Baima risponde alle polemiche sui social. NOLE

Baima risponde alle polemiche sui social

La sua nomina ha fatto discutere. E’ stata apprezzata, insieme a chi ha preso la decisione di affidargliela. Alcuni l’hanno anche criticata, e c’è anche chi ci ha messo un pizzico di politica parlando di “maggioranza allargata”. Lui, il “nominato”, non ha fatto alcun commento fino ad ora. Neppure la sera del Consiglio comunale dove il sindaco Luca Bertino gli ha affidato le deleghe, ha commentato. Preferendo dimostrare con i fatti, come è nel suo stile, la soddisfazione nell’aver ricevuto un incarico da parte del primo cittadino. Dimostrarlo in che modo? Mettendosi subito al lavoro per il paese e per i cittadini che lo hanno votato.

Il protagonista è Massimo Baima

 Si tratta di Massimo Baima, consigliere di opposizione e che, nonostante l’incarico conferitogli dal sindaco, continuerà a ricoprire il suo ruolo nelle fila della minoranza. Dopo così tanto discutere della sua nomina, anche sui social network, oltre che negli articoli dei settimanali locali che hanno riportato la cronaca del Consiglio comunale, Massimo Baima ha deciso di dire la sua. “Non avrei mai pensato che adoperarsi cercando di fare qualcosa per il paese creasse tanto scalpore, sia sui giornali che sui social. – commenta Baima – Quando mi è stata chiesta la disponibilità a collaborare seguendo una parte dell’ambito energetico, ho risposto affermativamente sia perchè ho competenza in materia, ma soprattutto perchè poter fare qualcosa di concreto per il paese era una delle motivazioni iniziali della mia candidatura. Ho accettato allora di potermi occupare di energia, ma chiedendo io stesso di poterlo fare in maniera più formale”.

Le mie idee spesso copiate…

In questi anni mi sono sempre adoperato contribuendo con varie idee come, ad esempio, l’abbattimento del peso pubblico per la realizzazione di una piazza adibita a parcheggi. Poi la ristrutturazione del vecchio Municipio in piazza per dare posto alla biblioteca e ad una eventuale sala thè. Poi anche la creazione di un parcheggio sotto il campetto dell’Oratorio. Ho “buttato” queste proposte sul tavolo dell’Amministrazione comunale. – prosegue Massimo Baima – E la medesima, spesso, le ha fatte sue. Per questo motivo ho accettato di occuparmi di energia, ma con una delega specifica, in modo da poter lavorare con trasparenza. Rischiando sicuramente, in prima persona, di commettere degli errori, che però lavorando alla luce del sole potranno essere solo imputati a me”.

Continuerò ad essere consigliere in opposizione

E poi la “rassicurazione” in risposta ai malpensanti. “Continuerò questo mio mandato come consigliere di minoranza con delega. – precisa Baima – e questo non vuole assolutamente dire che farò parte della Giunta, come qualcuno ha invece ipotizzato. Ribadisco che per fare qualcosa di buono e di utile per il nostro paese e per la collettività bisognerebbe lasciare da parte le suddivisioni politiche e, talvolta, l’orgoglio, per unirsi e creare coesione avendo come unico obiettivo il vero bene comune”.