Castellamonte M5S. Anziani, senso civico-sociale sono i due argomenti principe dell’interrogazione presentata dal Gruppo consiliare del M5S di Castellamonte e avente ad oggetto la chiusura del Centro anziani «Domenico Bertoglio».

Castellamonte M5S sulla preservazione del passato

«Senza una conoscenza e preservazione del passato non esiste un futuro per qualsiasi comunità che aneli alla coesione sociale e alla preservazione e miglioramento della qualità della vita dei cittadini – scrivono i grillini nella nuova pagina Facebook Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle – Questo enunciato passa dal rispetto per gli anziani ed il loro insegnamento, trasmesso alle generazioni future, non esiste futuro senza un’azione ed un sostegno storico e di stima alle valenze del passato, presenti sul nostro territorio. Il presente deve rispettare gli insegnamenti del passato e preparare i giovani ad un futuro di coesione sociale e rispetto per tutta la comunità».

“Sostenere le realtà presenti sul territorio”

«Bisogna dare importanza e soprattutto sostenere le realtà presenti sul territorio che enfatizzano la coesione sociale e il rispetto dei più deboli, bisogna includere e non escludere, è assolutamente necessario che l’amministrazione ponga in atto aiuti e sostegno alle realtà locali. Gli Anziani non sono degli oggetti che si relegano in cantina, e con il tempo si abbandonano definitivamente, gli Anziani sono una risorsa necessaria per tutta la comunità. Noi del Movimento consci di questo ne vogliamo sostenere la loro inclusione nella nostra comunità, e per questo chiediamo ad gran voce che l’amministrazione se ne faccia carico».

Leggi anche:  Manifesti abusivi la polemica dei Grillini

Il centro anziani non deve chiudere

No alla serrata del Centro anziani spiega il consigliere in quota M5S, Paolo Recco. «Noi del Movimento sosteniamo un progetto che guarda ad un futuro condiviso della nostra comunità, che rispetti il passato e ne sostenga l’importanza per la gestione del futuro, con interventi che valorizzino le risorse del nostro territorio. Noi del Movimento pensiamo ad un futuro che ci riporti ad amare il nostro territorio, le nostre radici, i nostri valori, un progetto che ci faccia tornare a sognare. I vecchi, citando una celebre canzone di Claudio Baglioni, che non li vuole nessuno… i vecchi da buttare via. Invece, occupiamocene, è un nostro dovere, gli dobbiamo molto».