Come si vota alle prossime elezioni politiche del 4 marzo, istruzioni per l’uso.

Come si vota

Le prossime Elezioni Politiche del 4 Marzo saranno regolamentate dal Rosatellum, la nuova legge elettorale entrata in vigore nel 2017. Ci sarà un nuova divisione dei collegi elettorali: 232 seggi sono assegnati alla Camera dei Deputati e116 seggi al Senato della Repubblica. L’assegnazione è effettuata in collegi uninominali, in cui è proclamato eletto il candidato più votato. L’assegnazione dei restanti seggi delle circoscrizioni del territorio nazionale, 386 per la Camera e 193 per il Senato, avviene con metodo proporzionale in collegi plurinominali.

Video del Ministero

Elezioni Politiche 2018: le modalità corrette di voto

I voti per la Camera e per il Senato avranno la stessa scheda elettorale. Essa conterrà il nome del candidato nel collegio uninominale e il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste per il collegio plurinominale.

Modalità di voto elezioni politiche 2018

Le modalità di voto valide sono le seguenti: il voto espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista vale anche per il candidato uninominale collegato, e viceversa. Il voto espresso tracciando un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione, viene ripartito tra le liste in modo proporzionale ai loro voti ottenuti in collegio. Se l’elettore traccia un segno sul nominativo del candidato del collegio uninominale e sul contrassegno della lista, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista. Se l’elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale della stessa lista, il voto risulta a favore sia della lista sia del candidato uninominale.

Il voto disgiunto non è valido

Per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto, quindi è importante porre attenzione in cabina elettorale. Il voto, infatti, risulterà nullo se l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato.

Leggi anche:  Ivrea elezioni le percentuali dopo i primi seggi scrutinati

I candidati alla camera

Uninominale
Forza Italia: Giacometto Carluccio (Settimo/Chivasso)
Lega Nord: Alessandro Benvenuto (Ivrea)
PD: Gianna Pentenero (Settimo/Chivasso), Francesca Bonomo (Ivrea)
Movimento 5 stelle: Rosario Fondacaro (Settimo/Chivasso), Valentina Pretato (Ivrea)
Liberi e Uguali: Ilaria Romaniello (Settimo/Chivasso), Patrizia Presbitero (Ivrea)

Plurinominale Camera 2 – Piemonte 1
Forza Italia: Porchietto Claudia, Pella Roberto, Ruffino Daniela, Pianetta Enrico
Fratelli d’Italia: Guido Crosetto, Augusta Montaruli, Agostino Ghiglia, Paola Ambrogio
Lega Nord: Elena Lucchini, Alessandro Giglio Vigna, Elena Maccanti, Gualtiero Caffaratto
PD: Lucia Annibali, Davide Gariglio, Francesca Bonomo, Davide Mattiello
Movimento 5 stelle: Jessica Costanzo, Luca Carabetta, Alice Dimonte, Enrico Salvalaggio
Liberi e uguali: Nicola Fratoianni, Ilaria Romaniello, Lorenzo Tibaldo, Patrizia Presbitero

I candidati al senato

Uninominale
Forza Italia: Tiraboschi Maria Virginia (Settimo/Ivrea)
PD: Alberto Avetta (Settimo/Ivrea)
Movimento 5 stelle: Giuseppe Masciari (Settimo/Ivrea)
Liberi e Uguali: Aldo Corgiat (Settimo/Ivrea)

Plurinominale Senato 1 – Piemonte 1
Forza Italia: Malan Lucio, Tiraboschi Maria Virginia, Balena Davide, Sacco Rachele
Fratelli d’Italia: Fabrizio Comba, Angela Petrenga, Luigi Sodano, Elena Chiorino
Lega Nord: Giulia Bongiorno, Cesare Pianasso, Roberta Ferrero, Claudio Broglio
PD: Mauro Marino, Anna Rossomando, Antonio Boccuzzi, Matilde Casa
Movimento 5 stelle: Elisa Pirro, Alberto Airola, Maria Cristina Migliore, Marco Scibona
Liberi e Uguali: Giorgio Airaudo, Suad Omar, Aldo Corgiat, Enrica Pazè

CANDIDATI AL SENATO

CANDIDATI ALLA CAMERA