2018 08:30:26 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26887 San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica”. San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica” L’assessore al Commercio Andrea Persichella sta lavorando ad un evento. In parte nuovo. In parte ià collaudato e anche con grande successo. Si tratta di Lunathica che, anche quest’anno, porterà i suoi spettacoli in piazza Marconi, pronta ad accogliere centinaia di persone, come […]

Continua la lettura di San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica” su il Canavese.

]]>
San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica”.

San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica”

L’assessore al Commercio Andrea Persichella sta lavorando ad un evento. In parte nuovo. In parte ià collaudato e anche con grande successo. Si tratta di Lunathica che, anche quest’anno, porterà i suoi spettacoli in piazza Marconi, pronta ad accogliere centinaia di persone, come lo scorso anno. Il calendario degli spettacoli che l’associazione I Lunatici, di Cristiano Falcomer, presenterà in tutta la zona, è già pronto.

Ecco le date degli spettacoli

Certe le date, in fase di definizione gli spettacoli. Una cosa è certa, saranno tutti… spettacolari. E scusate il gioco di parole. A San Maurizio, il festival di arte circense si svolgerà nel week end del 15 e del 16 giugno. Di qui l’idea di Persichella, già condivisa con gli ambulanti presenti alla riunione, ai quali è stato chiesto di pensarci su. “Gli spettacoli si svolgeranno in piazza Marconi – spiega Persichella – sufficientemente ampia per ospitare, oltre che gli spettacoli anche una sorta di “mercato notturno”. Non tutte le bancarelle, ovviamente, ma sarebbe bello poterne avere qualcuna, per ampliare la gamma di proposte al pubblico per una delle due serate dell’evento. Gli ambulanti faranno un sondaggio al loro interno e decideranno come e se partecipare. Io mi auguro di sì”.

Continua la lettura di San Maurizio, mercato notturno durante “Lunathica” su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-mercato-notturno-durante-lunathica/feed/ 0
Subaru Outback my 2018, ecco il restyling http://ilcanavese.it/motori/subaru-outback-my-2018-ecco-il-restyling/ Sat, 21 Apr 2018 08:23:33 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26900 Ecco la nuova Subaru Outback my 2018. La casa automobilistica giapponese ha lanciato sul mercato europeo il Model Year ’18 della quinta generazione della sua ammiraglia. Le caratteristiche? Design rinnovato degli esterni, degli interni e nuovi sistemi di sicurezza. Una sola combinazione motore-cambio-trasmissione è disponibile con motorizzazione 2.5L benzina da 129KW/175CV a 5.800 g/1’ (coppia […]

Continua la lettura di Subaru Outback my 2018, ecco il restyling su il Canavese.

]]>
Ecco la nuova Subaru Outback my 2018. La casa automobilistica giapponese ha lanciato sul mercato europeo il Model Year ’18 della quinta generazione della sua ammiraglia. Le caratteristiche? Design rinnovato degli esterni, degli interni e nuovi sistemi di sicurezza. Una sola combinazione motore-cambio-trasmissione è disponibile con motorizzazione 2.5L benzina da 129KW/175CV a 5.800 g/1’ (coppia motrice di 235 Nm a 4.000 g/1’) abbinato al cambio Lineartronic e alla trasmissione Symmetrical All Whell Drive Subaru.

Il design della nuova Subaru Outback

La nuova Outback MY18 ha beneficiato di un rinnovamento in tutta l’area frontale della vettura. Questo è caratterizzato da una calandra completamente ridisegnata che si porta in dote i nuovi fari anteriori con tecnologia full led, e un nuovo paraurti che valorizza e impreziosisce ancora di più la vettura sottolineando un carattere di eleganza e al contempo di sportività. L’Outback MY18 è stata rinnovata anche negli interni con un aggiornamento di tutto il cruscotto, dal sistema infotainment al climatizzatore fino alla console centrale per i passeggeri posteriori.

A tutta sicurezza

I fari anteriori aggiornati nel design sono ora dotati di tecnologia led non solo per gli anabbaglianti e i day running light, come per la precedente versione, ma anche per gli abbaglianti. I nuovi fari sono inoltre dotati del sistema SRH (Steering Responsive Headlight) che permette una migliore visione notturna soprattutto in curva. Sterzando anche il fascio luminoso prodotto dai fari seguirà la traiettoria della curva, garantendo maggiore sicurezza di marcia per tutti i guidatori. Outback MY18 è dotata del sistema di chiusura automatica delle porte. Alla velocità della vettura di circa 20 km/h le porte si chiuderanno automaticamente per garantire una maggiore sicurezza a tutti i passeggeri a bordo.

Il sistema EyeSight

Inoltre il sistema di assistenza alla guida EyeSight, molto efficace ed efficiente nell’aiutare il conducente in qualsiasi condizione di marcia, viene aggiornato con l’introduzione del Lane Keep Assist: ora l’assistente alla guida di Subaru  Outback aiuterà non solo a frenare la vettura e a mantenere una velocità di crociera relativa, ma anche a non far uscire la vettura dalla carreggiata di percorrenza, incrementando così la sicurezza di marcia.

Subaru Rear Vehicle Detection

Il Subaru Rear Vehicle Detection, di cui la precedente versione era già dotata, viene aggiornato con l’introduzione dell’indicatore della presenza posteriore o laterale di una vettura. Non più con un led annegato nello specchietto laterale, ma con un led molto più evidente presente sul dorso degli specchietti laterali esterni. Nuove la telecamera frontale a 180° e la telecamera laterale integrata nello specchietto esterno destro. Entrambe permettono al conducente di avere visione dei punti ciechi in fase di manovra o marcia. Infine l’ indicatore di pressione degli pneumatici non ha solo una spia dedicata, ma presenta l’indicazione precisa con la reale pressione delle gomme. Così è possibile identificare l’eventuale guasto dal posto di guida.

Continua la lettura di Subaru Outback my 2018, ecco il restyling su il Canavese.

]]>
Anteprima italiana nuova Touareg FOTO http://ilcanavese.it/motori/anteprima-italiana-nuova-touareg-foto/ Sat, 21 Apr 2018 08:05:32 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26897 L’ anteprima italiana nuova Touareg è andata in scena a Vinitaly di Verona. Volkswagen ha scelto la 52esima edizione della celebre manifestazione dedicata al mondo del vino per lanciare nel nostro paese la terza generazione della sua ammiraglia Suv. La nuova Touareg arriverà nelle concessionarie a giugno, con prezzi a partire da circa 60mila euro. […]

Continua la lettura di Anteprima italiana nuova Touareg FOTO su il Canavese.

]]>
L’ anteprima italiana nuova Touareg è andata in scena a Vinitaly di Verona. Volkswagen ha scelto la 52esima edizione della celebre manifestazione dedicata al mondo del vino per lanciare nel nostro paese la terza generazione della sua ammiraglia Suv. La nuova Touareg arriverà nelle concessionarie a giugno, con prezzi a partire da circa 60mila euro.

Anteprima italiana nuova Touareg

Una innovativa interfaccia digitale, l’Innovision Cockpit, apre a una inedita dimensione dell’infotainment e della connettività. Motore, trasmissione, sospensioni pneumatiche ad aria, ruote posteriori sterzanti e stabilizzazione attiva del rollio garantiscono un’esperienza di guida sicura e dinamica. In Italia, la nuova ammiraglia SUV della Marca sarà disponibile in due allestimenti, Style e Advanced. Quest’ultimo offrirà la scelta tra due ambienti interni. L’Atmosphere, in cui prevalgono il legno e le tonalità naturali, e l’Elegance, che invece dà vita a un abitacolo tecnologico caratterizzato dal metallo. Al lancio, la Nuova Touareg permetterà di scegliere tra due 3.0 TDI V6 da 231 e 286 CV, entrambi associati alla trazione integrale permanente 4MOTION e a un cambio automatico a 8 rapporti.

L’esordio a Pechino il 23 marzo scorso

Presentata in anteprima mondiale il 23 marzo scorso a Pechino (Cina), la Nuova Touareg incarna in maniera esemplare i valori della Marca. Il design molto espressivo dona al nuovo modello un’identità inconfondibile e dal carattere forte. Una vasta gamma d’innovativi sistemi di assistenza assicura il massimo livello di sicurezza e comfort.

Continua la lettura di Anteprima italiana nuova Touareg FOTO su il Canavese.

]]>
San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-apre-il-punto-acqua-smat-a-ceretta/ http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-apre-il-punto-acqua-smat-a-ceretta/#respond Sat, 21 Apr 2018 08:00:10 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26890 San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta. San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta Arriva il Punto Acqua a Ceretta. Grazie alla Smat che in accordo con l’Amministrazione comunale ha collocato il distributore di natuale e gasata. Nessun costo per il Comune. “Ci penserà Smat – precisa il vice sindaco Ezio […]

Continua la lettura di San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta su il Canavese.

]]>
San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta.

San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta

Arriva il Punto Acqua a Ceretta. Grazie alla Smat che in accordo con l’Amministrazione comunale ha collocato il distributore di natuale e gasata. Nessun costo per il Comune. “Ci penserà Smat – precisa il vice sindaco Ezio Nepote – L’inaugurazione avverrà giovedì 26 aprile alle 9,45. Alla presenza degli alunni delle scuole di Ceretta che presenteranno canti e poesie dedicate all’acqua. Smat donerà agli alunni un diario dove si potranno trovare informazioni inerenti l’acqua e dove anche gli allievi stessi potranno annotare informazioni”.

Nel capoluogo sanmauriziese funziona bene

Siamo contenti di poter dotare la frazione di questo servizio. Nel capoluogo è attivo dal dicembre del 2010 e sta funzionando molto bene. Abbiamo chiesto a Smat la possibilità di aprire un Punto Acqua Smat anche a Malanghero. – prosegue Nepote – Ci è stato risposto che la cosa è fattibile. Non nell’immediato. Prima occorrerà vedere il riscontro del punto di Ceretta, poi si deciderà”. A testimonianza del successo che il Punto Acqua di via Matteotti riscuote da ormai otto anni, sono i dati raccolti e forniti dal vice sindaco.

Ecco i consumi di acqua dal 2011 ad oggi

Nel 2011 i litri distribuiti sono stati 762.553 equivalenti a 2089 al giorno, 508.369 le bottiglie di plastica risparmiate pari a 19,43 tonnellate di plastica in meno; nel 2012 i litri sono stati 749.097, 2047 litri di media al giorno, 499.398 bottiglie risparmiate, pari a 18,98 tonnellate. Si passa al 2013 dove i litri erogati sono stati 676.252, 1883 giornalieri, 450.835 le bottiglie di plastica risparmiate pari a 17,13 tonnellate. I dati del 2014 rilevano una erogazione di 417.600 litri, 1144 al giorno, 278.400 bottiglie in meno pari a 10,58 tonnellate. Nel 2015, 499.173 litri pari a 1368 al giorno, 332.782 bottiglie di plastica in meno, 12,75 tonnellate in meno prodotte. Nel 2016 erogate 486.241 litri, 1329 di media al giorno, 324.161 bottiglie in meno prodotte, pari a 12,32 tonnellate. Infine, lo scorso anno, 2017: 473.181 litri, pari a 1296 giornalieri, 315.454 bottiglie risparmiate, tradotte in 11,99 tonnellate risparmiate. A Ceretta, fino al 10 maggio anche l’acqua gasata sarà erogata gratuitamente. La naturale sarà gratis sempre.

