Contributi statali l’interrogazione del deputato eporediese presentata nei giorni scorsi.

Contributi statali

Per i contributi statali  è stata presentata un’interrogazione al Ministero dell’Economia firmata da tutti i parlamentari della Lega. L?eporediese Alessandro Giglio Vigna ha commentato: “Devono essere immediatamente modificati i criteri di assegnazione  ai Comuni previsti per i prossimi due anni. Parlo di quelli da destinare agli interventi per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Chiediamo siano premiati solo i comuni virtuosi e che sia anche valutata l’urgenza dei progetti”.

Le motivazioni22

“Infatti scorrendo la graduatoria i Comuni risultati vincitori sono tutti enti in dissesto! Esemplare è il caso di Monteforte Irpino in provincia di Avellino, con un disavanzo di oltre 11 milioni di euro”. Così il parlamentare della Lega  Giglio Vigna ha denunciato l’iniquità di trattamento”.

In ballo 150 milioni di euro

“Parliamo di 150 milioni di euro per l’anno 2018, 300 milioni di euro per il 2019 e 400 milioni per il 2020 – conclude il Senatore Cesare Pianasso – Ora il  Ministero ha già provveduto al pagamento del primo acconto. Le richieste al 20 febbraio scorso ammontano a circa 7,2 miliardi di euro, distribuite su 10.200 interventi. Di questi, sulla base dei criteri previsti, 5.904 sono risultati ammissibili per un valore complessivo di 3,9 miliardi di euro. Nel 2018, gli enti che hanno beneficiato del contributo sono risultati soltanto 54 per un totale di 146 progetti di investimenti. Pretendiamo sia utilizzato il buonsenso, basta con gli sprechi – conclude Pianasso – I soldi vadano solo a chi è in grado di amministrarli”.