Continua la lettura di San Maurizio, apre il Punto Acqua Smat a Ceretta su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/san-maurizio-apre-il-punto-acqua-smat-a-ceretta/feed/ 0
Balangero, primo premio al “Mulino Incantato” | IL VIDEO http://ilcanavese.it/attualita/balangero-primo-premio-al-mulino-incantato/ http://ilcanavese.it/attualita/balangero-primo-premio-al-mulino-incantato/#respond Fri, 20 Apr 2018 23:49:00 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26893 Balangero, primo premio al “Mulino Incantato”. Balangero, primo premio al “Mulino Incantato” A scriverlo sono stati Virginia Maria Ceravolo e Davide Rigoletti, della classe 4ª. Seguiti dalla docente Michela Arbezzano, presente alla premiazione di venerdì 20 aprile presso la sala Marchioli di piazza Dieci Martiri. Era gremita di persone. Dei genitori degli allievi che hanno […]

Continua la lettura di Balangero, primo premio al “Mulino Incantato” | IL VIDEO su il Canavese.

]]>
Balangero, primo premio al “Mulino Incantato”.

Balangero, primo premio al “Mulino Incantato”

A scriverlo sono stati Virginia Maria Ceravolo e Davide Rigoletti, della classe 4ª. Seguiti dalla docente Michela Arbezzano, presente alla premiazione di venerdì 20 aprile presso la sala Marchioli di piazza Dieci Martiri. Era gremita di persone. Dei genitori degli allievi che hanno partecipato al concorso promosso ed organizzato dall’associazione La Pianca di Enrico Bo.

Quelle storie e disegni che raccontano il paese…

Si intitola “Il Mulino Incantato” ed è il racconto scritto dai due allievi della 5ª della Primaria “De Amicis”. Vincitore del primo premio: 300 euro che andranno a tutta la classe, per l’acquisto di materiale didattico. La premiazione è avvenuta nel corso della serata dove l’associazione La Pianca ha anche presentato Il Quaderno di primavera.

Ecco i quattro racconti scelti sui totali 46

Prima edizione del concorso denominato “La Pianca Junior” e decisamente un successo. I finalisti sono stati “Il dono di Sant’Eurosia” scritto da Cristina Signetti e Greta Francisetti. Poi “La macchina del tempo” della 5ª A scritto da Raffaele Pozzo. Per la classe 5ª B, Alessandro Salluzzo ha scritto “Assalto al Castello”.

La simpatia di Silvano Antonelli ha conquistato tutti

Hanno riso, applaudito, si sono divertiti. Non solo i bambini ma anche i loro genitori, presenti alla serata di premiazione. E’ stato lui, il grande attore di spettacoli dedicati ai bambini, ad intervallare i momenti della serata. Tra premiazione del concorso e presentazione del Quaderno di primavera a cura di Enrico Bo. Una serata andata davvero molto bene. Terminata con un ricco buffet a cura dell’associazione Le Siete.

Continua la lettura di Balangero, primo premio al “Mulino Incantato” | IL VIDEO su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/balangero-primo-premio-al-mulino-incantato/feed/ 0
Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club” http://ilcanavese.it/cronaca/rocca-laddio-al-fondatore-della-discoteca-crazy-club/ http://ilcanavese.it/cronaca/rocca-laddio-al-fondatore-della-discoteca-crazy-club/#respond Fri, 20 Apr 2018 23:04:45 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26884 Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club”. Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club” Ci ha lasciati un mito, l’eterno ragazzo che dal ’76 ad oggi è il punto di riferimento per la migliore gioventù del Canavese e non solo. Incredulo struggente l’ultimo saluto a Lelio Cresto 66 anni venerdì mattina 13 aprile […]

Continua la lettura di Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club” su il Canavese.

]]>
Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club”.

Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club”

Ci ha lasciati un mito, l’eterno ragazzo che dal ’76 ad oggi è il punto di riferimento per la migliore gioventù del Canavese e non solo. Incredulo struggente l’ultimo saluto a Lelio Cresto 66 anni venerdì mattina 13 aprile a Rocca. Titolare del bar ristorante di famiglia da “Perutin Antica Posta” e sempre nel ’76 l’indimenticabile fondatore ed anima della famosa discoteca “Crazy Club”. Molti, amici e lacrime sul viso, ragazzi ragazzi ora sono genitori, quanti ricordi. Se ne è andato nel sonno mercoledì notte 11 aprile tra le sue cose abbracciato al suo Micro, un cagnolino di 16 anni.

Una folla immensa ai funerali

E’ una folla quella sotto l’arcata al civico 7 in piazza Osella con lo sguardo rivolto alla piccola stanzetta a piano terra sul cortile: la luce è aperta è l’ultima benedizione del parroco Don Pierluigi Filliol. Accanto il fratello Giorgio che ha un poggiato al fianco di un viaggio per l’ultima la più avventurosa traversata. Amuleti dai mille viaggi, una testimonianza della passione di giramondo mai banale, ma colta e profonda di Lelio.

“Era la nostra luce”…

«Sarà dura la nostra luce», lo abbracciano la famiglia la cognata Katia ed i nipoti Clara, Carlo e Giulia che così tanto hanno amato, ricambiato questo zio geniale, istrionico compagno della loro vita. Lelio era un artista. Iniziò un dipingere erano gli anni ’70 che colori, poi nel ’76 aprì una Rocca al fianco del ristorante, il mitico locale il “Crazy Club” colomba li piazzò in bella vista, amava la musica, è una collezione di tremila vinili una fortuna di nota.

Meta di intere generazioni

Resteranno nella storia di intere generazioni le serate nel locale, si andava dall’Lelio a “cravare” che parola stamba che ancor oggi è nel gergo giovanile, il pienone tutte le sere, il suo Martini Dry. Erano i tempi delle minigonne, le auto rosse che parcheggiavano qua e la con il sommo piacere dei vicini di casa e del «Sindic». Poi le prime “dirette” musicali con lui speaker nelle prime radio “libere”. Aveva la passione per l’arte. «Andava sempre in giro per mostre con gli amici Rinaldo Genesio e Maurizia Vittone – Così lo ricordano gli amici – Era un viaggiatore curioso colto di emozioni, era il ’90 che decise di andare a Cuba, da allora ci ritornava ogni volta ‘anno un gennaio e settembre, quanti racconti che pareva di esserci stati assieme. Amava cucinare e amava le sue piante”.

Continua la lettura di Rocca, l’addio al fondatore della discoteca “Crazy Club” su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/rocca-laddio-al-fondatore-della-discoteca-crazy-club/feed/ 0
Ballurio vicesindaco se Sertoli vince le comunali http://ilcanavese.it/politica/ballurio-vicesindaco-se-sertoli-vince-le-comunali/ http://ilcanavese.it/politica/ballurio-vicesindaco-se-sertoli-vince-le-comunali/#respond Fri, 20 Apr 2018 22:36:15 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26871 Ballurio vicesindaco se il candidato del centrodestra Stefano Sertoli vincerà le comunale a Ivrea. Elezioni comunali 2018Countdown Ballurio vicesindaco L’ex Pd Elisabetta Ballurio vicesindaco se il candidato del centrodestra Stefano Sertoli vincerà le comunali a Ivrea. E’ quanto emerso nel corso della presentazione in sala Santa Marta giovedì scorso 19 aprile. Sertoli si è infatti […]

Continua la lettura di Ballurio vicesindaco se Sertoli vince le comunali su il Canavese.

]]>
Ballurio vicesindaco se il candidato del centrodestra Stefano Sertoli vincerà le comunale a Ivrea.

Ballurio vicesindaco

L’ex Pd Elisabetta Ballurio vicesindaco se il candidato del centrodestra Stefano Sertoli vincerà le comunali a Ivrea. E’ quanto emerso nel corso della presentazione in sala Santa Marta giovedì scorso 19 aprile. Sertoli si è infatti presentato alla cittadinanza e tra i presenti anche la senatrice di Forza Italia Virginia Tiraboschi. E’ stata quest’ultima infatti a proporlo alla coalizione di centrodestra, allargata alla compagine civica della ex rappresentante del Pd. Già deciso chi sarà il presidente del Consiglio comunale ossia Diego Borla, attuale capogruppo di Forza Italia in opposizione

Il discorso di Sertoli

«Non  ho la bacchetta per risolvere tutti i problemi. Ma posso assicurare trasparenza nelle decisioni, costante presenza con i cittadini e professionalità e competenza nei vari ruoli. Persone competenti saranno al suo fianco, persone che già ci sono nella coalizione. Non prometteremo ciò che non è realizzabile ma non ci limiteremo a “chiudere le buche”, ma penseremo al bene della città. E del territorio, con il quale dobbiamo fare sistema»

Il programma e la squadra ancora da chiudere

Quella di Sertoli è una coalizione composta da liste civiche e di partito. «Ognuno con le proprie idee che mantiene, ma sono certo che non solo non sia un problema, ma un vantaggio». Sul programma Sertoli non ne ha ancora parlato: «Lo stiamo definendo, così come le liste. E se qualcuno vuole impegnarsi c’è spazio per farlo».

Continua la lettura di Ballurio vicesindaco se Sertoli vince le comunali su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/politica/ballurio-vicesindaco-se-sertoli-vince-le-comunali/feed/ 0
Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese” http://ilcanavese.it/attualita/cirie-ecco-la-ricetta-dello-chef-giagnetich-per-i-lettori-de-il-canavese/ http://ilcanavese.it/attualita/cirie-ecco-la-ricetta-dello-chef-giagnetich-per-i-lettori-de-il-canavese/#respond Fri, 20 Apr 2018 22:30:18 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26875 Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese”. Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese” Lo chef Alessandro Giagnetich ha preparato una ricetta in esclusiva per i lettori de “Il Canavese Ciriè e Valli di Lanzo”. Si tratta di una battuta di fassone preparata […]

Continua la lettura di Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese” su il Canavese.

]]>
Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese”.

Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese”

Lo chef Alessandro Giagnetich ha preparato una ricetta in esclusiva per i lettori de “Il Canavese Ciriè e Valli di Lanzo”. Si tratta di una battuta di fassone preparata con una ricetta davvero speciale. Lo chef ripercorre passo a passo, in questo video che vi mostriamo, come prepararla. E come impiattarla per presentarla al meglio.

Semplici ingredienti, semplice preparazione

Fassone a cubetti, limone, zenzero, curcuma, erbe, sale, pepe. E poi olio extravergine di oliva e limone. Ecco come preparare il piatto. Per servirlo tipo hamburger tra due ciambelle salate. Per finire, bacche di goji per ultimare il piatto, impreziosirlo prima di portarlo in tavola. Lo chef Giagnetich di strada ne ha fatta.

Nato a Nole, è conosciuto in tutto il mondo

Ama cucinare e lo fa fin da quando è piccolo. Si perfeziona nella preparazione di catering e apre ristoranti. A tredici anni muove i primi passi nel mondo della gastronomia, per poi proseguire conseguendo il diploma di tecnico dei servizi della ristorazione. Appena uscito dai banchi di scuola, si mette in cattedra ed insegna pratica alberghiera, teoria di cucina regionale, nazionale e gestione aziendale alberghiera.
Una carriera all’insegna della formazione, ma anche dell’esperienza sul campo, lavorando in diversi ristoranti nelle location più suggestive del Piemonte e gestendo banchetti e catering. Poi, il suo trampolino per l’estero: da consulente per un’esclusiva catena di alberghi e resort in Istria, a volto immagine di ICIF a Mosca e San Pietroburgo, dove ha dato dimostrazione e tenuto seminari sulla cucina delle regioni
Calabria, Puglia e Sicilia, facendo conoscere al pubblico russo la ricchezza alimentare e gastronomica del Sud Italia. Le sue spiccate capacità di intrattenimento gli hanno anche spalancato le porte del mondo televisivo. Accanto alla simpaticissima Antonella Clerici nella trasmissione “La prova del cuoco”.

IL VIDEO CON LA PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Continua la lettura di Ciriè, ecco la ricetta dello chef Giagnetich per i lettori de “Il Canavese” su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/cirie-ecco-la-ricetta-dello-chef-giagnetich-per-i-lettori-de-il-canavese/feed/ 0
Scontro auto moto a San Giovanni http://ilcanavese.it/cronaca/scontro-auto-moto-a-san-giovanni/ http://ilcanavese.it/cronaca/scontro-auto-moto-a-san-giovanni/#respond Fri, 20 Apr 2018 22:08:34 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26867 Scontro auto moto nel quartiere San Giovanni di Ivrea. Scontro auto moto Nel tardo pomeriggio di venerdì 20 aprile c’è stato uno scontro  auto e una moto nel quartiere San Giovanni di Ivrea. L’incidente è avvenuto intorno alle 18.30 tra una Hyundai  condotta da un ragazzo di Biella, con a bordo una ragazza, e una Yamaha con […]

Continua la lettura di Scontro auto moto a San Giovanni su il Canavese.

]]>
Scontro auto moto nel quartiere San Giovanni di Ivrea.

Scontro auto moto

Nel tardo pomeriggio di venerdì 20 aprile c’è stato uno scontro  auto e una moto nel quartiere San Giovanni di Ivrea. L’incidente è avvenuto intorno alle 18.30 tra una Hyundai  condotta da un ragazzo di Biella, con a bordo una ragazza, e una Yamaha con in sella un 28enne eporediese. Lo scontro ha interessato l’incrocio tra viale Biella e via Casale.

La dinamica dell’incidente

Sarà compito della Polizia municipale di Ivrea ricostruire quanto accaduto. Da una prima e sommaria ricostruzione il ragazzo in moto stava procedendo su via Casale in direzione di Ivrea. All’altezza dell’incrocio è avvenuto lo scontro con l’auto con a bordo gli altri due giovani.

Immediati i soccorsi sul posto

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, oltre alla Polizia municipale di Ivrea. Il centauro è stato portato al Cto di Torino in elisoccorso. E’ attualmente in prognosi riservata. L’occupante dell’utilitaria invece è stata accompagnata con l’ambulanza al Pronto soccorso di Ivrea per accertamenti.

Continua la lettura di Scontro auto moto a San Giovanni su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/scontro-auto-moto-a-san-giovanni/feed/ 0
Alleanze Pd per sostenere la candidatura di Perinetti http://ilcanavese.it/politica/alleanze-pd-per-sostenere-la-candidatura-di-perinetti/ http://ilcanavese.it/politica/alleanze-pd-per-sostenere-la-candidatura-di-perinetti/#respond Fri, 20 Apr 2018 22:05:30 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26869 Alleanze Pd per sostenere a Ivrea la candidatura di Maurizio Perinetti. Elezioni comunali 2018Countdown Alleanze Pd a Ivrea Continuano gli incontri per definire le alleanze col Partito democratico a Ivrea e la candidatura a sindaco di Maurizio Perinetti. Già sancita quella con Ivrea + bella, lista civica del Pd, sono in discussione l’appoggio del gruppo […]

Continua la lettura di Alleanze Pd per sostenere la candidatura di Perinetti su il Canavese.

]]>
Alleanze Pd per sostenere a Ivrea la candidatura di Maurizio Perinetti.

Alleanze Pd a Ivrea

Continuano gli incontri per definire le alleanze col Partito democratico a Ivrea e la candidatura a sindaco di Maurizio Perinetti. Già sancita quella con Ivrea + bella, lista civica del Pd, sono in discussione l’appoggio del gruppo di Franco Giorgio. E poi c’è da definire l’accordo anche con il gruppo del Moderati.

Il “patto” con i Moderati

Il gruppo dei Moderati vede in prima linea il rappresentante territoriale Massimiliano De Stefano. Negli ambienti vicini è trapelato che lui e alcuni suoi collaboratori abbiano incontrato il governatore Sergio Chiamparino. Presente anche l’onorevole   Mimmo Portas segretario dei Moderati. Sul “piatto” un accordo di governo, affinché si amministri la città equamente col PD. In altre parole, secondo i ben informati vicini agli ambienti di Palazzo Lascaris, sede della regione, l’obiettivo è fissare i punti chiave del programma elettorale. Senza preclusioni, spronando il PD a realizzare tutti gli obiettivi in piena condivisione. Ciò a fronte di quanto accaduto nel corso del mandato Della Pepa: De Stefano infatti alcuni mesi fa ha rassegnato le dimissioni dalla carica di capogruppo dei Moderati, interni alla maggioranza in scadenza di consiliatura. Insomma, un dictat: o si definisce un accordo di programma o meglio da soli?

Libera sinistra per Ivrea

Nei giorni scorsi si sono susseguiti anche alcuni in contro con il gruppo di Franco Giorgio, Libera sinistra per Ivrea. E proprio Giorgio ha dichiarato: I componenti la lista “Libera Sinistra per Ivrea” hanno valutato positivamente l’incontro avvenuto con il candidato sindaco Maurizio Perinetti. Ciò sulla base dell’attenta ed approfondita analisi del Programma Elettorale predisposto dalla lista. Preso atto della condivisione, nelle sue linee generali oltre che su alcuni significativi punti di novità e cambiamento da noi proposti, la lista “Libera Sinistra per Ivrea” ritiene vi siano le condizione per entrare nella coalizione che appoggerà Maurizio Perinetti”.

Continua la lettura di Alleanze Pd per sostenere la candidatura di Perinetti su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/politica/alleanze-pd-per-sostenere-la-candidatura-di-perinetti/feed/ 0
Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda http://ilcanavese.it/cronaca/lanzo-a-fuoco-una-cucina-e-una-veranda/ http://ilcanavese.it/cronaca/lanzo-a-fuoco-una-cucina-e-una-veranda/#respond Fri, 20 Apr 2018 17:49:29 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26862 Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda. Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda E’ accaduto oggi, venerdì 20 aprile, a Lanzo, intorno alle 15,40. In via Torino i vigili del fuoco di San Maurizio, insieme a Nole, Torino e l’autoscala sono intervenuti per spegnere un incendio generato in un alloggio. Le fiamme […]

Continua la lettura di Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda su il Canavese.

]]>
Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda.

Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda

E’ accaduto oggi, venerdì 20 aprile, a Lanzo, intorno alle 15,40. In via Torino i vigili del fuoco di San Maurizio, insieme a Nole, Torino e l’autoscala sono intervenuti per spegnere un incendio generato in un alloggio. Le fiamme hanno intaccato parte del balcone e della cucina, ad esso collegata.

Tempestivo intervento

Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha permesso di spegnere il rogo ed evitare danni maggiori all’abitazione. Nessun ferito e nessuno è rimasto intossicato. Le cause che hanno scatenato il rogo sono in corso di aggiornamento.

Continua la lettura di Lanzo, a fuoco una cucina e una veranda su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/lanzo-a-fuoco-una-cucina-e-una-veranda/feed/ 0
Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/balangero-gli-alunni-raccontano-la-storia-del-paese/ http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/balangero-gli-alunni-raccontano-la-storia-del-paese/#respond Fri, 20 Apr 2018 17:08:10 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26858 Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese. Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese Sarà premiato nella serata di venerdì 20 aprile presso il Salone Marchioli di piazza Dieci Martiri il disegno-racconto che la giuria avrà ritenuto meritevole. Si tratta del concorso che il Circolo di Promozione Culturale “La Pianca” ha promosso per […]

Continua la lettura di Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese su il Canavese.

]]>
Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese.

Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese

Sarà premiato nella serata di venerdì 20 aprile presso il Salone Marchioli di piazza Dieci Martiri il disegno-racconto che la giuria avrà ritenuto meritevole. Si tratta del concorso che il Circolo di Promozione Culturale “La Pianca” ha promosso per le scuole balangeresi. In modo particolare per le classi 3ª, 4ª e 5ª della Primaria. Agli alunni è stato chiesto di scrivere un racconto o di realizzare un disegno facendo riferimento ai periodi storici che hanno caratterizzato la storia del paese, agli angoli o chiese e monumenti caratteristici. E così i bambini si sono messi subito all’opera con grande entusiasmo.

Dagli storici lavatoi ai cannoni di San Biagio

C’è chi ha scelto gli storici lavatoi, altri i cannoni del Santuario di San Biagio, altri ancora il Santuario Madonna dei Martiri. La fantasia degli alunni ha permesso di creare un avvincente racconto con protagonisti i ruderi del Castello di Balangero. Sono stati presentati lavori di classe, lavori a gruppi. Chi ha fatto disegni e chi racconti. La giuria, formata dall’associazione La Pianca presieduta da Enrico Bo, ha accuratamente esaminato tutti i lavori pervenuti per il concorso denominato “La Pianca Junior”. “Obiettivo è quello di valorizzare il paese, chiese, santuari e angoli che lo caratterizzano. Coinvolgere le giovani generazioni e far scoprire loro la bellezza di questi gioielli balangeresi per i quali hanno condotto una ricerca storica. E creato personaggi e storie che hanno contribuito ad impreziosire questi angoli storici ed architettonici del paese”, spiega Enrico Bo, presidente de La Pianca.

Non solo gli anziani possono raccontare la storia del paese…

“Quando si parla di storia del paese si è abituati a confrontarsi con persone che hanno superato i sessant’anni. Abbiamo voluto fare qualcosa di diverso, coinvolgere i bambini e le famiglie e vedere se questo argomento interessa loro – prosegue Bo – Siamo molto soddisfatti dell’esito di questa iniziativa che ha visto la partecipazione di 66 bambini. Hanno lavorato da soli o in coppia e il premio in denaro spettante al primo classificato, andrà a tutta la classe. La serata sarà ricca di sorprese. Coglieremo l’occasione per presentare anche il Quaderno della Pianca 2018 dove saranno contenuti i lavori realizzati da questi alunni, oltre ad altre notizie e ricerche storiche condotte dalla nostra associazione. Per esempio quella su uno stemma araldico di Balangero”.

La premiazione stasera, venerdì 20, presso la sala Marchioli

Alla premiazione parteciperanno le classi coinvolte, con gli alunni e i docenti. Sarà presente il sindaco Franco Romeo, il dirigente scolastico Diego Ieva e il parroco don Luigi Magnano. Al termine sarà servito un piccolo rinfresco preparato dall’associazione “Le Siete”. Ma non è tutto. La serata vedrà la partecipazione dell’attore Silvano Antonelli che presenterà degli spettacoli per i bambini intervallando i momenti previsti nel programma della serata. “Anche se sarà assegnato un solo premio, per tutti gli alunni che hanno partecipato al concorso ci sarà un riconoscimento del bellissimo lavoro svolto. – aggiunge ancora Bo – Tutti i disegni realizzati saranno infatti messi in mostra per ringraziare la scuola, gli alunni e i docenti di aver aderito”.

Continua la lettura di Balangero, gli alunni raccontano la storia del paese su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/balangero-gli-alunni-raccontano-la-storia-del-paese/feed/ 0
Tamponamento sulla 460 all’altezza di frazione Gallenca | FOTO e VIDEO http://ilcanavese.it/cronaca/tamponamento-sulla-460-allaltezza-di-frazione-gallenca/ http://ilcanavese.it/cronaca/tamponamento-sulla-460-allaltezza-di-frazione-gallenca/#respond Fri, 20 Apr 2018 16:48:08 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26848 Tamponamento sulla 460, due feriti. Tamponamento sulla 460 Incidente questa sera, poco prima delle 18. Sulla sp460, all’altezza di frazione Gallenca, all’altezza del Cei, un tamponamento con due auto coinvolte. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che una Volkswagen Golf abbia tamponato una Fiat Punto. I soccorsi Dopo l’impatto la Volkswagen Golf è finita nel fossato […]

Continua la lettura di Tamponamento sulla 460 all’altezza di frazione Gallenca | FOTO e VIDEO su il Canavese.

]]>
Tamponamento sulla 460, due feriti.

Tamponamento sulla 460

Incidente questa sera, poco prima delle 18. Sulla sp460, all’altezza di frazione Gallenca, all’altezza del Cei, un tamponamento con due auto coinvolte. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che una Volkswagen Golf abbia tamponato una Fiat Punto.

Tamponamento sulla 460 all'altezza di frazione Gallenca Incidente sulla 460

I soccorsi

Dopo l’impatto la Volkswagen Golf è finita nel fossato a lato della carreggiata. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari del 118 della Croce Bianca di Valperga e i carabinieri di Castellamonte.

Feriti i guidatori

Fortunatamente per l’uomo alla guida della Golf, residente a Forno Canavese non ci sono state gravi conseguenze ed è stato portato all’ospedale di Cuorgnè per le cure del caso. Alla guida della Fiat Punto S. R., 23 anni residente a Valperga, anche lui accompagnato in ospedale non sarebbe in gravi condizioni.

Continua la lettura di Tamponamento sulla 460 all’altezza di frazione Gallenca | FOTO e VIDEO su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/tamponamento-sulla-460-allaltezza-di-frazione-gallenca/feed/ 0
Calabresi in festa la Ginestra compie 10 anni http://ilcanavese.it/attualita/calabresi-in-festa-la-ginestra-compie-10-anni/ http://ilcanavese.it/attualita/calabresi-in-festa-la-ginestra-compie-10-anni/#respond Fri, 20 Apr 2018 15:40:30 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26844 Calabresi in festa la Ginestra compie  10 anni. Accade a Borgaro. Calabresi in festa la Ginestra compie 10 anni Il ritrovo è domani sabato  21 aprile. Dalle 20 nella sala congressi dell’hotel Atlantic. Si cenerà e ballerà in amicizia. Ci sarà anche la torta celebrativa. Un duo musicale animerà la serata. Ci sarà  anche una […]

Continua la lettura di Calabresi in festa la Ginestra compie 10 anni su il Canavese.

]]>
Calabresi in festa la Ginestra compie  10 anni. Accade a Borgaro.

Calabresi in festa la Ginestra compie 10 anni

Il ritrovo è domani sabato  21 aprile. Dalle 20 nella sala congressi dell’hotel Atlantic. Si cenerà e ballerà in amicizia. Ci sarà anche la torta celebrativa. Un duo musicale animerà la serata. Ci sarà  anche una super sorpresa… Prenotare ai seguenti recapiti:  347/9689687  (Iole)  oppure 349/4330154 (Aurora).

Non presenti Fiera delle  Rose

Il gruppo  della presidentessa Iole Santopio non parteciperà alla Fiera delle Rose. L’edizione  2018  non vedrà in piazza la compagine calabrese. Ma il 27 maggio si andrà  alla Fiera della Focaccia a Recco, in Liguria.  Si prevede  un’altra uscita a giugno ma non è stata ancora definita la località.

Pellegrinaggio a Medjugorje

L’intenzione è organizzare un pullman  per raggiungere il luogo di devozione. Si stanno raccogliendo le iscrizioni. Telefonare  allo 011/47002541. Per il mese di settembre si organizzerà un’attività. Infatti per la patronale  “Santi Cosma e Damiano”.

Continua la lettura di Calabresi in festa la Ginestra compie 10 anni su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/calabresi-in-festa-la-ginestra-compie-10-anni/feed/ 0
Pareti e arredi tessili diventano green http://ilcanavese.it/casa/pareti-e-arredi-tessili-diventano-green/ Fri, 20 Apr 2018 13:49:45 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26841 Natura, natura e ancora natura! Le pareti e arredi tessili si coloreranno di verde (nelle sue molteplici tonalità), di arancio, di azzurro cielo velato e di tutti i colori della terra dal rosso al marrone. Ritorneranno le stampe geometriche, in stile anni ’60 -’70 ma soprattutto le trame floreali. Per i tessuti: lino, materie organiche […]

Continua la lettura di Pareti e arredi tessili diventano green su il Canavese.

]]>
Natura, natura e ancora natura! Le pareti e arredi tessili si coloreranno di verde (nelle sue molteplici tonalità), di arancio, di azzurro cielo velato e di tutti i colori della terra dal rosso al marrone. Ritorneranno le stampe geometriche, in stile anni ’60 -’70 ma soprattutto le trame floreali. Per i tessuti: lino, materie organiche e stoffe stampate. Anche per i rivestimenti e i pavimenti si dovranno usare prevalentemente materiali naturali dal legno alle pietre. Gran ritorno della pelle per rivestire divani, sedie e poltrone.

Una sfida tecnologica

Una scelta molto di moda risulterà essere il marmo bianco, da abbinare a moquette, seta, stucchi e cristalli per garantirsi una nota di lusso contemporaneo in casa. Il mobilio si riveste di trame a canestro e textures intrecciate. Dovrà essere ecosostenibile, realizzato con materiali ecologici a basso sfruttamento delle materie prime e mediante metodologie di produzione a basso impatto ambientale. Per la cucina, grande ritorno alla funzionalità e massima attenzione all’ottimizzazione degli spazi. L’arredamento cucina è anche una sfida tecnologica: nuove applicazioni per la gestione in remoto degli elettrodomestici e soluzioni compatte per la depurazione efficace dell’aria.

Pareti e arredi tessili

E poi nuovi forni e piani cottura, più facili da pulire e perfetti per cotture simultanee oltre a nuovi sistemi di refrigerazione, pensati per prolungare la vita dei cibi da conservare e per preservarne le caratteristiche nutritive originali. Il bagno diventa un vero e proprio ambiente su misura e le ultime tendenze dell’arredo, prediligono mobili dalle linee pulite e forme geometriche. I nuovi rivestimenti devono essere a prova di acqua. Quindi ampio uso del gres, delle resine e dei cementi oltre alla classica ceramica, in tutte le sue varianti. Nel living non può mancare il divano angolare componibile o con penisola, per creare una vera e propria isola dedicata al relax, in grado di ospitare tutta la famiglia o gli amici. Basta poi aggiungere un tappeto e un tavolino e l’ambiente è completato.

Continua la lettura di Pareti e arredi tessili diventano green su il Canavese.

]]>
Mobili vecchi o di antiquariato? Ecco come scegliere http://ilcanavese.it/casa/mobili-vecchi-o-di-antiquariato-ecco-come-scegliere/ Fri, 20 Apr 2018 13:37:39 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26838 Mobili vecchi o di antiquariato? Quando si parla di antiquariato in genere, è evidente che ci si riferisce a tutta la produzione di mobili antichi, oggetti e utensili del passato. L’antiquariato rappresenta la testimonianza fisica e tattile degli usi e costumi dei nostri antenati, di come vivevano e di com’era impostata la casa intesa come […]

Continua la lettura di Mobili vecchi o di antiquariato? Ecco come scegliere su il Canavese.

]]>
Mobili vecchi o di antiquariato? Quando si parla di antiquariato in genere, è evidente che ci si riferisce a tutta la produzione di mobili antichi, oggetti e utensili del passato. L’antiquariato rappresenta la testimonianza fisica e tattile degli usi e costumi dei nostri antenati, di come vivevano e di com’era impostata la casa intesa come focolare domestico. Il mobile antico in particolare è testimone delle tecniche artistiche o artigianali del momento in cui è stato creato. Tecniche che a loro volta riflettono la realtà scientifica e tecnologica del loro tempo e degli stili artistici corrispondenti. La storia del mobile ha una sorta di punto d’arrivo nell’epoca moderna.

Dal legno alla plastica

Con l’apparizione della plastica e dei suoi derivati, se da un lato ha promosso lo sviluppo tecnologico e sociale, dall’altro ha accantonato quello che per secoli, nel quotidiano, era stato l’assoluto protagonista nonché il fondamento dell’elaborazione artigianale: il legno. La caratteristica principale di un mobile antico è la sua capacità di riuscire dopo secoli a svolgere la funzione iniziale. Un pezzo antico si distingue da uno semplicemente “vecchio” per lo stile, per il colore vivo e brillante del legno che riappare dopo una fase di lucidatura.

Fiere e mostre di settore

E dal rimanere quasi intatto anche se attaccato dai tarli (grazie all’alta qualità del materiale utilizzato). Chi desidera ornare la propria casa con un pezzo d’antiquariato può iniziare a frequentare fiere e mostre di settore per farsi un’idea di quello che cerca, per l’acquisto però è sempre meglio rivolgersi ad un antiquario di fiducia per avere la garanzia di autenticità e non rischiare di comperare un “falso”.

Show-room per mobili vecchi o di antiquariato?

Esistono show-room specifici per l’antiquariato di lusso. Sono delle vere e proprie gallerie d’arte, dove su richiesta vengono rilasciate perizie e certificati di datazione, provenienza e valore del mobile. Chi ama acquisti più intriganti invece può partecipare ad un’asta. Soprattutto in Inghilterra e Francia (le più famose vengono organizzate stagionalmente) dove è possibile fare dei veri affari!

Continua la lettura di Mobili vecchi o di antiquariato? Ecco come scegliere su il Canavese.

]]>
Prodotti privi di etichetta, maxi multa ad un imprenditore cinese http://ilcanavese.it/cronaca/prodotti-privi-di-etichetta-maxi-multa/ http://ilcanavese.it/cronaca/prodotti-privi-di-etichetta-maxi-multa/#respond Fri, 20 Apr 2018 13:30:28 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26817 Prodotti privi di etichetta sequestrati questa mattina dalla polizia municipale. Prodotti privi di etichetta Prodotti privi di etichettaAll’interno di un negozio di proprietà di un cittadino di origini cinesi gli agenti della polizia municipale del comando di Porta Palazzo hanno trovato numerosa merce non adatta alla vendita. Si tratta di un negozio in via Priocca […]

Continua la lettura di Prodotti privi di etichetta, maxi multa ad un imprenditore cinese su il Canavese.

]]>
Prodotti privi di etichetta sequestrati questa mattina dalla polizia municipale.

Prodotti privi di etichetta

Prodotti privi di etichettaAll’interno di un negozio di proprietà di un cittadino di origini cinesi gli agenti della polizia municipale del comando di Porta Palazzo hanno trovato numerosa merce non adatta alla vendita. Si tratta di un negozio in via Priocca a Torino che vende prodotti di vario genere. Gli agenti hanno effettuato due sequestri amministrativi all’interno del negozio.

Termometri sequestrati

In particolare gli agenti hanno trovato 162 termometri da ambiente privi delle indicazioni minime per il consumatore, come prevede la legge, ovvero non erano accompagnati da nessuna indicazione riguardante i materiali di fabbricazione. Per questo l’imprenditore è stato multato di 1.032 euro e i termometri sequestrati.

Scarpe sequestrate

Non solo termometri, ma anche scarpe. 41 paia di scarpe infatti sono state sequestrate perche vendute prime della regolare etichetta. Per questo l’uomo è stato sanzionato con un’ammenda di 1.400 euro, sequestrate anche le scarpe.

Continua la lettura di Prodotti privi di etichetta, maxi multa ad un imprenditore cinese su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/prodotti-privi-di-etichetta-maxi-multa/feed/ 0
Plantari e sport, sette vantaggi per il benessere http://ilcanavese.it/salute/plantari-e-sport-sette-vantaggi-benessere/ Fri, 20 Apr 2018 13:29:10 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26833 Plantari e sport: molti problemi legati ai piedi si possono prevenire e risolvere semplicemente indossando un plantare personalizzato. Di seguito ne descriviamo i vantaggi. Circolazione Stimola la circolazione venosa, favorendone il ritorno e dando beneficio alle caviglie. Deambulazione Migliora decisamente la deambulazione anche quella causata da distorsioni, asimmetria, zoppie, Equilibrio Favorisce molto l’equilibrio statico e […]

Continua la lettura di Plantari e sport, sette vantaggi per il benessere su il Canavese.

]]>
Plantari e sport: molti problemi legati ai piedi si possono prevenire e risolvere semplicemente indossando un plantare personalizzato. Di seguito ne descriviamo i vantaggi.

Circolazione

Stimola la circolazione venosa, favorendone il ritorno e dando beneficio alle caviglie.

Deambulazione

Migliora decisamente la deambulazione anche quella causata da distorsioni, asimmetria, zoppie,

Equilibrio

Favorisce molto l’equilibrio statico e dinamico, distribuendo l’appoggio del piede su un’area più estesa ed omogenea.

Meno stress

Diminuisce gli stress da disturbi posturali quali mal di schiena, cervicale, particolarmente durante le attività lavorative.

Meno calli

Riduce le antiestetiche che si formano per un cattivo appoggio del piede.

Tendini

Riattiva la sinergia muscolare migliorando la spinta proteggendo i tendini, diminuendo i traumi

Articolazioni

Supporta il piede, limitando il sovraccarico sulle ossa e sulle articolazioni particolarmente nelle persone anziane con debolezza muscolare.

Gli esami computerizzati

Gli esami computerizzati della cinetica motoria ci possono fornire informazioni sulla ripartizione del carico statico e dinamico durante l’appoggio del piede. Abbiamo così, in pochi minuti, una misurazione elettronica della ripartizione delle pressioni per unità di superficie di ambedue i piedi. Una valutazione clinico-strumentale dell’appoggio del piede nello sportivo può indirizzare verso rimedi diversi. Le caratteristiche dell’ortesi piantare per lo sportivo devono soddisfare esigenze legate al gesto atletico e quindi ci deve essere una perfetta integrazione, da un punto di vita anatomico, del correttivo. Per soddisfare tale esigenza dobbiamo avere una rappresentazione tridimensionale dei due piedi: essi sono infatti diversi e ciascuno dei due richiede un trattamento specifico.

Plantari e sport, serve quello adeguato

Per quanto riguarda i materiali che costituiscono l’ortesi, essi devono avere caratteristiche di flessibilità, indeformabilità nel tempo e, in alcuni casi, devono essere differenziati: talune zone di sostegno devono essere più rigide di altre così da offrire garanzie anche quando sottoposte a sollecitazioni massimali. Il sistema CAD CAM innovazione tecnologica, consente attraverso l’acquisizione di più impronte dinamiche sequenziali, visualizzabili sia a punti che ad isobare che vengono mediate fra loro, di costruire un calco pressorio personalizzato. Con il plantare adeguato anche gli sforzi dello sportivo (Balzi, cambi di direzione, ripetute ecc.), non avranno alcuna conseguenza sulla salute e il benessere del piede. Per informazioni chiedete al professionista di fiducia.

Continua la lettura di Plantari e sport, sette vantaggi per il benessere su il Canavese.

]]>
Dimagrire in vista della prova costume http://ilcanavese.it/salute/dimagrire-in-vista-della-prova-costume/ Fri, 20 Apr 2018 13:23:45 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26830 Dimagrire in vista della prova costume è un grande classico di questo periodo. Mancano ormai tre mesi alla prova costume: è arrivato il momento di iniziare una dieta per perdere quei chiletti che ci ha lascito il freddo inverno. Colpa della sedentarietà e dei piatti elaborati tipici della stagione invernale, con l’arrivo della primavera la […]

Continua la lettura di Dimagrire in vista della prova costume su il Canavese.

]]>
Dimagrire in vista della prova costume è un grande classico di questo periodo. Mancano ormai tre mesi alla prova costume: è arrivato il momento di iniziare una dieta per perdere quei chiletti che ci ha lascito il freddo inverno. Colpa della sedentarietà e dei piatti elaborati tipici della stagione invernale, con l’arrivo della primavera la bilancia è inesorabile: circa 3-4 kg in più rispetto all’estate scorsa.

Qualche aggiustamento all’alimentazione

Per le donne che stanno già facendo il cambio-guardaroba, tipico di questi giorni, l’aumento di peso è tangibile dalle gonne che stringono in vita, dalle camicette strette sul petto e sulle braccia, dai jeans preferiti che non si allacciano più. Nessuna paura: con qualche aggiustamento alla normale alimentazione è possibile perdere sino a 8 chili senza dieta! Basta infatti ricorrere ad alcuni trucchetti taglia-calorie!

Dimagrire in vista della prova costume

Primo consiglio la colazione: invece del classico cappuccio e brioche (circa 400-500 kcal) meglio optare per yogurt magro alla frutta, un vasetto da 125 gr, più 30-40 gr di cereali. In questo caso si riescono a risparmiare sino a 200 kcal al giorno. A questo si aggiunga un buon caffè (che non ha calorie purché consumato amaro). Secondo consiglio riguarda pane e pasta: no al divieto assoluto di questi alimenti!

Altri suggerimenti utili

Non è necessario rinunciare a pane e pasta per dimagrire: basta consumarli nelle giuste quantità. Ad esempio se siete abituati a mangiare una michetta a pranzo (da 50 gr) optate per un panino più piccolo da 30 gr (in questo caso abbatterete le kcalorie del 20%). Meglio ancora se preferite il pane integrale: contiene più fibra e sazia di più. Anche per la pasta cercate di assumere una porzione più ridotta (magari 60-70 gr al posto dei 100 gr abituali). Anche il condimento è importante: condimenti light a base di pomodoro fresco o verdure possono aiutare a risparmiare kcalorie!

Ultimo consiglio: camminare

Camminate, camminate, camminate… Camminare fa bene alla salute e alla linea! Con l’aiuto di un contapassi (lo trovate nei negozi di articoli sportivi) potete monitorare i vostri passi quotidiani. Obiettivo: arrivare ai 10000 passi al giorno! Camminando 10000 passi al giorno potrete consumare circa 300-400 kcal al giorno! E ricordate per perdere un chilo di grasso dovete risparmiare ben 7000 kcalorie!

Continua la lettura di Dimagrire in vista della prova costume su il Canavese.

]]>
Costine con patate, ecco come cucinarle http://ilcanavese.it/cucina/costine-con-patate-ecco-come-cucinarle/ Fri, 20 Apr 2018 13:20:27 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26826 Costine con patate, un piatto saporito e gustoso, ma solo se ben cucinato. In Valtellina la cucina è ricca e saporita. Ed ecco dunque anche la coscia di cervo alla panna. Se avete ospiti a cena con questi due piatti è impossibile sbagliare. Costine con patate Per 4 occorrono 1 kg di costine, 60 gr. […]

Continua la lettura di Costine con patate, ecco come cucinarle su il Canavese.

]]>
Costine con patate, un piatto saporito e gustoso, ma solo se ben cucinato. In Valtellina la cucina è ricca e saporita. Ed ecco dunque anche la coscia di cervo alla panna. Se avete ospiti a cena con questi due piatti è impossibile sbagliare.

Costine con patate

Per 4 occorrono 1 kg di costine, 60 gr. di burro, 500 gr. di patate, 2 cucchiai di salsa di pomodoro, brodo, olio, sedano, cipolla, carota, sale e pepe. Tagliare le costine separandole l’una dall’altra, formando cioè tanti pezzi quante sono le ossa. Farle dorare in burro e olio e unirvi poi il sedano, la cipolla e la carota tritate, lasciando insaporire Salare, pepare, ed aggiungere la salsa di pomodoro diluita in un paio di mestoli di brodo; coprire con il coperchio e far cuocere per un’ora e mezza circa. Unire le patate sbucciate e tagliate a grossi pezzi e terminare la cottura aggiungendo, se necessario, altro brodo.

Coscia di cervo alla panna

Per 6 persone occorrono 1 cipolla, 1 manciata di prezzemolo, 2 cucchiaini di pepe, 1 bicchiere di aceto di puro vino, 1/2 litro di panna, sale e ovviamente una coscia di cervo. Si tagli la coscia in bocconcini, a forma di piccoli cubi. A freddo, in una pentola, si metta la carne così tagliata, unendovi una manciata di prezzemolo e una grossa cipolla finemente tritata, spargendovi abbondante pepe e spruzzandovi un bicchiere colmo di buon aceto di vino. Si passi la pentola al fuoco e si lasci rosolare per dieci minuti, aggiungendo brodo e sale. Si cuocia per un’ora, un’ora e mezza, a seconda dell’età del cervo, fino a cottura quasi completa. Unire poi un quarto di litro di panna dieci minuti prima di togliere dal fuoco.

Continua la lettura di Costine con patate, ecco come cucinarle su il Canavese.

]]>
Allevamento di cani sconosciuto al fisco scoperto in Canavese http://ilcanavese.it/cronaca/allevamento-di-cani-sconosciuto-al-fisco-scoperto-in-canavese/ http://ilcanavese.it/cronaca/allevamento-di-cani-sconosciuto-al-fisco-scoperto-in-canavese/#respond Fri, 20 Apr 2018 13:18:50 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26820 Allevamento di cani in Canavese completamente sconosciuto al fisco dalla Guardia di Finanza. Allevamento di cani Un importante allevatore e venditore di cani di razza e altri animali da compagnia del Canavese è finito nei guai. All’apparenza ligio alle rigide norme, dimenticava di presentare le dichiarazioni dei redditi da oltre cinque anni. I fatti Nonostante […]

Continua la lettura di Allevamento di cani sconosciuto al fisco scoperto in Canavese su il Canavese.

]]>
Allevamento di cani in Canavese completamente sconosciuto al fisco dalla Guardia di Finanza.

Allevamento di cani

Un importante allevatore e venditore di cani di razza e altri animali da compagnia del Canavese è finito nei guai. All’apparenza ligio alle rigide norme, dimenticava di presentare le dichiarazioni dei redditi da oltre cinque anni.

I fatti

Nonostante si trattasse di un operatore del settore noto agli enti pubblici per la professionalità con la quale operava e per le competenze nella gestione degli animali oltre che per la partecipazione a competizioni cinofile di respiro internazionale, questo non lo ha messo al riparo dalle attività di prevenzione e repressione degli illeciti tributari cui la Guardia di Finanza del Gruppo di Ivrea è preposta. Così l’affermato allevatore si è trovato a dover rispondere delle proprie condotte illecite. Il volume di affari della ditta individuale è stato così ricostruito dai finanzieri.

La scoperta

Gli acquisti da un paese della Comunità Europea di animali tutti regolarmente vaccinati, identificati da passaporto e microchip sono stati esaminati tramite l’utilizzo di banche dati. Le successive vendite sono state tutte ricostruite tramite i documenti di cessione obbligatori per l’aggiornamento dell’Anagrafe nazionale canina trasmessi all’Asl To 4. Così si è accertato che la ditta che emetteva regolari fatture nei confronti di negozi e società del settore, operava invece del tutto “in nero” quando si trattava di clienti privati.
Tuttavia, sia che emettesse fattura, sia che vendesse a privati, tutti i proventi dell’attività venivano nascosti al fisco.

Grande evasore

Ed è così che, negli ultimi anni di attività, la ditta verificata ha potuto incassare compensi per diverse centinaia di migliaia di Euro senza versare nulla nelle casse dello Stato.

Continua la lettura di Allevamento di cani sconosciuto al fisco scoperto in Canavese su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/allevamento-di-cani-sconosciuto-al-fisco-scoperto-in-canavese/feed/ 0
Le salse per il bollito misto, ecco le migliori http://ilcanavese.it/cucina/le-salse-per-il-bollito-misto/ Fri, 20 Apr 2018 13:16:40 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26823 Le salse per il bollito misto, quali sono le migliori? Come si preparano? Il bollito misto deve essere servito in abbinamento con bagnetti o salse che lo rendono ancora più gustoso. Di seguito le ricette per le più diffuse. Le salse per il bollito, ecco la verde rustica Si prepara con un mazzetto di prezzemolo, […]

Continua la lettura di Le salse per il bollito misto, ecco le migliori su il Canavese.

]]>
Le salse per il bollito misto, quali sono le migliori? Come si preparano? Il bollito misto deve essere servito in abbinamento con bagnetti o salse che lo rendono ancora più gustoso. Di seguito le ricette per le più diffuse.

Le salse per il bollito, ecco la verde rustica

Si prepara con un mazzetto di prezzemolo, due acciughe salate pulite, due spicchi d’aglio, un etto di mollica di pane raffermo ammollata in mezzo bicchiere di aceto di vino, un decilitro di olio extravergine di oliva e sale qb. Questa ottima specialità si prepara tritando in un frullatore gli ingredienti solidi che abbiamo citato e aggiungendo olio e sale durante la preparazione. Occorre lavorare il composto finché non si trasforma in una crema spalmabile. Regolare olio e aceto a seconda della densità che s’intende ottenere.

Salsa verde ricca

Per prepararla occorrono un mazzetto di prezzemolo, due acciughe salate e pulite, due tuorli di uovo sodo, dieci capperi in aceto, un etto di mollica ammollata, un decilitro di olio extravergine, sale. A piacere qualche sottaceto tritato ed erbe aromatiche. Le modalità di preparazione sono analoghe a quella della salsa verde rustica.

Salsa rossa

Un chilo di pomodori maturi, una cipolla, una carota, mezzo peperone rosso, un gambo di sedano, un rametto di rosmarino, due spicchi d’aglio, un mazzetto di basilico, un decilitro di olio extravergine, sale, pepe e peperoncino in polvere quanto basta. La preparazione procede con pomodori in acqua calda che poi devono essere spellati e tritati grossolanamente eliminando semi e bucce. Occorre tritare gli altri odori e porre tutto a cuocere un paio d’ore regolando sale, pepe e zucchero. Il composto così ottenuto deve essere poi passate al passaverdura aggiungendo olio ed peperoncino a vostro gusto. Amalgamate bene il tutto e fate riprendere il bollore per alcuni minuti. Lasciare riposare la salsa prima di servirla.

Salsa al miele

125 grammi di miele millefiori, 50 grammi di gherigli di noci, un cucchiaino di senape in polvere, un cucchiaino di aceto di vino, un cucchiaio di brodo. Tritate finemente i gherigli di noci, a parte diluite la senape nell’aceto e nel brodo caldo amalgamando il tutto. Scaldate a bagnomaria il miele, versatelo sui gherigli aggiungendo subito la soluzione di senape mescolando. Lasciar riposare prima di servire.

Salsa al cren

200 grammi di radice di rafano, otto cucchiai di aceto, un cucchiaio di olio extravergine, sale qb. La radice fresca di rafano deve essere sbucciata, tagliata e grattugiata finemente. Occorre poi amalgamarla in una ciotola con olio e aceto. Far riposare al fresco prima di servire.

Le salse per il bollito, si chiude con la salsa di mosto

Per la sua preparazione è indispensabile utilizzare cinque litri di mosto d’uva (dolcetto), 50 grammi di gherigli di noci, 50 grammi di nocciole pulite, un etto di mele Cotogne, un etto di pere Martin Sec, scorza di limone. Il mosto deve bollire a fuoco lento finché si riduce a circa due terzi. Aggiungete la pere e le mele pulite e a pezzi grossi. La cottura deve procedere per cinque o sei ore e alla fine bisogna aggiungere le noci e le nocciole tritate e tostate. Versare nei vasetti a caldo.

Continua la lettura di Le salse per il bollito misto, ecco le migliori su il Canavese.

]]>
Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018 http://ilcanavese.it/sport/canoa-ivrea-stagione-ricca-quella-del-2018/ http://ilcanavese.it/sport/canoa-ivrea-stagione-ricca-quella-del-2018/#respond Fri, 20 Apr 2018 12:26:00 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26766 Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018, presentata giovedì in Municipio. Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018 Tanti ospiti d’eccezione, che sono intervenuti ad Ivrea per parlare della nuova stagione della canoa. L’evento che ha permesso di conoscere i prossimi appuntamenti si è svolta ieri, giovedì 19 aprile. La Sala Dorata del municipio di […]

Continua la lettura di Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018 su il Canavese.

]]>
Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018, presentata giovedì in Municipio.

Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018

Tanti ospiti d’eccezione, che sono intervenuti ad Ivrea per parlare della nuova stagione della canoa. L’evento che ha permesso di conoscere i prossimi appuntamenti si è svolta ieri, giovedì 19 aprile. La Sala Dorata del municipio di Ivrea ha fatto da sfondo all’evento, che è stato anche partecipato.

Il 28 e 29 aprile si inizia a gareggiare

Le prime gare ufficiali della stagione internazionale targata Dora Baltea sono in programma, precisamente, tra due fine settimana. Il 28 ed il 29 aprile, infatti, Ivrea e il suo Canoa Club allestiscono la prova Ranking. Ai nastri di partenza sono attesi circa 170 atleti provenienti da ben 12 nazioni diverse.

Un progetto a più ampio respirto per il Canavese

Non solo sport, ma anche turismo. E’ questa infatti la chiave di volta con la quale gli organizzatori, la Federazione ed il Comune puntano per il futuro. Perché si calcola che nei prossimi mesi, grazie alla disciplina della canoa, saranno la bellezza di 10mila le persone che verranno ad Ivrea. Una bella iniezione di fiducia per il territorio, che deve essere capace di cavalcare l’onda di un evento di tale portata.

 

Continua la lettura di Canoa Ivrea stagione ricca quella del 2018 su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/sport/canoa-ivrea-stagione-ricca-quella-del-2018/feed/ 0
La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole al Salone Martinetti http://ilcanavese.it/economia/la-resistenza-raccontata-ai-ragazzi/ http://ilcanavese.it/economia/la-resistenza-raccontata-ai-ragazzi/#respond Fri, 20 Apr 2018 11:39:09 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26798 La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole, Salone Martinetti gremito per la riuscita iniziativa promossa dall’attivissima sezione di Castellamonte dell’Anpi con la presentazione del libro di Caterina Dal Lago. La Resistenza raccontata ai ragazzi Grande successo per l’iniziativa promossa al Centro Congressi Martinetti di Castellamonte dall’Anpi locale guidato dal presidente Mauro Rovetto. Gli studenti delle […]

Continua la lettura di La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole al Salone Martinetti su il Canavese.

]]>
La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole, Salone Martinetti gremito per la riuscita iniziativa promossa dall’attivissima sezione di Castellamonte dell’Anpi con la presentazione del libro di Caterina Dal Lago.

La Resistenza raccontata ai ragazzi

Grande successo per l’iniziativa promossa al Centro Congressi Martinetti di Castellamonte dall’Anpi locale guidato dal presidente Mauro Rovetto. Gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori della città della ceramica hanno infatti partecipato con entusiasmo e attenzione alla presentazione del libro “La Resistenza raccontata dai ragazzi”. Il volume è quindi stato scritto da Caterina Dal Lago. Mentre il riuscito convegno è stato impreziosito dalla presenza e soprattutto dai canti intonati dal Cantori salesi.

I ricordi del Nane

In un salone quindi abbellito dai disegni ed elaborati realizzati per il concorso dell’Anpi dai bravi e preparati allievi castellamontesi, ha calamitare quindi l’attenzione dei presenti ci hanno pensato i ricordi del Nane. Si tratta infatti del piccolo grande protagonista del libro “La Resistenza raccontata ai ragazzi”. Attraverso le sue vicende, magistralmente messe nero su bianco da Dal Lago, gli studenti hanno pertanto fatto un interessante viaggio all’indietro nel tempo. Conoscendo dunque le condizioni di vita nelle famiglie e nelle città durante la guerra. Oltre al dramma causato da quest’ultima, la solidarietà delle persone e la Resistenza.

Per la libertà

Gli uomini e le donne che quindi hanno lottato per la libertà. E per una società più giusta sono invece stati i protagonisti delle suggestive interviste video di Claudia Scavarda. A tutti coloro che curano la libertà, la fraternità, l’uguaglianza, il lavoro e scelgono gli ultimi. Si tratta dunque della stupenda dedica del lavoro da 10 e lode della classe IIIA sezione arredamento e ambiente del Faccio. I liceali hanno infatti partecipato con successo al concorso “25 aprile: 70 anni di sana e robusta Costituzione. Articolo 3: l’eguaglianza che oggi non c’è”. Il concorso è infatti stato indetto dall’Anpi di Castellamonte. Ben coordinati dalla referente, l’insegnante Piera Giordano, gli allievi del Faccio hanno presentato una approfondita riflessione dal titolo: “Decalogo di cura per l’articolo 3 della Costituzione”.

La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole Castellamonte

Continua la lettura di La Resistenza raccontata ai ragazzi delle scuole al Salone Martinetti su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/economia/la-resistenza-raccontata-ai-ragazzi/feed/ 0
Si gioca a golf in via Parco… http://ilcanavese.it/attualita/si-gioca-a-golf-in-via-parco/ http://ilcanavese.it/attualita/si-gioca-a-golf-in-via-parco/#respond Fri, 20 Apr 2018 10:27:19 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26792 Si gioca a golf in via Parco…  Accade a Ciriè Si gioca a golf in via Parco… Tutti in buca! In città è partito il torneo di golf edizione Primavera 2018… Scherzi a parte la “provocazione” di Ferdinando Candusso forse potrà sembrare quella di una persona in cerca di protagonismo. Ma come spiega l’interessato: “La […]

Continua la lettura di Si gioca a golf in via Parco… su il Canavese.

]]>
Si gioca a golf in via Parco…  Accade a Ciriè

Si gioca a golf in via Parco…

Tutti in buca! In città è partito il torneo di golf edizione Primavera 2018… Scherzi a parte la “provocazione” di Ferdinando Candusso forse potrà sembrare quella di una persona in cerca di protagonismo. Ma come spiega l’interessato: “La foto potrebbe apparire un po’ provocatoria e molto probabilmente mezza Cirie’ mi riderà dietro… Ma spero che l’altra metà mi capisca e mi dica bravo…”.

Due scuole nella via

Infatti il nostro golfista è in azione in via Parco. Si tratta di strada di intenso traffico dovuto anche a due scuole sulla stessa via: la scuola Ciari e la media Viola .”Sono strade disastrate con buche oltre il pericolo di rompersi o slogarsi una caviglia e “trafficata” di bambini con nonni, genitori , mamme con carrozzine che oltre fare attenzione alle buche devono guardarsi dalle macchine che vanno a gincana pur di evitare le buche e magari finire sulla gente».

Via Vittorio: cede porfido

Conclude il cittadino Candusso: “Alla faccia dei tanti “leoni da tastiera” che popolano il web lamentandosi senza fare o osare fare qualcosa…”. Effettivamente come dargli torto? Per quanto riguarda i disagi viari (diciamo così…) molti residenti segnalano la situazione di via Vittorio Emanuele dove il porfido, soprattutto al centro della via, sta cedendo vistosamente. Mica finiremo come a Roma?

Continua la lettura di Si gioca a golf in via Parco… su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/si-gioca-a-golf-in-via-parco/feed/ 0
Residenze artistiche previsti un Centro di residenza e 5 progetti sul territorio http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/residenze-artistiche-progetti-territorio/ http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/residenze-artistiche-progetti-territorio/#respond Fri, 20 Apr 2018 10:15:23 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26790 Residenze artistiche, il Piemonte aderisce al nuovo programma triennale del MiBACT. Prevista la realizzazione di un “Centro di residenza” e di cinque progetti sul territorio. Residenze artistiche novità in arrivo La Regione Piemonte ha sottoscritto la nuova Intesa interregionale sulle residenze artistiche per il triennio 2018/2020: al documento, definito in collaborazione con il MiBACT, hanno […]

Continua la lettura di Residenze artistiche previsti un Centro di residenza e 5 progetti sul territorio su il Canavese.

]]>
Residenze artistiche, il Piemonte aderisce al nuovo programma triennale del MiBACT. Prevista la realizzazione di un “Centro di residenza” e di cinque progetti sul territorio.

Residenze artistiche novità in arrivo

La Regione Piemonte ha sottoscritto la nuova Intesa interregionale sulle residenze artistiche per il triennio 2018/2020: al documento, definito in collaborazione con il MiBACT, hanno aderito 17 fra Regioni e Province Autonome, con l’obiettivo di rendere le residenze componenti strutturali del sistema dello spettacolo dal vivo italiano. Quindi, dopo la positiva esperienza del triennio appena concluso (con le cinque residenze di danza a Collegno, di teatro tra Biella e Torino, di teatro di figura a Pinerolo, di circo contemporaneo a Grugliasco e a Fossano) l’assessorato regionale alla Cultura conferma il proprio impegno a favore di una progettualità capace di rinnovare i processi creativi e di accompagnare giovani talenti.

Progetto di sviluppo

Il progetto prevede uno sviluppo rispetto al precedente triennio. Nello specifico, la realizzazione di un “Centro di residenza”, dedicato alla danza. Dovrà essere gestito da un raggruppamento di soggetti. E di cinque Residenze per artisti nei territori, rivolte invece a una pluralità di discipline (danza, teatro, circo contemporaneo e arti di strada). In entrambi i casi la selezione dei progetti avverrà tramite un bando pubblico, la cui struttura e i cui contenuti e criteri di valutazione sono comuni a tutte le Regioni aderenti, a riprova della condivisione di una visione complessiva e di sistema che sta alla base della nuova triennalità.

Creatività a supporto degli artisti

“Le residenze artistiche costituiscono un importante strumento per lavorare sulla creatività e a supporto degli artisti, intervenendo quindi a supporto della creazione artistica e della produzione di nuovi contenuti culturali. Aspetti per noi fondamentali nell’ambito dello spettacolo dal vivo – dichiara Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte – A livello regionale, d’altra parte, abbiamo già dato prova di una forte multidisciplinarietà. E di un’attenzione particolare a questi temi, forti anche un sistema di grande qualità e diffuso sul territorio”.

Tutte le risorse in campo

Le risorse messe a disposizione per il 2018 sono pari a 450mila euro. Così ripartite: 270mila euro a carico della Regione Piemonte. E 180mila euro a carico del Ministero. Al Centro sarà destinato un contributo di 200.000,00 euro. Mentre alle residenze spetterà un contributo di 50.000,00 euro ciascuna. A fronte di progetti che prevedano un cofinanziamento dei beneficiari di almeno il 20% del costo complessivo. Il bando è stato pubblicato ufficialmente ieri. Quindi entro il 21 maggio dovranno essere presentate le domande. Mentre gli esiti saranno approvati a trenta giorni dalla scadenza.

Continua la lettura di Residenze artistiche previsti un Centro di residenza e 5 progetti sul territorio su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/residenze-artistiche-progetti-territorio/feed/ 0
Lions Club Alto Canavese giornata di prevenzione dell’ictus http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/lions-club-alto-canavese-ictus/ http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/lions-club-alto-canavese-ictus/#respond Fri, 20 Apr 2018 09:55:24 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26786 Lions Club Alto Canavese promuove ed organizza domani, sabato 21 aprile 2018, a Castellamonte alla Casa della musica un importante service di prevenzione dell’ictus. Lions Club Alto Canavese e salute Curato dalla dottoressa Mariella De Luca, socia del Lions Club Alto Canavese, si svolgerà sabato 21 aprile un importante service dedicato alla prevenzione dell’ictus. Con il […]

Continua la lettura di Lions Club Alto Canavese giornata di prevenzione dell’ictus su il Canavese.

]]>
Lions Club Alto Canavese promuove ed organizza domani, sabato 21 aprile 2018, a Castellamonte alla Casa della musica un importante service di prevenzione dell’ictus.

Lions Club Alto Canavese e salute

Curato dalla dottoressa Mariella De Luca, socia del Lions Club Alto Canavese, si svolgerà sabato 21 aprile un importante service dedicato alla prevenzione dell’ictus. Con il Patrocinio del comune di Castellamonte. Sarà quindi possibile effettuare gratuitamente uno screening mediante ecodoppler carotideo. Dalle ore 10 alle ore 16. Presso la Casa della Musica in Piazza della Repubblica 35, a Castellamonte. I posti sono limitati e saranno accettate le prenotazioni in ordine di arrivo presso la sede dedicata all’esame strumentale.

Giornata di prevenzione dell’ictus

Le ultime settimane dell’anno lionistico 2017-2018 presieduto da Michele Nastro sono state particolarmente ricche di eventi. L’ultimo appuntamento imperdibile sarà un service medico-sociale. Si tratta di una delle principali aree di attività della “mission” del Lions Club alto Canavese, rivolto alla popolazione locale. L’iniziativa, viene proposta alla casa della musica di Castellamonte, nella speranza che possa rivestire un importante ruolo nell’educazione e nella sensibilizzazione della cittadinanza su un tema di grande interesse e attualità e possa contribuire in modo innovativo alla promozione della salute nel nostro Paese.

Malattia diffusa

L’ictus è una grave patologia che si verifica quando l’afflusso di sangue diretto al cervello si interrompe improvvisamente per la chiusura o la rottura di un’arteria. Si tratta di una malattia diffusa, che nel mondo colpisce ogni anno quindici milioni di persone, in Italia circa duecentomila. Nel nostro paese l’ictus rappresenta la terza causa di morte. Dopo le malattie cardiovascolari ed i tumori. Questa malattia è anche la prima causa di disabilità in Italia, dove oltre un milione di persone vive con esiti invalidanti di ictus.

Continua la lettura di Lions Club Alto Canavese giornata di prevenzione dell’ictus su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/lions-club-alto-canavese-ictus/feed/ 0
Morte sul lavoro a Salassa, un uomo rimane schiacciato http://ilcanavese.it/cronaca/morte-sul-lavoro-a-salassa-un-uomo-rimane-schiacciato/ http://ilcanavese.it/cronaca/morte-sul-lavoro-a-salassa-un-uomo-rimane-schiacciato/#respond Fri, 20 Apr 2018 07:36:40 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26775 Morte sul lavoro a Salassa, perde la vita un operaio. Morte sul lavoro a Salassa Incidente sul lavoro questa mattina a Salassa in un’azienda nela zona di via ex internati che si occupa di lavorazioni di materiale plastico. E’ successo questa mattina presto, ancora non si conoscono le generalità dell’uomo che sarebbe rimasto schiacciato sotto il […]

Continua la lettura di Morte sul lavoro a Salassa, un uomo rimane schiacciato su il Canavese.

]]>
Morte sul lavoro a Salassa, perde la vita un operaio.

Morte sul lavoro a Salassa

Incidente sul lavoro questa mattina a Salassa in un’azienda nela zona di via ex internati che si occupa di lavorazioni di materiale plastico. E’ successo questa mattina presto, ancora non si conoscono le generalità dell’uomo che sarebbe rimasto schiacciato sotto il peso di materiale in lavorazione.

L’allarme

Sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco di Ivrea e i sanitari della Croce Rossa. Purtroppo però all’arrivo del personale del 118 per l’uomo non c’era già più nulla da fare.

Sul posto è giunto anche il personale dello Spresal e due auto dei carabinieri che adesso dovranno fare le verifiche del caso e comprendere con esattezza la dinamica di quanto accaduto questa mattina.

Morte sul lavoro a Salassa, un uomo rimane schiacciato

La dinamica

Secondo quanto raccontato dai colleghi l’uomo stava facendo pulizia nel cortile dell’azienda. Un collega è uscito a cercarlo per affidargli altro lavoro ma lo hanno trovato a terra, schiacciato da una balla di materiale plastico del peso approssimativamente di 800 chili..

Chi è la vittima

Si tratta di un operaio di 50 anni, S. S., residente a Favria. Da dieci anni era dipendente della ditta di Salassa.

L’uomo, di origini marocchine, lascia la moglie e due figli, di 18 e 11 anni

Continua la lettura di Morte sul lavoro a Salassa, un uomo rimane schiacciato su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/morte-sul-lavoro-a-salassa-un-uomo-rimane-schiacciato/feed/ 0
Incendio auto a Ciriè, 4 mezzi a fuoco nella notte http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-auto-a-cirie-4-mezzi-a-fuoco-nella-notte/ http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-auto-a-cirie-4-mezzi-a-fuoco-nella-notte/#respond Fri, 20 Apr 2018 07:20:28 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26764 Incendio auto a Ciriè, indagano i carabinieri. Incendio auto a Ciriè Questa notte poco prima delle 3 due auto, una Peugeot e una Lancia Musa, e due furgoni hanno preso fuoco a Ciriè. Il fatto è avvenuto all’inizio di via Bianca Gerardi, all’altezza del civico 1, una piccola traversa di via Lanzo. Sono statialcuni residenti […]

Continua la lettura di Incendio auto a Ciriè, 4 mezzi a fuoco nella notte su il Canavese.

]]>
Incendio auto a Ciriè, indagano i carabinieri.

Incendio auto a Ciriè

Incendio auto a CirièQuesta notte poco prima delle 3 due auto, una Peugeot e una Lancia Musa, e due furgoni hanno preso fuoco a Ciriè.

Il fatto è avvenuto all’inizio di via Bianca Gerardi, all’altezza del civico 1, una piccola traversa di via Lanzo. Sono statialcuni residenti che hanno sentito una forte esplosione a dare l’allarme.

L’intervento dei vigili del fuoco

Sul posto sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco di San Maurizio, Torino e Nole che hanno impiegato circa un’ora per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza l’area interessata dall’incendio dei mezzi.

La ricostruzione dei fatti

Incendio auto a Ciriè

Secondo una prima ricostruzione sembrerebbe che le fiamme siano scaturite dalla parte posteriore della Lancia Musa e da qui si siano poi propagate anche alle altre vetture. Adesso a indagare sulle cause effettive del rogo saranno i carabinieri della tenenza di Ciriè. Dalle prime testimonianze raccolte tra i residenti sarebbe stato visto un uomo scappare a piedi subito dopo il propagarsi dell’incendio.

 

Continua la lettura di Incendio auto a Ciriè, 4 mezzi a fuoco nella notte su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-auto-a-cirie-4-mezzi-a-fuoco-nella-notte/feed/ 0
Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-canischio-inizia-la-stagione-dei-roghi/ http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-canischio-inizia-la-stagione-dei-roghi/#respond Fri, 20 Apr 2018 06:59:02 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26757 Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi con vigili del fuoco e Aib impegnati sul campo. Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi Sono bastati, infatti, pochi giorni di bel tempo, con una leggera brezza, a “risvegliare” purtroppo i piromani. Così, nella giornata di ieri, giovedì 19 aprile, si è registrato, purtroppo, il primo incendio […]

Continua la lettura di Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi su il Canavese.

]]>
Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi con vigili del fuoco e Aib impegnati sul campo.

Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi

Sono bastati, infatti, pochi giorni di bel tempo, con una leggera brezza, a “risvegliare” purtroppo i piromani. Così, nella giornata di ieri, giovedì 19 aprile, si è registrato, purtroppo, il primo incendio della stagione. E’ accaduto nella zona boschiva del comune di Canischio, nella zona vicino a Cima Mares.

Circa dieci ore di lavoro per gli uomini impegnati

Vigili del fuoco e gruppi Aib del Canavese, i quali sono giunti da varie zone del territorio, hanno lavorato lungamente per domare le fiamme. L’opera di estinzione e bonifica è iniziata, per la precisione, intorno alle 16.30, per concludersi intorno alle 3. Una decina di ore di impegno costante, insomma, da parte degli uomini presenti sul campo, che ha dato però i frutti sperati.

Allerta, attenzione massima e controllo

In mattinata, inoltre, non si registra la ripresa dell’incendio, a conferma che il lavoro svolto ha dato i frutti sperati. Inolte, sino alle 7 di oggi alcuni volontari di Canischio hanno presidiato il territorio. Adesso, però, allerta e attenzione massima, per evitare che altri episodi si verifichino. Infatti, il timore è che si possano registrare altri episodi come quelli, ad esempio, della Valle Orco o della Valchiusella del 2017.

Continua la lettura di Incendio Canischio inizia la stagione dei roghi su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/cronaca/incendio-canischio-inizia-la-stagione-dei-roghi/feed/ 0
Nato da due mamme, non si può registrare all’anagrafe. La vicenda del consigliere Chiara Foglietta http://ilcanavese.it/attualita/nato-da-due-mamme-chiara-foglietta/ http://ilcanavese.it/attualita/nato-da-due-mamme-chiara-foglietta/#respond Fri, 20 Apr 2018 06:28:13 +0000 http://ilcanavese.it/?p=26749 Nato da due mamme, il piccolo Niccolò Pietro per la legge “deve” avere un padre. Nato da due mamme Lo ha affidato a Facebook il suo sfogo Chiara Foglietta, neo mamma di Niccolò Pietro e consigliere PD della giunta Appendino. Chiara ha partorito lo scorso 13 aprile, quattro giorni dopo, il 17, si è presentata […]

Continua la lettura di Nato da due mamme, non si può registrare all’anagrafe. La vicenda del consigliere Chiara Foglietta su il Canavese.

]]>
Nato da due mamme, il piccolo Niccolò Pietro per la legge “deve” avere un padre.

Nato da due mamme

Lo ha affidato a Facebook il suo sfogo Chiara Foglietta, neo mamma di Niccolò Pietro e consigliere PD della giunta Appendino.

Chiara ha partorito lo scorso 13 aprile, quattro giorni dopo, il 17, si è presentata all’anagrafe civile per registrare il suo bambino, come fanno tutti i genitori. Le vengono chieste le generalità del bambino e quelle dei genitori. E qui iniziano i problemi. Niccolò Pietro infatti è nato dal grembo del consigliere PD ma non ha un papà, bensì due mamme: Chiara, appunto, e la compagna Micaela. E’ stato procreato con la fecondazione assistita in Danimarca.

La risposta del funzionario

“Non si può registrare”. Così le rispondono i funzionari dell’anagrafe torinese. “Devi dichiarare che hai avuto un’unione (atto sessuale) con un uomo per riconoscere tuo figlio. Non esiste una formula per dire che hai fatto la procreazione medicalmente assistita”, le viene detto.

La lungimiranza non paga

La Foglietta però ci aveva visto lungo e si era mossa per tempo, tre mesi prima si era già mossa per presentare la richiesta di riconoscimento del nascituro «Non mi daranno il consenso ma inizio a metterli a conoscenza di quello che voglio fare. Davanti hanno tre mesi di tempo (Appendino, Giusta e Pisano) per capire come si sono mosse altre pubbliche amministrazioni, per chiamarmi magari», aveva pensato. Invece niente.

Il vuoto normativo

C’è un vuoto normativo nella legislazione italiana e per registrare un bambino nato da una relazione omogenitoriale bisogna dichiarare il falso. «Ciascun bambino ha il diritto di conoscere la propria storia, l’insieme di eventi che l’hanno generato, e ha il diritto di poter reclamare diritti nei confronti di chi l’ha voluto. Niccolò Pietro è venuto al mondo per volere mio e di Micaela. È figlio nostro. Ma per poterlo registrare all’anagrafe devo dichiarare il falso», scrive la neomamma.

L’appello al sindaco Appendino

«“Da oggi una ragione in più per prendersi cura del futuro” mi hai scritto cara Chiara. E allora prendiamoci cura insieme del futuro, con coraggio. Tu hai un ruolo importante e puoi fare molto molto di più. Possiamo fare di più insieme. Non per me, ma per Niccolò, per tutti i bambini Arcobaleno, per le famiglie che non hanno la stessa forza di affrontare queste battaglie, per i figli delle donne single e quelle con partner che hanno scelto la procreazione medicalmente assistita con donatore esterno e vogliono dire la verità. Il problema è oggi, non nel futuro, ma nel presente. Il presente che è qui, adesso.»

Continua la lettura di Nato da due mamme, non si può registrare all’anagrafe. La vicenda del consigliere Chiara Foglietta su il Canavese.

]]>
http://ilcanavese.it/attualita/nato-da-due-mamme-chiara-foglietta/feed/ 0